GT World Challenge Europe Endurance
09 mag
-
10 mag
Prossimo evento tra
45 giorni
29 mag
-
30 mag
Prossimo evento tra
65 giorni
GT World Challenge Europe Sprint
01 mag
-
03 mag
Prossimo evento tra
37 giorni
26 giu
-
28 giu
Prossimo evento tra
93 giorni
Formula 1
12 mar
-
15 mar
Evento concluso
MotoGP
G
GP di Spagna
30 apr
-
03 mag
Prossimo evento tra
36 giorni
14 mag
-
17 mag
Prossimo evento tra
50 giorni
WRC
12 mar
-
15 mar
Evento concluso
21 mag
-
24 mag
Prossimo evento tra
57 giorni
WSBK
G
Losail
13 mar
-
15 mar
Evento concluso
17 apr
-
19 apr
Prossimo evento tra
23 giorni
Formula E
27 feb
-
29 feb
Evento concluso
05 giu
-
06 giu
Prossimo evento tra
72 giorni
WEC
22 feb
-
23 feb
Evento concluso
23 apr
-
25 apr
Prossimo evento tra
29 giorni
Peugeot CIR 2018
Topic

Peugeot CIR 2018

Rally di Roma: tutti a caccia di "highlander" Andreucci

condivisioni
commenti
Rally di Roma: tutti a caccia di "highlander" Andreucci
Di:
19 lug 2018, 20:07

Basta la presenza del leader del campionato per galvanizzare il pubblico e "preoccupare" la concorrenza

Il pubblico laziale era tutto per lui: per l'inarrestabile Paolo Andreucci. Che in 48 ore è passato da un pauroso incidente con tanto di operazione a risalire in macchina come se niente fosse stato, come se fosse indistruttibile.

Orfano della sua lei, Anna Andreussi (ancora convalescente e sostituita nella capitale dall'esperto David Castiglioni), il dieci volte campione italiano ha ulteriormente esaltato i tifosi firmando il miglior tempo degli italiani nella Qualifying Stage - il passaggio cronometrato sullo Shakedown utile a stabilire l'ordine di partenza degli iscritti al Campionato Europeo Rally. Sì perché il portacolori di Peugeot Italia per l'occasione si è anche iscritto alla serie continentale, così come il suo compagno di team Marco Pollara ed i suoi diretti rivali per la corona tricolore Simone Campedelli ed Umberto Scandola (distanziati di pochi decimi dall'asso toscano).

Certo fra shakedown e Qualifying Stage le cose non sono andate esattamente bene a tutti i nostri big. Andreucci ha avuto problemi all’idroguida. Umberto Scandola al cambio (in pratica ha fatto un solo passaggio). Mentre Simone Campedelli ha lamentato gli stessi problemi di rendimento del motore che lo avevano afflitto a San Marino. Comunque meglio oggi che domani, quando comincerà il rally con la prova spettacolo serale all’EUR.

Superato il primo impatto post-incidente, prossimo ostacolo per Andreucci sarà superare il peso della fatica durante la gara, che si preannuncia calda, lunga ed estremamente competitiva: con un occhio al campionato, dove Andreucci gode di un robusto vantaggio in punti da gestire. Chi deve vincere sono i suoi concorrenti, perché quella di Roma è per loro una sorta di ultima chiamata.

Prossimo Articolo
Gryazin per un soffio davanti a Lukyanuk nella Qualifying Stage di Roma

Articolo precedente

Gryazin per un soffio davanti a Lukyanuk nella Qualifying Stage di Roma

Prossimo Articolo

Il motore di Campedelli singhiozza: "Non capiamo il perché, eppure ce la possiamo giocare"

Il motore di Campedelli singhiozza: "Non capiamo il perché, eppure ce la possiamo giocare"
Carica commenti

Riguardo questo articolo

Serie CIR
Evento Rally di Roma Capitale
Piloti Paolo Andreucci
Autore Gabriele Cogni