Presentati a Milano i piani sportivi 2016 di Peugeot Sport Italia

condivisioni
commenti
Presentati a Milano i piani sportivi 2016 di Peugeot Sport Italia
Giacomo Rauli
Di: Giacomo Rauli
22 feb 2016, 23:02

Paolo Andreucci e Anna Anderussi andranno alla caccia del decimo titolo italiano Rally con la Peugeot 208 T16. Giuseppe Testa e Daniele Mangiarotti saranno invece in lotta per vincere il titolo CIR Junior 2016.

La Peugeot 208 T16 di Paolo Andreucci e Anna Andreussi
La Peugeot 208 T16 di Paolo Andreucci e Anna Andreussi
Anna Andreussi con la Peugeot 208 T16
Paolo Andreucci e Anna Andreussi, Peugeot Sport Italia
Paolo Andreucci e Anna Andreussi svelano la Peugeot 208 T16
Da sx a dx: Giuseppe Testa, Paolo Andreucci e Eugenio Franzetti
La Peugeot 208 T16 di Paolo Andreucci e Anna Andreussi
La Peugeot 208 R2 di Giuseppe Testa e Daniele Mangiarotti
La Peugeot 208 R2 di Giuseppe Testa e Daniele Mangiarotti

Ora 18:30, filiale Peugeot nel quartiere Portello, Milano. Parte qui e a questa ora la stagione 2016 dei nove volte campioni italiani rally, Paolo Andreucci e Anna Andreussi. L'atmosfera nella sede milanese è a dir poco famigliare, ma l'attesa per la presentazione del programma sportivo di Peugeot Sport Italia è tanta. Il 2016 potrebbe infatti regalare il decimo titolo all'equipaggio di punta del Leone Rampante nel Campionato Italiano Rally.

Una volta entrati alla filiale basta fare pochi passi e trovare due vetture coperte da un telo. Quella più vicino a noi, alla nostra sinistra, è la 208 R2 con cui Giuseppe Testa e Daniele Mangiarotti daranno l'assalto al titolo CIR Junior. Ma l'attesa è tutta per la vettura che le sta accanto, la 208 T16, che per il terzo anno di fila accompagnerà Andreucci e la Andreussi nel CIR.

Un po' di attesa ed ecco iniziare la conferenza stampa, con Eugenio Franzetti a svelare i piani di Peugeot Sport Italia per la stagione che inizierà tra poco meno di un mese, il 19 e 20 marzo con il Rally di Ciocco e la Valle del Serchio. Proprio la gara di casa di Paolo.

"Per il 2016 seriamo di avere avversari ancora più agguerriti, perché così avremo ancora più stimoli nel provare a vincere i titoli. Paolo ha la stessa voglia di competere del 1987, l'anno in cui ha iniziato a correre, Ogni fine stagione non mi pongo mai il problema se lui abbia ancora voglia di gareggiare anche l'anno successivo. Conosco già la risposta".

Paolo Andreucci conferma quanto detto da Franzetti: "Per Anna e me la vvoglia di vincere è sempre la medesima, anno dopo anno. I nostri avversari, però sono sempre più forti". Paolo parla inoltre dei recenti successi internazionali di Peugeot: "Sono rimasto molto sorpreso dalla vittoria della Peugeot alla Dakar 2016. Pensavo che con sole due ruote motrici avrebbero potuto faticare molto nei tratti fangosi, invece hanno inferto distacchi molto pesanti ai principali rivali sin dalle prime tappe".

Dopo l'equipaggio di punta ecco quello che dovrà puntare alla vittoria nel CIR Junior, quello formato da Giuseppe Testa, primo molisano a correre nel CIR, e Daniele Mangiarotti. I due tenteranno di ripetere la bella annata 2015 di Michele Tassone e Daniele Michi, i quali sono giunti al titolo e sono attualmente i detentori.

Al termine della conferenza sono state svelate le due vetture. La livrea della T16 e della R2 è simile, con tanto blu a vestire il retrotreno e un bel tricolore a impreziosire il muso sempre aggressivo della 208 (entrambe aggiornate a dovere). Come andrà a finire? E' presto per dirlo, ma Paolo e Anna vogliono hanno un pensiero stupendo: il titolo numero 10.  

Prossimo articolo CIR
Giandomenico Basso e BRC insieme per la stagione 2016

Articolo precedente

Giandomenico Basso e BRC insieme per la stagione 2016

Prossimo Articolo

Marco Pollara su una Peugeot 208 R2 del Power Car Team nel CIR

Marco Pollara su una Peugeot 208 R2 del Power Car Team nel CIR
Carica commenti