Formula 1
10 ott
-
13 ott
Evento concluso
MotoGP
04 ott
-
06 ott
Evento concluso
18 ott
-
20 ott
FP1 in
07 Ore
:
06 Minuti
:
14 Secondi
WRC
03 ott
-
06 ott
Evento concluso
24 ott
-
27 ott
Prossimo evento tra
6 giorni
WSBK
11 ott
-
13 ott
Evento concluso
G
Losail
24 ott
-
26 ott
Prossimo evento tra
6 giorni
WEC
30 ago
-
01 set
Evento concluso
04 ott
-
06 ott
Evento concluso

Giandomenico Basso Re di Roma Capitale di ERC e CIR

condivisioni
commenti
Giandomenico Basso Re di Roma Capitale di ERC e CIR
Di:
21 lug 2019, 18:21

Il veneto coglie il 19° successo in carriera nell'ERC davanti a Campedelli, al primo podio con la nuova Fiesta, mentre Crugnola beffa Lukyanuk per il terzo posto. Mareš in Top5 e primo in ERC1 Junior seguito da Ingram, consistente Herczig. Ottimi Sesks, Rusce e Scandola.

Giandomenico Basso si aggiunge ai Re di Roma andando a conquistare un grandissimo successo al Rally di Roma Capitale sia fra i concorrenti del FIA European Rally Championship che del CIR.

Affiancato da Lorenzo Granai sulla ŠKODA Fabia R5 della Loran SRL, il veneto ha approfittato al massimo della foratura che ha spedito indietro il grande dominatore dell'evento, Andrea Crugnola, per trionfare per la 19a volta in carriera nell'ERC con un corposo vantaggio sul suo rivale tricolore, Simone Campedelli, che regala il podio al debutto alla nuova Ford Fiesta R5 MK8.

Dopo una Tappa 1 di sofferenza e adattamento, anche il romagnolo della Orange1 Racing è riuscito a godersi la gara vincendo una PS e agguantando un secondo posto preziosissimo nel tricolore, seppur staccato di parecchio da Basso.

Il vero protagonista della gara romana sarebbe dovuto essere Crugnola e per certi versi il varesino lo è stato, considerato che ha vinto quasi tutte le PS in programma, ma la sopracitata ruota a terra nella PS5 di sabato gli ha mandato in fumo i sogni di gloria. Il riscatto è comunque arrivato prontamente oggi, con un ritmo praticamente insostenibile da tutti che lo ha portato a concludere sul terzo gradino del podio assoluto al volante della ŠKODA Fabia R5 griffata HK Racing.

La pazzesca rimonta ha visto Crugnola agganciare e poi beffare per 2"7 proprio nella doppia Super Speciale di Ostia (1,1km l'una) un Alexey Lukyanuk che non è parso brillante come suo solito con la Citroën C3 R5. Se non altro il portacolori della Saintéloc Racing racimola punti preziosi per il campionato europeo perché il suo rivale principale Łukasz Habaj si è ritirato nella prima giornata prendendo solamente i punti bonus della Tappa 2. Da segnalare che un errore del team francese ha fatto recapitare a Lukyanuk una penalità di 1' per il non rispetto del passo sulla sua macchina.

Chi festeggia è anche Filip Mareš, al trionfo in Classe ERC1 Junior con una ŠKODA Fabia R5 che fino a pochi giorni fa portava ancora i seri segni e i danni di un incidente di cui il ceco era stato protagonista domenica scorsa in patria. Il ragazzo dell'ACCR Czech Rally Team chiude in Top5 assoluta davanti al suo avversario di categoria principale, Chris Ingram (Toksport WRT), che è riuscito con un ultimo sforzo a tenere la sua ŠKODA Fabia R5 davanti alla Volkswagen Polo GTI R5 del MOL Racing Team-BRR guidata dal consistente Norbert Herczig.

Sul podio dell'ERC1 Junior sale anche Mārtiņš Sesks, impegnato per la seconda volta in stagione con la ŠKODA Fabia R5 della LMT Autosporta Akadēmija-Motorsport Italia come premio per aver vinto il titolo ERC3 Junior lo scorso anno. Bravo il lettone ad ottenere miglioramenti e un bel piazzamento in Top10 (ottavo) su un fondo - l'asfalto - a lui poco congeniale - e soprattutto candidandosi per il futuro ad essere una stellina dei rally visto che ha appena 20 anni.

Nella classifica assoluta troviamo a punti anche la ŠKODA Fabia R5 di Antonio Rusce e per la prima volta la Hyundai i20 R5 di Umberto Scandola, autore di un bel debutto con la vettura della Hyundai Motorsport N nel CIR e nell'ERC in un annata che lo vede principalmente impegnato su terra.

In Classe ERC3-ERC3 Junior altra vittoria - la terza consecutiva - per Ken Torn con la Ford Fiesta R2T dell'Estonian Autosport Junior Team, seguito da quella di Erik Cais (ACCR Czech Team), al primo podio stagionale, e dalla Peugeot 208 R2 di Efrén Llarena (Rallye Team Spain).

Fra le ERC2, tripletta per i piloti dell'Abarth Rally Cup guidata dalla 124 Rally di Dariusz Poloński, il quale ha battuto il debuttante Zelindo Melegari e Andrea Nucita, incappato in un weekend sfortunatissimo per i problemi tecnici che gli hanno impedito di conquistare un successo meritato per le velocità mostrate.

ERC-CIR, Rally di Roma Capitale: Classifica PS16

Prossimo Articolo
Rally Roma, PS14: Crugnola punta Lukyanuk, Basso ipoteca la vittoria

Articolo precedente

Rally Roma, PS14: Crugnola punta Lukyanuk, Basso ipoteca la vittoria

Prossimo Articolo

Rally Roma, Peugeot Competition 208 Top: trionfa Guglielmini

Rally Roma, Peugeot Competition 208 Top: trionfa Guglielmini
Carica commenti