Due morti alla Targa Florio: sono Mauro Amendolia e il commissario travolto

49,103 viste

La direzione gara ha annullato la corsa e ha indetto una conferenza stampa alle 15,30 per spiegare la dinamica dell'incidente nel quale la Mini Cooper numero 29 è uscita di strada nel corso della terza speciale. Gemma Amendolia è in gravi...

Due morti: questo il tragico bilancio del drammatico incidente avvenuto nel corso della speciale numero 3 della 101esima edizione della Targa Florio. Un commissario di percorso, Giuseppe Laganà, è stato travolto dalla Mini Cooper numero 29 uscita di strada in pieno rettilineo a metà del tratto cronometrato, Piano Battaglia 1, e che era guidata da Mauro Amendolia, iscritto alla gara del CIR come navigatore della figlia Gemma Amendolia.

Sulla strada c'era un leggero strato di nevischio dopo il maltempo delle ultime ore che imperversato sulle Madonie rendendo l'asfalto ancora più scivoloso di quanto già non fosse e pare che proprio per questo Gemma abbia chiesto al padre di prendere il volante della Mini Cooper, avendo il genitore più esperienza. Poi cosa effettivamente sia successo è al vaglio degli inquirenti.

Dunque padre e figlia si sarebbero scambiati il posto di guida, dopo che Gemma Amandolia aveva lasciato il Parco Assistenza del Targa Florio Village con la Mini Cooper della scuderia Messina Racing. E così il secondo morto sarebbe papà Mauro, 52 anni, messinese, direttore sportivo del team, mentre la figlia Gemma di 26 anni sarebbe stata trasportata in ospedale a Petralia, dove verserebbe in gravi condizioni.

La gara è stata annullata e la direzione gara ha convocato una conferenza stampa per le ore 15,30 per spiegare la dinamica dell’incidente luttuoso.

Diventa parte di qualcosa di grande

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati CIR
Articolo di tipo Ultime notizie