Basso: "Senza penalità potevamo vincere"

Il pilota della BRC ha chiuso il Rally di Roma Capitale a soli 2"9 da Scandola, ma ha pagato 10"

È andato in scena, il 19 e 20 settembre, sulle strade laziali un bellissimo e combattutissimo Rally di Roma Capitale, valido come settimo appuntamento del Campionato Italiano Rally.

Una gara incertissima, come da tempo non si vedeva, che ha avuto fra i protagonisti assoluti Giandomenico Basso e Lorenzo Granai. Gli alfieri di BRC, a bordo della Fiesta R5 a GPL con sistema LDI, hanno lottato sino all'ultima prova per la vittoria finale, sfuggita dopo 158 km cronometrati per soli 3 secondi scarsi.

Nella giornata di sabato l'evento che ha condizionato il risultato. La vettura di BRC ha infatti subìto una foratura al pneumatico anteriore destro, durante il trasferimento al termine della sesta prova speciale. Basso Granai sono stati abili a riparare il danno, ma hanno dovuto purtroppo "pagare" 10 secondi di penalità che, al termine del Rally, sono risultati determinanti per la classifica finale.

Dichiara Giandomenico Basso: "Senza questo inconveniente commenteremmo il Rally di Roma con tutto un altro spirito, ma il nostro bicchiere resta comunque mezzo pieno, grazie soprattutto alle cinque prove speciali vinte. La vettura ha raggiunto ottimi livelli prestazionali. Ripartiamo da qui per preparare al meglio l'ultimo appuntamento stagionale con il Rally 2 Valli di Verona in programma dal 9 all'11 ottobre".

Buon risultato anche per Andrea Iacconi e Marco Argentin che, a bordo della Suzuki Swift a GPL, sono stati protagonisti di un bella gara. Commenta il pilota toscano: "Sono felicissimo per questo mio ritorno. In BRC ho trovato un ottimo ambiente e spero di essere riuscito a portare il mio apporto in ottica di ricerca e sviluppo".

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati CIR
Evento Rally di Roma Capitale
Piloti Giandomenico Basso
Team BRC
Articolo di tipo Commento