CIR: Ford Racing rinuncia al Costruttori, avanti con R1 e R2

condivisioni
commenti
CIR: Ford Racing rinuncia al Costruttori, avanti con R1 e R2
Di:
21 lug 2020, 12:50

Quest'anno il team dell'Ovale Blu ha scelto di dedicarsi alle serie tricolori, ma con solo gli equipaggi delle nuove Fiesta a due ruote motrici.

Quest’anno Ford Racing mette in secondo piano quello che nelle ultime stagioni è sempre stato l’obiettivo principe, il titolo costruttori assoluto del CIR, dove ha collezionato ben sei titoli, ed un settimo è in attesa di verdetto.

Rinuncia che ovviamente comprende anche la corsa al prestigioso titolo piloti. Nessuno strascico polemico, ma la gestione incerta e balbettante del risultato sportivo e soprattutto le evidenze legate alla sicurezza dei piloti sulle speciali, visto quanto accaduto, è inutile nascondere abbia lasciato molta delusione, imponendo un debito momento di riflessione.

Il 2020 di Ford per mano del suo braccio sportivo, Ford Racing, si concentrerà interamente sui programmi di filiera con le nuove Ford Fiesta R2 e R1, scelta accolta con entusiasmo dalla clientela sportiva più giovane.

Il programma con le piccole Ford Fiesta 2019, nato a supporto del lancio sul mercato delle nuove Ford Fiesta R2 ed R1 ha colpito nel centro. Ed il titolo tricolore R1 conquistato dall’equipaggio Toscano Daniele Campanaro e Irene Porcu ha dato un grande impulso nel consolidare la presenza di Ford Racing nei campionati dedicati alle tutto avanti CIR e Campionato Italiano WRC.

Un impegno il cui merito va condiviso con partner vitali nella costruzione di questo programma, a cominciare dalla TH Motorsport, la struttura tecnica Biellese che ha curato sul campo e nelle sue officine le frecce dell’ovale blu. Ultima in questo elenco, ma prima per importanza la ERTS che non si è limitata a gommare le vetture con gli pneumatici Hankook, ma non ha lesinato sforzi sullo sviluppo del prodotto, che si è dimostrato sempre competitivo e vincente.

In attesa del primo appuntamento tricolore al Roma Capitale il week end appena trascorso ha dato l’opportunità al giovanissimo equipaggio torinese Davide Porta – Andrea Segir di prendere confidenza con la Ford Fiesta R1T19 sulle strade del Rally Lana.

L’obbiettivo di Davide visti i suoi diciotto anni è quello di fare esperienza in un campionato di spessore, cercando di mettere nel mirino la classe.

La punta di diamante Ford Racing nel 2020 sarà l’equipaggio Daniele Campanaro – Irene Porcu che nell’ottica di filiera prevista dalla casa e freschi del Titolo Italiano R1 conquistato nel 2019 per l’ovale blu, prenderà il volante della Ford Fiesta R2T19, per andare all’assalto del Campionato Italiano due ruote motrici.

Il programma con la Ford Fiesta R1 includerà dal 2020 anche la serie cadetta, ovvero il Campionato Italiano wrc, dove al volante della Ford Fiesta R1T19 siederà Nicolas Parolaro in coppia con Paolo Rocca, sempre con il supporto tecnico di ERTS-Hankook per l’equipaggiamento degli pneumatici.

Un cambiamento di rotta deciso in condivisione con Ford come spiega il National Coordinator Valentino Giorgi: “Sin dall’anno passato abbiamo puntato a dare maggiore impulso alla filiera del marchio Ford nei rally di casa Italia. Una scelta vincente culminata con un Titolo Italiano che abbiamo ritenuto prioritaria, soprattutto in questi momenti difficili che hanno colpito il nostro paese con conseguenze economiche che hanno messo in ginocchio tutto il mercato dell’automobile".

"Oggi è fondamentale guardare avanti in un’ottica nuova, attenta ai giovani, ed alla base dei praticanti di questo sport e le Ford Fiesta R1 e R2 sono la risposta migliore di una casa automobilistica".

Basso pronto a difendere il CIR con la Volkswagen

Articolo precedente

Basso pronto a difendere il CIR con la Volkswagen

Prossimo Articolo

ERC-CIR: la Somaschini a Roma ha già la nuova Peugeot 208 Rally4

ERC-CIR: la Somaschini a Roma ha già la nuova Peugeot 208 Rally4
Carica commenti

Riguardo questo articolo

Serie CIR
Autore Redazione Motorsport.com