GT World Challenge Europe Endurance
17 apr
-
19 apr
Prossimo evento tra
56 giorni
09 mag
-
10 mag
Prossimo evento tra
78 giorni
GT World Challenge Europe Sprint
01 mag
-
03 mag
Prossimo evento tra
70 giorni
26 giu
-
28 giu
Prossimo evento tra
126 giorni
Formula 1
G
GP del Bahrain
19 mar
-
22 mar
MotoGP
G
GP del Qatar
05 mar
-
08 mar
G
GP della Thailandia
19 mar
-
22 mar
WRC
12 feb
-
16 feb
Evento concluso
12 mar
-
15 mar
Prossimo evento tra
20 giorni
WSBK
G
Phillip Island
28 feb
-
01 mar
Prossimo evento tra
7 giorni
G
Losail
13 mar
-
15 mar
Prossimo evento tra
21 giorni
Formula E
14 feb
-
15 feb
Evento concluso
G
Marrakesh ePrix
27 feb
-
29 feb
Prossimo evento tra
6 giorni
WEC
22 feb
-
23 feb
Prossimo evento tra
1 giorno
18 mar
-
20 mar
Prossimo evento tra
26 giorni

CIR: ecco come Peugeot ha riformato la coppia Andreucci-Andreussi

condivisioni
commenti
CIR: ecco come Peugeot ha riformato la coppia Andreucci-Andreussi
Di:
11 feb 2020, 10:40

Decisivo un incontro tra Anna Andreussi e Carlo Leoni in stazione a Roma. Si riforma così la coppia che ha dominato negli ultimi anni nel CIR a un anno di distanza dalla separazione sportiva.

Milano - #Restart2020. Un semplice e modaiolo hashtag può racchiudere tanti significati, sebbene la rete e, più in generale il pianeta, ne sia invasa grazie o per colpa dei social? In Peugeot Sport Italia dicono di sì. Un nuovo inizio che ha sapore antico e nuovo allo stesso tempo.

Alla nuova Peugeot 208 Rally4 fa da contraltare il grande ritorno di Paolo Andreucci e Anna Andreussi, chiamati a portarla in gara in 5 dei 7 eventi del Campionato Italiano Rally 2020. Rivedere Paolo e Anna assieme accanto alla nuova nata negli stabilimenti di PSA Motorsport di Satory fa un certo effetto.

Nel 2019 Paolo ha corso da privato con Rudy Briani nel team Maranello Corse nel Campionato Italiano Rally Terra, mentre Anna si è occupata del negozio Sparco aperto nella sua Udine. Un anno lontano dalle corse non hanno intaccato la passione della navigatrice. Ma per farla tornare accanto al compagno - sempre desideroso di correre in barba ai suoi 54 anni - Peugeot ha dovuto lavorare in modo scientifico negli ultimi mesi dell'anno passato.

"Con Paolo e Anna abbiamo passato un anno di stand by, ma il 2020 deve essere l'anno della ripartenza e continuare a correre con loro. Pensiamo infatti che dal punto di vista sportivo sia infatti importante, così come dal punto di vista promozionale per la vettura, che per noi è prestazionale. Speriamo che Paolo e Anna ci permettano di raccontare un'altra storia eccezionale", ha dichiarato Carlo Leoni, direttore comunicazione ed eventi di PSA Italia.

Leggi anche:

"La cosa più difficile non è stata convincere Paolo a tornare in macchina, che non vedeva l'ora. Ho fatto una corte spietata ad Anna perché non voleva più saperne di mettere il casco. Anche perché aveva iniziato una sua attività a Udine".

Salita sul palco assieme ad Andreucci, Anna ha scherzato: "La verità è che non volevo più correre con Paolo", generando una risata generale dei presenti. "Scherzo. E' stata una notizia inaspettata. Proprio non me l'aspettavo. Ci siamo incontrati per caso in Stazione Termini a Roma con Carlo (Leoni, ndr) e non ci credevo veramente. Poi quando è stata formalizzata l'offerta ho chiesto di pensarci ancora un paio di giorni, ma mi hanno detto di no, che era tardi. E quindi siamo pronti!".

Alla fine della scorsa settimana Andreucci ha svolto un test con Pirelli, per continuare lo sviluppo: "Cercheremo di sviluppare la macchina anche per le strade italiane come abbiamo fatto nel 2013 con la R2. E' arrivata e qualche adattamento dobbiamo farlo. Abbiamo le Pirelli che sono andate sempre molto bene, c'è una nuova sfida con le gomme da 17", e soprattutto migliorare la macchina per portarla a livello d'assetto e di consigli ai trofeisti che arriveranno il prossimo anno. Cercheremo di fare le stesse cose del 2013 con l'obiettivo di far vedere che la macchina va forte. Per me è una grande soddisfazione aver avuto questa opportunità", ha commentato l'11 volte campione italiano rally.

Infine, Leoni ha raccontato - sempre in tono scherzoso - un aneddoto degli anni precedenti che ben fa capire la voglia di competizione di Andreucci: "Nel 2019 mi è mancata soprattutto una cosa. Le classiche chiamate alle 8:15 del mattino del lunedì di Paolo in cui mi diceva: 'Carlo, insomma, le cose qui non vanno bene. Il team non si impegna, dobbiamo fare test, Pirelli deve sviluppare le gomme e anche i meccanici devono impegnarsi di più'. Intanto noi continuavamo a vincere. 'Anche voi a Milano pensate ad altre cose. A Opel, a Citroen, DS e non a me e Peugeot Sport. Lo dico in termini di battuta, ma anche per spiegare la persona che è Paolo. A 54 anni con l'ossessione del risultato da raggiungere a ogni costo".

Paolo Andreucci, Anna Andreussi, Peugeot 208 Rally4

Paolo Andreucci, Anna Andreussi, Peugeot 208 Rally4

Photo by: Giacomo Rauli

Prossimo Articolo
Fotogallery CIR: ecco la Peugeot 208 Rally4 di Andreucci

Articolo precedente

Fotogallery CIR: ecco la Peugeot 208 Rally4 di Andreucci

Prossimo Articolo

Rally il Ciocco 2020: ammesse anche le WRC Plus

Rally il Ciocco 2020: ammesse anche le WRC Plus
Carica commenti

Riguardo questo articolo

Serie CIR
Evento Programmi sportivi Peugeot sport Italia
Sotto-evento Presentazione
Autore Giacomo Rauli