CIR: Basso batte Breen e vince il Rally Targa Florio

Il pilota di Montebelluna vince il Rally Targa Florio e va in testa al campionato CIR 2021 dopo aver ingaggiato e vinto un duello appassionante con un Craig Breen molto emozionato in ricordo di Gareth Roberts, suo ex navigatore. De Tommaso completa il podio. Albertini sbatte.

CIR: Basso batte Breen e vince il Rally Targa Florio

Giandomenico Basso e Lorenzo Granai ce l'hanno fatta. Hanno trionfato al Rally Targa Florio, terzo appuntamento del Campionato Italiano Rally andato in scena dal 7 all'8 maggio sugli asfalti della Sicilia, rilanciandosi prepotentemente in campionato.

Basso, al volante di una Skoda Fabia R5 Evo, è stato in testa per 9 prove su 10. Solo nella PS1 ha lasciato la scena agli avversari, così è riuscito a portare a casa la vittoria nonostante un feroce Craig Breen alle sue spalle.

Il duello, molto appassionante, è durata per tutta la giornata di domenica. Nelle 9 prove previste i due hanno risposto colpo su colpo alle offensive dell'avversario e non è un caso che la gara sia volta a favore di Basso per appena 2"3.

Quello è stato l'esiguo margine che ha separato i due al termine della PS10, ultima prova della giornata, che ha consacrato Basso come vincitore della gara e Breen al secondo posto. Da segnalare le lacrime all'arrivo del nord-irlandese, che ha ringraziato la famiglia per averlo supportato in questi 9 anni intercorsi dalla tragica morte del suo ex navigatore Gareth Roberts in seguito a un terribile incidente che i due ebbero proprio in una prova speciale del Rally Targa Florio.

Per Basso un ottimo fine settimana, che lo ha portato a essere il nuovo leader della classifica CIR con 43 punti contro i 41 di Craig Breen, primo dei suoi avversari. La lotta, al momento, è relegata ai protagonisti del Targa Florio, perché Crugnola e Albertini - per motivi differenti - non hanno concluso la gara.

Partiamo da Stefano Albertini: dopo una bella rimonta che lo ha portato dal decimo posto di partenza al terzo, è incappato in un incidente nella PS9, penultima prova della gara, che ha addirittura costretto i commissari di gara ad annullare la prova a causa della sua vettura rimasta sulla sede stradale.

Andrea Crugnola, invece, non è nemmeno partito. Nel corso dello Shakedown si è verificato un problema tecnico al motore della Hyundai i20 New Generation R5 del campione italiano rally in carica e il team Friulmotor non ha avuto il tempo necessario per ripararlo e permettere al forte varesino di prendere il via della gara.

Tornando alla gara, il podio è stato completato da Damiano De Tommaso al volante della Citroen C3 R5 del team FPF. De Tommaso è stato protagonista di un bel duello con Stefano Albertini, ma quest'ultimo è uscito di strada nella PS9, lasciando campo libero all'avversario.

Tommaso Ciuffi e Nicolò Gonella si sono classificati al quarto posto davanti a Giacomo Scattolon, bravo a recuperare nell'ultimo giro di tre speciali previsto dopo aver perso numerose posizioni proprio a metà giornata ed essere finito ai margini della Top 10.

Da segnalare il ritiro di Paolo Andreucci, che in questo fine settimana ha portato all'esordio la Renault Clio Rally4. Sino a metà gara l'11 volte campione CIR era addirittura in testa alla classifica R2C, ma poi a causa di un problema tecnico alla Clio è stato costretto ad abbandonare la gara anzitempo.

Per quanto riguarda la gara delle WRC Thierry Neuville e Martijn Wydaeghe hanno trionfato davanti al compagno di marca Ole Christian Veiby, anche lui al volante di una Hyundai i20 Coupé WRC Plus. L'equipaggio belga ha vinto con un margine pari a 42"5, ma soprattutto è riuscito a fare numerose prove con assetti e gomme in vista delle prove su asfalto del WRC.

condivisioni
commenti
CIR, Targa Florio, PS5-7: Breen si avvicina a Basso
Articolo precedente

CIR, Targa Florio, PS5-7: Breen si avvicina a Basso

Prossimo Articolo

Breen ricorda Roberts portando la coppa sul luogo dell'incidente

Breen ricorda Roberts portando la coppa sul luogo dell'incidente
Carica commenti