Ciocco, PS11: Scandola penalizzato, allungo decisivo per Andreucci?

condivisioni
commenti
Ciocco, PS11: Scandola penalizzato, allungo decisivo per Andreucci?
Francesco Corghi
Di: Francesco Corghi
19 mar 2016, 16:21

Problemi ai freni per la ŠKODA Fabia R5 di Umberto Scandola, partito in ritardo. Il podio di Perico è ancora salvo. Vince Andreucci, Basso perde 5"4.

scattopeugeot
Paolo Andreucci e Anna Andreussi, Peugeot 208 T16, Peugeot Sport Italia
Paolo Andreucci e Anna Andreussi, Peugeot 208 T16, Peugeot Sport Italia
Paolo Andreucci e Anna Andreussi, Peugeot 208 T16, Peugeot Sport Italia
Paolo Andreucci e Anna Andreussi, Peugeot 208 T16, Peugeot Sport Italia
Paolo Andreucci e Anna Andreussi, Peugeot 208 T16, Peugeot Sport Italia
Paolo Andreucci e Anna Andreussi, Peugeot 208 T16, Peugeot Sport Italia

Paolo Andreucci sembra aver dato lo strappo decisivo per scrollarsi di dosso definitivamente Giandomenico Basso e involarsi verso la vittoria di Gara 1 del Rally Il Ciocco-Valle del Serchio.

Nella ripetizione della "Careggine", infatti, il pilota della Peugeot 208 T16 ha vinto precedendo la Ford Fiesta R5 del rivale veneto con 5"4 di margine: ciò vuol dire che il distacco complessivo fra i due in classifica generale è ora di 16"3, quando mancano solamente due PS al termine.

Anche nella lotta per il terzo posto c'è una novità importante: Umberto Scandola si è presentato in ritardo al via per un problema ai freni, dunque è incappato nell'inevitabile penalità di 10" imposta dal regolamento. La beffa è che Alessandro Perico (208 T16) è stato più lento della sua ŠKODA Fabia R5 proprio per una decina di secondi, con il pilota della 208 T16 che mantiene così il terzo posto, dal quale Scandola dista 10"7. L'infrazione potrebbe costare molto cara al veronese, ma non è detta l'ultima parola.

Simone Tempestini (Ford Fiesta R5) è sempre saldamente in quinta piazza, mentre lo svizzero Stefano Baccega (Fiesta R5) è riuscito a sopravanzare la Citroën DS3 R5 di "Ciava" e a conquistare la sesta piazza. Quest'ultimo ha cambiato il differenziale posteriore, ma continua a non avere feeling con la vettura.

Gabriele Cogni (Peugeot 207 S2000), leader della Classe A, resta sempre ottavo, ma la Fiesta R5 guidata da Antonio Rusce (sesto crono per lui) è sempre più vicina, ora staccata di soli 4"5.

Completa la Top10 Luca Panzani (Clio), il quale resta al comando della Classe 2WD seguito dalla Clio R3 di Ivan Ferrarotti e dalla Fiat 500 Abarth di Gianandrea Pisani.

Il trio Giorgio Bernardi, Marco Pollara e Alessandro Casella è sempre primo con le 208 R2 in Classe Junior, mentre il Gruppo N è ancora saldamente nelle mani di Marco Lombardi (Renault Clio RS).

CIR - Rally Il Ciocco, Classifica PS11

Prossimo articolo CIR
Con il CIR torna il contest #ScattoPeugeot

Articolo precedente

Con il CIR torna il contest #ScattoPeugeot

Prossimo Articolo

Andreucci chiude in testa Gara 1 del Rally del Ciocco e Valle del Serchio

Andreucci chiude in testa Gara 1 del Rally del Ciocco e Valle del Serchio
Carica commenti

Su questo articolo

Serie CIR
Evento Rally il Ciocco e Valle del Serchio
Sotto-evento Sabato
Autore Francesco Corghi
Tipo di articolo Prova speciale