Breen ricorda Roberts portando la coppa sul luogo dell'incidente

A 9 anni dal terribile incidente occorso al Rally Targa Florio 2012, Craig Breen è tornato a correre sulle strade siciliane cogliendo il secondo posto. A fine gara ha portato la coppa nel luogo in cui morì il suo navigatore Gareth Roberts, dove ora c'è un memoriale che lo ricorda.

Breen ricorda Roberts portando la coppa sul luogo dell'incidente

16 giugno 2012, 8 maggio 2021. Dal giorno più triste e devastante della carriera di Craig Breen sono passati 9 lunghi anni, in cui il nord-irlandese ha avuto modo di proseguire la sua carriera nei rally, di arrivare a correre nella massima serie, di centrare dei podi. Ma, tutto questo, con un pensiero e un posto nel proprio cuore, quello per il suo ex navigatore Gareth Roberts.

"Jaffa", il suo soprannome, fu vittima assieme a Breen di un terribile incidente. alla 96esima Targa Florio, prova valida per l'International Rally Championship e il Campionato Italiano Rally. Giunti a una curva sinistrorsa veloce, Breen perse il controllo della sua Peugeot 207 S2000, finendo contro un guard rail.

Questo sfondò la vettura e andò a colpire il povero Roberts, senza lasciargli scampo. Breen è tornato prima della gara sul luogo dell'incidente per promettere a Roberts che avrebbe fatto di tutto per vincere la gara e dedicargli il successo. Un grande Giandomenico Basso e alcuni piccoli inconvenienti sulla vettura di Breen lo hanno privato del successo, ma non di un bel secondo posto.

A poche ore dal termine della gara, Breen si è recato nuovamente sul luogo dell'incidente, dove ora c'è una pietra che ricorda Roberts, e ha lasciato la coppa vinta per il secondo posto colto nel terzo appuntamento del CIR 2021, proprio il Rally Targa Florio.

 

Arrivato sul posto e posata la coppa, Breen ha stappato una bottiglia di birra, in segno di festa e ha dedicato all'ex navigatore e amico un pensiero molto profondo, che lascia trasparire tutto il suo dolore e quanto ancora Roberts trovi posto nel cuore del pilota che corre attualmente per Hyundai Motorsport nel WRC.

"Ci ho provato (a vincere, ndr) e sfortunatamente per ragioni al di fuori del mio controllo la vittoria mi è stata tolta dalle mani all'ultimo momento. Abbiamo avuto un problema tecnico nella prima prova dopo il Service e ho perso 3 secondi che mi sono costati la vittoria. Abbiamo cercato di riparare la macchina per l'ultima prova, ma non è stato sufficiente".

"Fa male, fa davvero male, ma nello stesso modo in cui il destino ha preso la sua strada 9 anni fa, ha scelto la sua strada anche ieri".

"Da un punto di vista sportivo devo dire grazie alla squadra e a tutti coloro che hanno contribuito a rendere possibile questo fine settimana e anche al mio navigatore Louis per aver fatto un grande lavoro in condizioni molto difficili".

"Da parte mia, personalmente, grazie a tutti i fan che mi hanno scritto e inviato così tanti messaggi, centinaia e centinaia, durante la settimana. Forse il destino ha preferito che, qualora io riuscissi a vincere la gara, debba farlo con tutti i tifosi presenti, per festeggiare. Grazie alla mia famiglia e agli amici che mi hanno aiutato a superare una delle settimane più emozionanti della mia vita".

"Questa mattina, prima di partire, sono tornato lì (suo luogo della morte di Roberts, ndr) e ho festeggiato con Jaffa. Ho lasciato il mio trofeo, ma mi sono assicurato che ci sia spazio per il trofeo del vincitore quando tornerò. E lo farò".

Italia, Sicilia... Ti voglio bene", ha concluso Breen.

Tributo di Craig Breen a Gareth Roberts

Tributo di Craig Breen a Gareth Roberts

Photo by: Craig Breen

condivisioni
commenti
CIR: Basso batte Breen e vince il Rally Targa Florio
Articolo precedente

CIR: Basso batte Breen e vince il Rally Targa Florio

Prossimo Articolo

Suzuki Rally Cup: è tris per Goldoni-Macori al Targa Florio

Suzuki Rally Cup: è tris per Goldoni-Macori al Targa Florio
Carica commenti