Adriatico, PS9-10: Colombini balza al comando!

Le emozioni non mancano sugli sterrati marchigiani, con Denis Colombini che ha scavalcato Umberto Scandola e Simone Campedelli in una bagarre mozzafiato. Più staccati Basso e Andreucci.

Se Gara 1 del Rally Adriatico era stata piuttosto piatta e monotona, non si può certo dire che oggi gli appassionati del CIR si stiano annoiando nel gustarsi una Gara 2 che pare andrà a risolversi all'ultimo km.

Dopo la seconda ripetizione delle PS "Panicali" e "Avenale" al comando della classifica generale, con grande sorpresa, è balzato Denis Colombini.

Il sammarinese, al volante della sua ŠKODA Fabia R5, ha vinto la PS10 e ora precede quella ufficiale di Umberto Scandola per 1"4; il veronese, che si era portato a casa la PS9, ha fatto i complimenti all'avversario e sa che dovrà dare il massimo per battere la concorrenza.

In corsa per la vittoria c'è anche Simone Campedelli, che al momento è scivolato in terza piazza a +5"3 dalla vetta. Il pilota della BRC è seguito a 10" dalla Ford Fiesta R5 GPL del compagno di squadra Giandomenico Basso, trovatosi un po' in difficoltà con le gomme nel finale.

Paolo Andreucci è sempre quinto, ma il pilota Peugeot accusa un ritardo di 20"6 e ha ammesso qualche errore di troppo al volante della sua 208 T16.

Continua ad avere problemi la Fiesta R5 di Simone Tempestini, sesto, con il pilota del Wrtwinners Rally Team che ha accumulato 52"4 di distacco dal leader e ora spera di poter risolvere i guai nell'ultima sosta in servizio prima del loop di PS finale. Alle sue spalle sta arrivando la Fiesta S2000 di Federico Della Casa, che ora è a soli 2"5.

Si è invece fermato lungo la PS10 "Dedo" (Fabia R5), per cui all'ottavo posto sale la Subaru Impreza STI N4 di Luigi Ricci, seguito a ruota da Alessandro Bruschetta (Asd Scuderia Motor Group) e Daniele Ceccoli (Fabia S2000), che vanno a completare la Top10.

Il duo Ricci-Bruschetta è in vetta anche al Gruppo N. In terza posizione, ma molto più staccato, c'è Mattia Codato (Mitsubishi Lancer).

Nel Gruppo A il podio è occupato da Della Casa, con Ceccoli che ha superato Andrea Dalmazzini (207 S2000) nella lotta per il secondo posto.

Tra i giovani del CIR Junior comanda sempre la Peugeot 208 R2 di Giuseppe Testa. Si ritira invece Giorgio Bernardi, dunque il podio viene completato dalla 208 di Beatrice Calvi.

In Classe 2WD sempre primo Luca Panzani con lasua Citroën DS3 R3T, seguito dalla Renault Clio di Ivan Ferrarotti e da Testa.

Fra le donne Corinne Federighi (Renault Clio) è sola in vetta, ma ha accusato un problema di pressione dell'olio.

Dopo la pausa pranzo il rally si concluderà con la terza ripetizione di questi due percorsi.

CIR ADRIATICO - PS9
CIR ADRIATICO - PS10

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati CIR
Evento Rally Adriatico
Sub-evento Gara 2
Articolo di tipo Prova speciale