Adriatico, PS1: Scandola parte forte, Campedelli anche

Umberto Scandola è già in testa con la sua ŠKODA, ma Simone Campedelli ottiene subito un ottimo crono al debutto con la Fiesta R5 a gas. Andreucci è terzo davanti a Basso e Colombini, errore per Tempestini.

Umberto Scandola parte con il piede giusto al Rally dell'Adriatico, andando a vincere subito la PS1 "Santo Stefano".

Il pilota della ŠKODA ha completato i 7,94km di percorso sterrato in 5'32"6, piazzando la sua Fabia R5 davanti alla Ford Fiesta R5 GPL di Simone Campedelli.

Il pilota della BRC, al debutto con la vettura a gas, è staccato per 3"2, ma si è tolto subito la soddisfazione di mettersi alle spalle la Peugeot 208 T16 R5 del temibile Paolo Andreucci, giunto al traguardo con 4"3 di ritardo dal leader.

Giandomenico Basso è invece quarto a 6 decimi da "Ucci", mentre la Top5 è completata da Denis Colombini (ŠKODA Fabia R5).

Errore senza gravi conseguenze per Simone Tempestini, andato largo in un campo e giunto al termine con la parte anteriore della sua Fiesta R5 leggermente sfregiata. Il ragazzo con licenza rumena è sesto, seguito dalla Peugeot 208 T16 di Mauro Trentin e dallo svizzero Federico Della Casa, che ha momentaneamente abbandonato la Citroën DS3 R5 che utilizza nell'ERC per correre con una Fiesta S2000.

In Top10 troviamo anche "Dedo" (ŠKODA Fabia R5) e la Mitsubishi Lancer Evo IX condotta da Giovanni Manfrinato.

Fra i giovani la vetta se la prende subito Giuseppe Testa con la sua 208 R2, seguito dalle Peugeot di Giorgio Bernardi (+0"4) e Marco Pollara (+4"9).

Il duo Testa-Bernardi occupa anche il podio della Classe 2WD, dove al comando con 7"2 di margine troviamo Luca Panzani (Citroën DS3 R3T).

CIR ADRIATICO - Classifica PS1

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati CIR
Evento Rally Adriatico
Sub-evento Gara 1
Articolo di tipo Prova speciale