Uboldi ha provato gli aggiornamenti della Ligier a Magione

Sulla vettura della Eurointernational ha debuttato una nuova carrozzeria più leggera di 8 kg, ma anche una nuova aerodinamica anteriore utile ad aumentare il carico.

In vista della tappa che apre la seconda parte della stagione 2016 del Campionato Italiano Sport Prototipi, la pista di Magione ha ospitato una lunga giornata di test anche per Eurointernational. La squadra campione in carica con Giorgio Mondini ed attuale capoclassifica con Davide Uboldi, ha affrontato infatti una giornata preparatoria con lo sguardo rivolto al prossimo weekend, quarto round di campionato, ma anche al futuro.

"Siamo davvero molto soddisfatti per la giornata di test - ha commentato Antonio Ferrari, team principali di Eurointernational - Davide ha compiuto 92 giri senza riscontrare il minimo inconveniente. E sono particolarmente contento di questo perché dopo l'uscita di pista ad Imola, siamo dovuti intervenire radicalmente sulla vettura, sostituendo praticamente tutto il retrotreno. Tutto ha funzionato correttamente. Abbiamo anche montato la nuova carrozzeria, ora più leggera di circa 8 kg e sperimentato una nuova aerodinamica anteriore per aumentare il carico".

"Naturalmente la vettura è estremamente evoluta rispetto a Magione dello scorso anno, dove praticamente mettemmo in pista la Ligier per la prima volta in quella occasione. Davide è rimasto molto contento. In effetti questo è stato il nostro primo test assoluto essendoci finora limitati con lui solo ai weekend di gare. Abbiamo elevato le nostre velocità di punta che ora toccano i 225 km/h, dove non arrivavamo lo scorso anno. Uboldi ha poi ritrovato un comportamento molto più neutro nei cambi direzione, come nelle esse prima del rettilineo box, dove con la Osella avvertiva invece molto più rollio. Non abbiamo mai cercato il tempo, ma siamo molto soddisfatti dei rilievi cronometrici. Siamo pronti a dare battaglia il prossimo weekend. Siamo in testa al campionato e vogliamo rimanerci".

"Per questo obiettivo lo sviluppo tecnico assume un peso fondamentale - conclude Ferrari - la nostra ricerca è tale che le nostre stesse evoluzioni previste per il 2017 costituiranno lo sviluppo ufficiale Ligier della prossima stagione, anche attraverso una nuova carrozzeria studiata da noi. Non escludiamo poi che nella gara VdeV al Mugello del prossimo 11 settembre la nostra vettura sia portata in gara da Ligier con un suo equipaggio, proprio per verificare sul campo tutte le nostre soluzioni. E poi guardiamo sempre al futuro. Vogliamo far conoscere la nostra LMP3. Rappresenta una nuova espressione della categoria che quest'anno si è affermata tantissimo in campo internazionale".

"Credo che sia possibile sperimentarla anche in Italia. Anche perché dal punto di vista prestazionale è assolutamente in linea al CN2. A Vallelunga la nostra Ligier LMP3 gira in 1'30, proprio come un CN2 (la pole 2015 di Jacoboni con la Osella Progetto Corsa è stata in 1'30.871, n.d.a.). Ed anche dal punto di vista dei costi, per noi sarebbero identiche. Un nostro pilota cliente spenderebbe la stessa cifra per un weekend di Campionato Italiano, sia se corresse con un CN2, sia con una LMP3 qualora fosse ammessa al via. Se dovesse concretizzarsi questa prospettiva, nel weekend del 4 settembre a Vallelunga siamo pronti a portare in pista le due nostre Ligier LMP3 con uno schieramento di piloti che, posso assicurare, emozionerà".

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati CIP
Piloti Davide Uboldi
Team Eurointernational
Articolo di tipo Test