Appuntamento a Imola per la quinta gara dell'anno

Tappa di valore cruciale nella lotta al titolo tricolore, in un circuito dal grande valore tecnico

Conclusa la lunga pausa estiva il Campionato Italiano Sport Prototipi torna in pista il prossimo weekend nell’autodromo Enzo e Dino Ferrari di Imola, per il suo quinto round stagionale. Sarà una tappa di valore cruciale nella lotta al titolo tricolore, in un circuito dal grande valore tecnico e per una sfida al vertice apertissima come misurata da ben cinque diversi vincitori nelle otto gare disputate. 

Cruciale soprattutto per verificare se ed in che misura Giorgio Mondini (Ligier JS53 Eurointernational) potrà lanciarsi in una fuga finale, dopo essere balzato in testa alla classifica per il perentorio hat-trick nello scorso round al Mugello, dove ha firmato pole, vittoria e giro più veloce in entrambe le gare.

La volata, che dovrà però contare ancora due appuntamenti, l’ultimo dei quali con punteggio doppio, è ancora apertissima. E ne sono ben consapevoli gli inseguitori, soprattutto chi vuole chiudere un ciclo avaro di soddisfazioni.

È il caso del campione in carica Davide Uboldi (Osella Uboldi Corse Pata), lo scorso anno mattatore del weekend di Imola con pole, vittoria di gara 1 e giro veloce di gara 2 o Simone Iaquinta che lascia la Norma per salire sulla Wolf della Best Lap in coppia con Maurizio Pitorri.

Walter Margelli (Norma Nannini Racing), che tra l’altro precede i suoi avversari diretti grazie ad una lunga striscia di risultati utili, si candida invece a ritornare presenza stabile nelle posizioni da podio innanzitutto per capitalizzare l’attuale terzo posto in Campionato.
La bagarre di vertice registra poi il forfait di Marco Jacoboni (Osella Progetto Corsa), a lungo in testa alla classifica assoluta dove è ora al secondo posto dopo essere stato autore di 1 vittoria, altri 4 piazzamenti a podio, 2 pole position ed 1 giro più veloce. Le scelte degli sponsor impongono una pausa al pilota bolognese che però già guarda alla prossima stagione.

Ad avere lo sguardo rivolto al futuro, ma con le ruote sull’asfalto di Imola, è anche la Osella, pronta a schierare nuovamente l’ultimissima Evoluzione della PA21 dopo il ritiro per uscita di pista nelle prove al Mugello. A guidarla sarà sempre il 17enne Danny Molinaro che vuol farsi perdonare l’errore di gioventù che ha chiuso in anticipo il precedente esordio della nuova creatura del costruttore ex F1.

Ranieri Randaccio, dopo il nuovo quarto posto siglato al Mugello sulla Lucchini CN2 della S.C.I., punta a salire sul podio, dove invece vogliono ritornare Filippo Vita, sulla Osella della Progetto Corsa e Claudio Francisci, unico protagonista nella classe CN4 riservata alle 3 litri e strepitoso vincitore a Vallelunga sulla Lucchini Alfa Romeo 3.0 V6 della S.C.I.

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati CIP
Articolo di tipo Ultime notizie