Iscriviti

Sign up for free

  • Get quick access to your favorite articles

  • Manage alerts on breaking news and favorite drivers

  • Make your voice heard with article commenting.

Motorsport prime

Discover premium content
Iscriviti

Edizione

Italia Italia
Gara

CIAR | Crugnola vince il Rally 2Valli e va in testa al campionato

I campioni su Citroen C3 hanno conquistato con 6 scratch il 4° appuntamento del Campionato Italiano Assoluto Rally Sparco, davanti a Campedelli-Canton ed a Signor-Michi, entrambi su Skoda Fabia RS.

Andrea Crugnola, Pietro Elia Ometto, Citroen C3 Rally2

 Un successo per scacciare anche gli ultimi dubbi e andarsi a riprendere una leadership che ormai gli appartiene da tre stagioni. Con la determinazione che li ha resi unici, Andrea Crugnola e Pietro Ometto hanno vinto anche il 42° Rally Due Valli e sono tornati al comando del Campionato Italiano Assoluto Rally Sparco. È stata l’ennesima prova di forza da parte della coppia campione in carica sulla Citroen C3 Rally2 di FPF Sport, gommata Pirelli, che in questo quarto round ha centrato la sua terza vittoria in campionato con 6 scratch in 7 prove speciali, lungo i 106 chilometri d’asfalto disegnati sulle colline veronesi.

Per il pilota varesino ed il navigatore vicentino si tratta della terza firma nell’albo d’oro della gara organizzata da AC Verona e ACI Verona Sport, che gli permette di dare una spallata significativa alla classifica del tricolore complice anche l’uscita di scena sul finale dei principali avversari di questa annata. Giandomenico Basso e Lorenzo Granai sulla GR Yaris Rally2 infatti si sono ritirati ad una prova dal termine dopo una toccata in una chicane. Lo scontro tra le potenze principali del CIAR Sparco è rimasto in realtà in bilico solo nella giornata iniziale, quando le prime tre speciali avevano visto Crugnola-Ometto prendere l’inerzia con due scratch e Basso-Granai rispondere in serata per avvicinarsi fino a 2.8’’. Poi è arrivato l’assolo di Crugnola nel primo passaggio sulle due prove lunghe del sabato, la “Moruri” e la “Bolca”, utili per scavare un solco impossibile da colmare per tutti gli avversari. Hanno cercato quindi di capitalizzare al massimo la trasferta veronese Simone Campedelli e Tania Canton, che hanno sfruttato il ritiro di Basso-Granai per andarsi a prendere il secondo posto finale con ben 46.2’’ di distacco. L’equipaggio sulla Skoda Fabia RS di Stepfive era partito con grande motivazione già dal prologo, con il miglior tempo nelle qualifiche, ma la loro ambizione è stata ridimensionata subito da un testacoda nella PS2 che li ha fatti scivolare indietro ad oltre 18’’ dal vertice. Poi il cesenate ha recuperato fino al terzo posto, migliorato con la seconda posizione in chiusura dopo l’uscita di scena di Basso. Un piazzamento che permette a Campedelli e Canton di guadagnare anche il secondo posto nel CIAR Sparco, ora con 10.5 punti da Crugnola-Ometto.

 Un successo per scacciare anche gli ultimi dubbi e andarsi a riprendere una leadership che ormai gli appartiene da tre stagioni. Con la determinazione che li ha resi unici, Andrea Crugnola e Pietro Ometto hanno vinto anche il 42° Rally Due Valli e sono tornati al comando del Campionato Italiano Assoluto Rally Sparco. È stata l’ennesima prova di forza da parte della coppia campione in carica sulla Citroen C3 Rally2 di FPF Sport, gommata Pirelli, che in questo quarto round ha centrato la sua terza vittoria in campionato con 6 scratch in 7 prove speciali, lungo i 106 chilometri d’asfalto disegnati sulle colline veronesi.

Per il pilota varesino ed il navigatore vicentino si tratta della terza firma nell’albo d’oro della gara organizzata da AC Verona e ACI Verona Sport, che gli permette di dare una spallata significativa alla classifica del tricolore complice anche l’uscita di scena sul finale dei principali avversari di questa annata. Giandomenico Basso e Lorenzo Granai sulla GR Yaris Rally2 infatti si sono ritirati ad una prova dal termine dopo una toccata in una chicane. Lo scontro tra le potenze principali del CIAR Sparco è rimasto in realtà in bilico solo nella giornata iniziale, quando le prime tre speciali avevano visto Crugnola-Ometto prendere l’inerzia con due scratch e Basso-Granai rispondere in serata per avvicinarsi fino a 2.8’’. Poi è arrivato l’assolo di Crugnola nel primo passaggio sulle due prove lunghe del sabato, la “Moruri” e la “Bolca”, utili per scavare un solco impossibile da colmare per tutti gli avversari. Hanno cercato quindi di capitalizzare al massimo la trasferta veronese Simone Campedelli e Tania Canton, che hanno sfruttato il ritiro di Basso-Granai per andarsi a prendere il secondo posto finale con ben 46.2’’ di distacco. L’equipaggio sulla Skoda Fabia RS di Stepfive era partito con grande motivazione già dal prologo, con il miglior tempo nelle qualifiche, ma la loro ambizione è stata ridimensionata subito da un testacoda nella PS2 che li ha fatti scivolare indietro ad oltre 18’’ dal vertice. Poi il cesenate ha recuperato fino al terzo posto, migliorato con la seconda posizione in chiusura dopo l’uscita di scena di Basso. Un piazzamento che permette a Campedelli e Canton di guadagnare anche il secondo posto nel CIAR Sparco, ora con 10.5 punti da Crugnola-Ometto.

Gianandrea Pisani ha calato invece il poker nel Campionato Italiano Assoluto Rally Due Ruote Motrici, riuscendo a strappare con Massimo Moriconi su Peugeot 208 anche il round scaligero. Il campione in carica lucchese ha allungato ancora una volta su tutti gli altri protagonisti, nonostante una bella lotta in prova con Giorgio Cogni e Simone Brachi. Quest’ultimi infatti hanno firmato addirittura 4 prove speciali tenendo il ritmo del vincitore per tutta la gara, ma essendosi girati sulla PS3 perdendo circa 20“ non hanno potuto contendersi sul finale la vittoria, nonostante gli scratch arrivati proprio nelle battute conclusive. La toccata sulla prova finale di Lucchesi Jr, fino a quel momento in lotta per la seconda piazza, ha così aperto a Denis Vigliaturo in coppia con Ermanno Corradini la possibilità di strappare il 3° gradino del podio tricolore. 

Nei trofei monomarca che animano le serie tricolori Giorgio Fichera ed Enzo Colombaro hanno ottenuto il primo sigillo del 2024 nella Suzuki Rally Cup, davanti a Pellè-Franceschini secondi a 18.2“. Nella GR Yaris Rally Cup invece è arrivata la vittoria di Simone Di Giovanni ed Andrea Colapietro.

CLASSIFICA ASSOLUTA 42° RALLY DUE VALLI: 1. Crugnola-Ometto (Citroen C3) in 1:08'43.9; 2. Campedelli-Canton (Skoda Fabia Rs) a 46.2; 3. Signor-Michi (Skoda Fabia Rs) a 56.2; 4. Avbelj-De Guio (Skoda Fabia Rs) a 59.4; 5. Nucita-Pollet (Hyundai I20n) a 1'09.6; 6. Mabellini-Lenzi (Skoda Fabia Rs) a 1'12.9; 7. Sartor-Mattucci (Skoda Fabia Evo) a 1'58.6; 8. Rusce-Farnocchia (Skoda Fabia Rs) a 2'08.4; 9. Bottoni-Peruzzi (Skoda Fabia Rs) a 2'23.4; 10. Aragno-Guzzi (Skoda Fabia Evo) a 2'35.6;

CLASSIFICA ASSOLUTA CIAR SPARCO: 1. Crugnola-Ometto 60,5pt; 2. Campedelli-Canton 50pt; 3. Basso-Granai 45pt; 4. Signor-Michi 36pt; 5. Scattolon-Zanni 24pt; 6. Nucita-Pollet 19,5pt; 7. Avbelj 18,5pt; 8. Mabellini-Lenzi 12; 9. Andreucci 11,5pt; 10. Re 11pt.
 
CLASSIFICA CIAR DUE RUOTE MOTRICI: 1. Pisani 67,5pt; 2. Lucchesi 43pt; 3. Cogni 36pt; 4. Vigliaturo 28pt; 5. Campanaro 25pt.
 
CLASSIFICA CIR PROMOZIONE: 1. Signor 65pt; 2. Scattolon 46pt; 3. Avbelj 36,5pt; 4. Re 26 pt; 5. Sartor 24pt.

Be part of Motorsport community

Join the conversation
Articolo precedente CIAR | Crugnola si riscatta e vince il Rally Targa Florio

Top Comments

Sign up for free

  • Get quick access to your favorite articles

  • Manage alerts on breaking news and favorite drivers

  • Make your voice heard with article commenting.

Motorsport prime

Discover premium content
Iscriviti

Edizione

Italia Italia