Cambia il percorso del Rally Valle d'Aosta

Cambia il percorso del Rally Valle d'Aosta

Tra poco più di un mese apriranno anche le iscrizioni

A poco più di due mesi dal suo svolgimento, dal 28 al 30 marzo, il 41° Rally Valle d’Aosta – Saint Vincent, scopre alcune delle sue carte. Anche quest’anno toccherà a questa gara, una delle più amate d’Italia, ad inaugurare le sfide del sempre avvincente Trofeo Rally Asfalto, il campionato riservato ai gentlemen driver che amano le sfide sul catrame con le vetture World Rally Car. Occhi nuovamente puntati sulla gara “in Valle”, quindi, quest’anno ancora di più in quanto toccherà ad essa alzare la bandiera di partenza del Campionato cui la Federazione ha messo mano per renderlo ancora più avvincente. Sono stati infatti creati due gironi, composti da tre gare ciascuno oltre a due finali ed il 41. Rally Valle d’Aosta-Saint Vincent sarà la prima del Girone A, le altre due saranno Il Rally della Lanterna a Genova ed il Rally Proserpina in Sicilia, quest’ultimo facente parte anche del Girone B, composto invece dai Rally della Marca ed Appennino Reggiano, mentre le finali saranno il prestigioso “Sanremo” ed il Trofeo AC Como. Questa concreta ventata di novità per il Campionato assicurerà confronti ravvicinati ed anche alla distanza assai avvincenti, ispirando tatticismi e duelli emozionanti e per questo, già a questa prima kermesse aostana, hanno annunciato la loro presenza diversi dei “nomi” che hanno popolato la serie sino all’anno passato. Presso ACVA Sport, che ha la gestione tecnico-organizzativa della manifestazione su delega dell’Automobile Club Valle d’Aosta, il lavoro preparatorio sta procedendo a pieno regime per allestire al meglio una delle gare di rally più ambite dai piloti, tra quelle sempre seguite con forte attenzione dagli appassionati e dagli addetti ai lavori. Il rally è definito nei dettagli, il suo percorso è stato deliberato ed anche se non ne vengono svelate le particolarità, si annuncia che è stato ricavato dalla tradizione, quindi forte di Prove Speciali estremamente tecniche, selettive oltre che sicure. Con una novità, quella del momentaneo arrivederci di una “piesse” per fare posto al ritorno di un’altra che è stata per qualche tempo in stand-by. Logistica funzionale e contesti esclusivi, sono questi due dei valori aggiunti del Rally Valle d’Aosta-Saint Vincent. Come è stato confermato in larga parte il percorso di gara guardando “alla tradizione” così anche per la logistica si è cercato di farla rimanere sulle stesse linee del recente passato. Il Quartier Generale sarà dunque ancora Centro Congressi del Grand Hotel Billia della suggestiva città di Saint Vincent. Iscrizioni aperte dal 29 marzo al 21 aprile. E’ questo, il periodo con cui l’evento entrerà nella sua fase decisiva. Esaurito questo primo stadio, si arriverà al momento agonistico, il cui primo input saranno le ricognizioni del percorso, che i concorrenti effettueranno, da regolamento, con vetture di serie e sotto stretta sorveglianza di Ufficiali di Gara e Forze dell’Ordine. Ciò per garantire la massima trasparenza del confronto sportivo ed anche per non creare disagi alla popolazione residente. Mercoledì 27 e giovedì 28 aprile saranno dunque le giornate di lavoro per gli equipaggi al fine di prendere conoscenza del percorso e, sempre giovedì, avrà luogo la prima sessione di verifica sportiva e tecnica, presso il Palazzetto dello Sport di Saint Vincent, dalle ore 20,00 alle ore 23,00. Venerdì 29 aprile la giornata sarà intensa: dalle 08,30 alle 11,00 ancora turni di verifiche e praticamente in contemporanea (ore 08,00-12,00) si svolgerà lo “Shakedown”, il test con le vetture da gara a Castello di Quart. Alle ore 17,01 il rally partirà dalla consueta cornice di Piazza Cavalieri di Vittorio Veneto di Saint Vincent, per proporre le prime due prove speciali. Poi i concorrenti entreranno nel riordinamento notturno ad Aosta - Via Lavoratori Vittime Col du Mont – Pepiniere (adiacente al Parco Assistenza) a partire dalle ore 20,55. L’indomani la restante parte della gara, altre sei prove speciali, con arrivo finale e premiazione sul palco a partire dalle ore 18,11, sempre in Piazza Cavalieri di Vittorio Veneto a Saint Vincent. Come innanzi accennato, otto in totale gli impegni cronometrati per questa gara dai caratteri forti, lunga ben 447,050 Km, dei quasi 124,760 di sfide, il 27,9% del totale della distanza.
Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati Campionato Italiano WRC
Articolo di tipo Ultime notizie