Buhk e Baumann trionfano nella Main Race all'Hungaroring

condivisioni
commenti
Buhk e Baumann trionfano nella Main Race all'Hungaroring
Marco Di Marco
Di: Marco Di Marco
28 ago 2016, 12:18

Vittoria nella gara domenicale per l'equipaggio dell'HTP Motorsport con Buhk bravo ad approfittare dal caos alla partenza. Vanthoor conclude sul secondo gradino del podio precedendo Mies ma è poi penalizzato. Terzi Vautier e Rosenqvist.

Podio: i vincitori #33 Belgian Audi Club Team WRT Audi R8 LMS: Enzo Ide, Christopher Mies, al second
Podio: i vincitori #33 Belgian Audi Club Team WRT Audi R8 LMS: Enzo Ide, Christopher Mies, al second
#1 Belgian Audi Club Team WRT Audi R8 LMS: Frederic Vervisch, Laurens Vanthoor
#84 AMG Team HTP Motorsport Mercedes AMG GT3: Dominik Baumann, Maximilan Bühk
#1 Belgian Audi Club Team WRT Audi R8 LMS: Frederic Vervisch, Laurens Vanthoor
#33 Belgian Audi Club Team WRT Audi R8 LMS: Enzo Ide, Christopher Mies
#55 AF Corse Ferrari 458 GT3: Claudio Sdanewitsch, Rino Mastronardi

Sono Maximilian Buhk e Dominik Baumann i trionfatori della Main Race sul tracciato dell'Hungaroring. Buhk, scattato dalla quarta posizione, è riuscito a sopravanzare il leader e poleman Enzo Ide, vincitore della Qualifying Race in coppia con Mies, ed è riuscito a mantenere il comando agevolato anche da un periodo di full course yellow durato nove minuti nel corso della fase iniziale a causa di un contatto tra le vetture di Martin Plowman e Nicolaj Moller-Madsen.

Buhk è stato certamente agevolato dal caos in partenza, quando Enzo Ide, Tristan Vautier e Frederic Vervisch sono entrati affiancati alla prima curva, con Vautier che ha costretto Vervisch ad allargare eccessivamente la traiettoria.

Al restart Ide è retrocesso alle spalle della vettura gemella di Vervisch ed ha avuto la presenza costante negli scarichi di Vautier sino all'ingresso in corsia box per il pit obbligatorio.

La sosta ed il cambio pilota non hanno cambiato la situazione in testa alla gara con Baumann saldamente al comando con un secondo di vantaggio su Laurens Vanthoor, subentrato a Vervisch, e Mies in terza posizione.

L'ordine dei primi tre piloti non è cambiato sino alla bandiera a scacchi nonostante Mies abbia messo molta pressione su Vanthoor per conquistare il secondo gradino del podio e Baumann ha così regalato il successo al team HTP Motorsport.

Il pit stop è invece costato il quarto posto all'equipaggio Vautier-Rosenqvist, costretti a cedere la posizione all'equipaggio della vettura #28 composto da Rene Rast e Will Stevens, mentre in sesta posizione ha concluso il duo Jules Szymkowiak - Bernd Schneider davanti alla vettura #26 del team Sainteloc ed alla Audi #4 del WRT.

La classifica della gara ha subito tuttavia una variazione dopo l'arrivo. La direzione ha infatti deciso di sanzionare con 30 secondi di penalità la vettura di Vervisch e Vanthoor per unsafe release in occasione della sosta ai box. Questo ha consentito ad Ide di salire sul secondo gradino del podio seguito da Rosenqvist.

In Silver Cup successo per Michael Meadows e Stuart Leonard, mentre in Pro-Am festeggiano la vittoria Jean-Philippe Belloc e Christophe Bourret. In Am, infine, vittoria per l'equipaggio del Kessel Racing composto da Stephen Earle e David Perel.

 

Prossimo articolo BSS
Ravaglia: "Zanardi poteva finire nella top ten"

Articolo precedente

Ravaglia: "Zanardi poteva finire nella top ten"

Prossimo Articolo

Pole con record per Mirko Bortolotti a Brands Hatch

Pole con record per Mirko Bortolotti a Brands Hatch
Carica commenti

Su questo articolo

Serie BSS
Evento Budapest
Location Hungaroring
Piloti Laurens Vanthoor , Dominik Baumann , Maximilian Buhk
Team Team WRT
Autore Marco Di Marco
Tipo di articolo Gara