24 Ore di Spa: l'Audi serve il poker nelle prove libere

condivisioni
commenti
24 Ore di Spa: l'Audi serve il poker nelle prove libere
Matteo Nugnes
Di: Matteo Nugnes
28 lug 2016, 13:34

Le R8 monopolizzano le prime quattro posizioni con il miglior tempo di Haas davanti a Stippler, Bonanomi (primo di Pro-Am) e Baguette. Ad inseguire ci sono la Mercedes della HTP e la Lamborghini della Grasser.

#22 Nissan GT Academy Team RJN Nissan GT-R Nismo GT3: Sean Walkinshaw, Ricardo Sanchez, Matthew Simm
#84 AMG Team HTP Motorsport Mercedes AMG GT3: Dominik Baumann, Jazeman Jaafar, Maximilian Bühk
#15 BMW Team Italia BMW M6: Max Koebolt, Stefano Colombo, Giorgio Roda
#1 Belgian Audi Club Team WRT Audi R8 LMS: Frederic Vervisch, Will Stevens, Dries Vanthoor
#11 Kessel Racing Ferrari 488 GT3: Michal Broniszewski, Andrea Rizzoli, Alessandro Bonacini
#8 Bentley Team M-Sport Bentley Continental GT3: Andy Soucek, Maxime Soulet, Wolfgang Reip
#85 HTP Motorsport Mercedes AMG GT3: Luciano Bacheta, Indy Dontje, Clemens Schmid

Dopo i Bronze Test di martedì, oggi la 24 Ore di Spa-Francorchamps è entrata nel vivo con la prima sessione di prove libere da 90 minuti. La pioggia caduta copiosa in mattinata ha reso le condizioni un po' critiche, anche se la pista è andata via via migliorando e infatti i tempi più interessanti sono arrivati nel finale.

Le Audi hanno letteralmente fatto da padrone, monopolizzando addirittura le prime quattro posizioni, capitanata dalla R8 LMS con i colori della Sainteloc, che ha girato in 2'21"622 con Christopher Haase al volante.

Staccata di oltre 1"2 troviamo quella del Team Phoenix, che ha ottenuto il suo 2'22"849 con al volante Frank Stippler. Terzo tempo per l'italiano Marco Bonanomi, che quindi comanda la classifica della Pro-Am con la seconda vettura della Sainteloc. Completa il poker Bertrand Baguette per i colori del Team WRT. 

La prima delle Mercedes occupa la quinta posizione ed è quella della HTP affidata al terzetto Baumann/Jaafar/Buhk, che però si ritrova distanziata di quasi 2". Subito dietro poi c'è un altro italiano, ovvero Mirko Bortolotti, con la Lamborghini della Grasser.

Interessante anche la prestazione con cui Nicolas Armindo ha piazzato la Porsche della Attempto in settima posizione, quindi secondo di Pro-Am, davanti alla McLaren ufficiale portata in pista da Shane Van Gisbergen. La 21esima prestazione assoluta invece è valsa la leadership di Am Cup all'altra Audi della Sainteloc con Valentin Hasse Clot.

Da segnalare anche l'esposizione di un paio di bandiere rosse. La prima resasi necessaria per riportare in sicurezza la pista e la seconda quando la McLaren #59 è rimasta ferma lungo il tracciato a causa di un problema di elettronica.

Blancpain Endurance Series - 24 Ore di Spa - Prove Libere

Prossimo articolo BES