Lotus Evora, la granturismo diventa cattiva

condivisioni
commenti
Lotus Evora, la granturismo diventa cattiva
Di: Adriano Tosi
18 mag 2016, 20:00

Si chiama Hethel Edition 400 e celebra i 50 anni della fabbrica di Hethel con qualche kg in meno, più downforce e un look racing

Lotus Evora 400 Hethel Edition
Lotus Evora 400 Hethel Edition
Lotus Evora 400 Hethel Edition
Lotus Evora 400 Hethel Edition

L'anniversario in casa Lotus è di quelli importanti: 50 anni dalla fondazione della fabbrica di Hethel. Il modo scelto per festeggiarlo non è forse quello che i fan più sfegatati del marchio si aspettavano, visto che coinvolge la granturismo Evora e non la ben più iconica Elise, ma detto che non è l'unico (più avanti sono previste altre iniziative e serie speciali), offre comunque motivi più che validi per conoscerne i dettagli. Si tratta della versione Hethel Edition 400 e si basa sulla Evora 400, appunto. Un'auto che sulla bilancia denuncia 1.395 kg (quando si parla di Lotus è obbligatorio partire prima di tutto dal peso): non pochissimi in senso assoluto, ma si tratta pur sempre della  Evora più leggera di sempre.

Cala il peso, sale il carico aerodinamico

Per arrivare a questo risultato, gli ingegneri Lotus hanno lavorato su ogni comparto della vettura, limando 42 kg rispetto alla versione tradizionale. Risultato: lo 0-100 km/h viene completato in 4,2 secondi, mentre la velocità massima è in cifra tonda, 300 km/h. Numeri importanti, che però non dicono tutto della Hethel Edition 400, sulla quale due terzi della vettura differiscono dal modello standard. Il motore (3.5 V6), per esempio, è stato affinato nella sovralimentazione e nel raffreddamento e produce ora 400 CV e 410 Nm di coppia. Rinforzato (e alleggerito) il telaio. L'aerodinamica beneficia invece di un nuovo diffusore posteriore e dell'ala suddivisa in tre elementi e - secondo i dati diffusi dalla Lotus - genera una downforce doppia rispetto a quella del modello standard. Per chiudere l'impianto frenante è realizzato dalla AP Racing, mentre la trasmissione della potenza sull'asse posteriore è gestita da un differenziale autobloccante meccanico, abbinato però solo al cambio manuale (l'automatico è optional).

Sa come farsi notare

Le Hethel Edition 400 si distinguono per i cerchi forgiati in alluminio e per le pinze freno in contrasto. Specifiche anche le colorazioni: Essex Blue, Motorsport Black, and Racing Green, abbinabili a interni in pelle o Alcantara, rossi o neri in base al colore della carrozzeria. I più esigenti, ovviamente, possono personalizzare la vettura in ogni aspetto grazie al programma Lotus Exclusive.

Prossimo articolo Prodotto
Abarth 595, restyling di potenza

Articolo precedente

Abarth 595, restyling di potenza

Prossimo Articolo

BMW M140i e M240i, specie in via d'estinzione

BMW M140i e M240i, specie in via d'estinzione
Carica commenti

Su questo articolo

Serie Prodotto
Evento Lotus Evora 400 Hethel Edition
Sotto-evento Presentazione
Autore Adriano Tosi
Tipo di articolo Ultime notizie