Ferrari F12tfd: la speciale con quattro ruote sterzanti!

La Tour de France verrà realizzata in 799 esemplari. Il V12 ha una potenza di 780 CV con una coppia di 705Nm

Tour de France: la Ferrari riporta una sigla storica sulle sue berlinette grazie alla Ferrari F12tdf, l’edizione limitata che verrà presentata ufficialmente il prossimo 8 novembre al Mugello in occasione delle Finali Mondiale. Ecco le le prime immagini della “bomba” basata sulla F12berlinetta che verrà realizzata in 799 esemplari: il motore V12 aspirato di 6.262 cc ha 780 CV a 8.500 giri/min (contro i 740 CV della F12berlinetta) e può toccare i 340 km/h con un’accelerazione da 0 a 100 km/h in 2”9. La coppia massima è di 705 Nm che un picco a 6.750 giri/min.

CI SONO LE TROMBETTE AD ALTEZZA VARIABILE
I motoristi di Maranello hanno sfruttato l'esperienza maturata sulle monoposto di Formula 1, utilizzando punterie metalliche speciali, trombette di aspirazione ad altezza variabile e un cambio F1 DCT con rapporti più corti del 6% e tempo di cambiata ridotto del 30% e 40%. Tanto per dare un metro di misura possiamo dirvi che la Ferrari F12tdf gira a Fiorano in 1'21".

IL DIFFUSORE POSTERIORE OFFRE UN’AERODINAMICA ATTIVA
Il design è frutto del lavoro del Centro Stile Ferrari diretto da Flavio Manzoni: la F12tdf mostra nuovi pannelli della carrozzeria Aerobridge in fibra di carbonio a vista. Ridisegnato lo splitter anteriore con gli interessanti soffiaggi laterali. La vettura è caratterizzata da carreggiate visibilmente allargate rispetto alla F12berlinetta. E’ stata migliorata a anche l'efficienza aerodinamica (+230 kg di carico a 200 km/h). Il lunotto posteriore è stato inclinato in modo da ottimizzare l'aerodinamica, così come lo spoiler posteriore è stato alzato di 30 mm e arretrato di 60 mm. Interessante il lavoro di ricerca sul diffusore posteriore che è dotato di tre "portelle attive".

CI SONO LE QUATTRO RUOTE STERZANTI
I cerchi in lega di tipo ultra leggero sono a cinque razze sdoppiate (10" J davanti, 11,5" J dietro) con pneumatici 275/35 ZR 20 e 315/35 ZR 20. La maggiore larghezza degli pneumatici anteriori (+8%) ha permesso di migliorare il grip anteriore in accelerazione, mentre l’assetto posteriore è caratterizzato dal Passo Corto Virtuale (PCV), il sistema di ruote posteriori sterzanti a regolazione automatica che si modifica in funzione di velocità, angolo e velocità di sterzata del volante.

INTERNI IN CARBONIO E ALCANTARA
Anche l'abitacolo della Ferrari F12tdf è stato pensato per ottenere la massima leggerezza: si è fatto largo uso dei materiali compositi. Sono in carbonio a vista anche le palpebre! I rivestimenti soni realizzati in Alcantara. Questa Hypercar di pesa 1.415 kg, vale a dire 110 kg in meno rispetto alla F12berlinetta.

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati Prodotto
Evento Ferrari F12tfd, la presentazione
Sub-evento Presentazione
Articolo di tipo Ultime notizie