BMW M3, la versione speciale per i suoi primi 30 anni

condivisioni
commenti
BMW M3, la versione speciale per i suoi primi 30 anni
Di: Adriano Tosi
01 giu 2016, 20:00

"30 Jahre M3" si chiama così la versione speciale che BMW dedica a uno dei suoi modelli più rappresentativi, nato appunto nel 1986.

BMW M3 30 Jahre Edition
BMW M3 30 Jahre Edition
BMW M3 30 Jahre Edition
BMW M3 30 Jahre Edition
BMW M3 30 Jahre Edition
BMW M3 30 Jahre Edition
BMW M3 30 Jahre Edition
BMW M3 30 Jahre Edition

A 30 anni si mette su famiglia o ci si continua a divertire. La BMW M3, splendida trentenne, ha scelto di non scegliere: alla famiglia ha già pensato qualche anno fa con le versioni cabrio e coupé, ora diventate M4; per completare il quadretto mancherebbe la variante station wagon (che Audi RS4 e Mercedes C AMG invece hanno), ma questo è un altro discorso. Al divertimento invece non ha mai rinunciato. Per fortuna aggiungiamo noi. Per il suo compleanno, BMW - che a sua volta ne fa 100 - le ha regalato una versione speciale, la "30 Jahre M3".

Leggere modifiche, solo nel look

Realizzata in soli 500 esemplari per tutto il mondo e in vendita da quest'estate (in Germania costerà 10.000 euro in più della versione standard), la 30 Jahre M3 si basa sul Competition Package. Il motore eroga quindi 450 CV contro i 431 della versione "base", supportato tra gli altri da: assetto adattivo M, pneumatici 265/30-20 anteriori e 285/30-20 posteriori, impianto di scarico sportivo, taratura specifica del controllo di stabilità e del differenziale autobloccante; completano la dotazione sedili più contenitivi, cinture di sicurezza anteriori con M Stripes, etc.. Siccome la base è tecnicamente molto valida, questa versione si distingue solo per le colorazioni e per i badge specifici (per ora è nota solo la Macau Blue) e per la scritta 30 Jahre M3 sui poggiatesta dei sedili.

Da dove nasce il mito?

Visto che di trentesimo compleanno si tratta, qualche riga la prima M3 la merita. Rispetto al 1986, ovviamente, molte cose sono cambiate. Allora, i cilindri erano quattro, la cilindrata era di 2,3 litri (per 200 CV, 195 con catalizzatore), mentre il cambio era manuale con la prima in basso a sinistra. L'elettronica? Era una presenza molto discreta, limitata al motore e poco altro. Dati tecnici a parte, chiunque abbia avuto la fortuna di guidarla la porta ancora nel cuore, non tanto per le prestazioni, ma per il piacere di guida che sapeva regalare e per l'intima connessione uomo/macchina che si instaurava già dopo pochi km.

Prossimo articolo Prodotto
Ferrari: 458 MM speciale, l'ultima One-Off del Cavallino

Articolo precedente

Ferrari: 458 MM speciale, l'ultima One-Off del Cavallino

Prossimo Articolo

Subaru WRX STi, non cambierà mai (per fortuna)

Subaru WRX STi, non cambierà mai (per fortuna)
Carica commenti

Su questo articolo

Serie Prodotto
Evento BMW M3 30 Jahre Edition
Sotto-evento Presentazione
Autore Adriano Tosi
Tipo di articolo Curiosità