Formula 1
01 ago
-
04 ago
Evento concluso
G
GP del Belgio
29 ago
-
01 set
MotoGP
09 ago
-
11 ago
Evento concluso
23 ago
-
25 ago
FP3 in
15 Ore
:
15 Minuti
:
10 Secondi
WRC
01 ago
-
04 ago
Evento concluso
22 ago
-
25 ago
Giorno 3 in
11 Ore
:
35 Minuti
:
10 Secondi
WSBK
12 lug
-
14 lug
Evento concluso
G
Algarve
06 set
-
08 set
Prossimo evento tra
13 giorni
Formula E
12 lug
-
13 lug
Evento concluso
14 lug
-
14 lug
Evento concluso
WEC
G
Silverstone
30 ago
-
01 set
Prossimo evento tra
6 giorni
04 ott
-
06 ott
Prossimo evento tra
41 giorni

Alfa Romeo Stelvio Quadrifoglio e Porsche 911 GT2 RS, che record al ’Ring!

condivisioni
commenti
Alfa Romeo Stelvio Quadrifoglio e Porsche 911 GT2 RS, che record al ’Ring!
Di:
5 ott 2017, 15:29

Meno di 8 minuti per il SUV, meno di 7 per la due posti di Stoccarda da oltre 700 CV. Risultati monstre, ottenuti Fabio Francia e Lars Kern rispettivamente

Alfa Romeo Stelvio Quadrifoglio
Alfa Romeo Stelvio Quadrifoglio
Porsche 911 GT2 RS Nurburgring Record
Alfa Romeo Stelvio Quadrifoglio
Alfa Romeo Stelvio Quadrifoglio
Alfa Romeo Stelvio Quadrifoglio
Alfa Romeo Stelvio Quadrifoglio
Alfa Romeo Stelvio Quadrifoglio
Alfa Romeo Stelvio Quadrifoglio
Alfa Romeo Stelvio Quadrifoglio
Alfa Romeo Stelvio Quadrifoglio

La “febbre Nordschleife" non accenna a calare: le ultime auto ad aver segnato un record di categoria sono l’Alfa Romeo Stelvio Quadrifoglio e la Porsche 911 GT2 RS. Prima di ogni altra considerazione e senza voler mettere in dubbio la buona fede delle Case, è bene però ricordare che si tratta di tempi ufficiosi, senza omologazione ufficiale della FIA. Dicevamo, non ci sono antipiretici (come l’auto elettrica, per esempio) che riescano ad abbassare la temperatura dei reparti di sviluppo delle Case automobilistiche, quando si tratta di omologare un nuovo record sui 20 km abbondanti di asfalto tra i più difficili del mondo. Anzi, c’è da aspettarsi che nei prossimi anni cominceranno a fioccare giri record anche di auto a batteria: del resto, quale miglior biglietto da visita per una sportiva a emissioni zero (allo scarico), di un bel riferimento cronometrico su un tracciato tanto famoso? Si può già ipotizzare, pneumatici permettendo, l’omologazione di serie di giri, che mettano in evidenza non solo la prestazione assoluta ma anche la resistenza del pacco batterie sotto massimo carico. Ma torniamo con i piedi per terra, anzi con le gomme al ’Ring, e vediamo cosa sono stati capaci di fare il SUV italiano e la super sportiva tedesca.  

Record a qualche spanna da terra

L’Alfa Romeo Stelvio Quadrifoglio ha fermato il cronometro dopo 7 minuti, 51 secondi e 7 decimi. Un tempo che stupisce, se si pensa che è stato realizzato da un SUV, ma che assume una dimensione più comprensibile se invece si tiene conto che la base di partenza è la stessa della Giulia Quadrifoglio e che al volante c’era anche stavolta, come sulla berlina, il collaudatore Fabio Francia. Il secondo SUV più veloce, tanto per dare un riferimento, è staccato di 8 secondi e 4 centesimi: 7’59”74 per la Porsche Cayenne Turbo S (la generazione precedente). A proposito di Sport Utility, però, c’è da dire che il record dell’Alfa Romeo è già sotto minaccia: alla nuova Cayenne Turbo non dovrebbe mancare molto prima di provarci e, a qualche mese di distanza, arriverà il tentativo di Lamborghini con Urus. 

La stradale più veloce di sempre

La barriera dei 7 minuti, nel caso della 911 GT2 RS, è stata invece abbattuta largamente: 6’47”xxx, per la precisione, il tempo della coupé tedesca. Un tempo pazzesco, che sarà costato non poca fatica al collaudatore Lars Kern, ma che vale alla più estrema delle 911 la palma di auto di serie più veloce al mondo. Fatica, dicevamo, perché i mostruosi 700 CV e 750 Nm di coppia del sei cilindri boxer sovralimentato a più non posso si scaricano sulle sole ruote posteriori. Proprio la posizione del motore, posteriore a sbalzo, come tutti saprete, potrebbe essere stato però uno degli assi della GT2 RS, grazie alla motricità che regala in uscita dalle curve, soprattutto quelle più strette e sconnesse.

 

Prossimo Articolo
Audi RS4, torna al V6 biturbo, ma non rinuncia ai CV

Articolo precedente

Audi RS4, torna al V6 biturbo, ma non rinuncia ai CV

Prossimo Articolo

Lamborghini, forse in arrivo una berlina a 4 porte

Lamborghini, forse in arrivo una berlina a 4 porte
Carica commenti