Grosjean: "Vorrei tornare in Formula 1"

Il francese si racconta dopo la conquista del titolo dell'Auto GP

Grosjean:
Sono felicissimo per me e per il team DAMS. Vincere il titolo essendo entrato nel campionato solo dal terzo evento in poi non solo è qualcosa che non credevo possibile, ma è anche il modo migliore per ringraziare la squadra per la fiducia che hanno riposto in me. Mi hanno permesso di tornare a fare quello che amo di più, guidare una monoposto, e questo ha dato vita a una serie di eventi positivi che spero abbiano chiuso un periodo non facile della mia carriera. Ora spero di aver svoltato verso un futuro più sereno”. Sono state queste le prime parole di Romain Grosjean sul podio, dopo essere stato appena incoronato campione dell’Auto GP. Poi, a freddo, il pilota francese è ritornato sulla sua stagione: “Ho iniziato a parlare dell’Auto GP con la DAMS a maggio, in occasione della gara di Barcellona della GP2. Poi alla 24 Ore di Spa ne abbiamo riparlato. In quel momento guidavo nel FIA GT, che di per sé era una bella opportunità considerando soprattutto che a inizio stagione i risultati sono stati ottimi. Però guidare una monoposto è la cosa che amo di più e quando la DAMS mi ha dato l’occasione di farlo decidere è stato facile. Inizialmente l’accordo era solo per Spa, ma abbiamo subito vinto la gara e i rapporti col team sono stati talmente buoni che andare avanti è stata una scelta naturale”. Da lì sembra che la tua annata abbia svoltato. La Dams ti ha richiamato anche per la GP2 e la Pirelli ti ha scelto per i test delle sue gomme F.1. Che ruolo pensi abbia avuto l’Auto GP in questa svolta?È stata fondamentale. È proprio vedendo quanto bene lavoravamo insieme in Auto GP, con quanta facilità arrivavano grandi prestazioni e risultati, che la DAMS ha pensato a me per la GP2. Non sapevano a che punto erano con quella macchina e hanno creduto che potessimo ripetere anche in GP2 l’ottimo lavoro fatto nell’Auto GP. È andata effettivamente così, e da lì le cose sono molto cambiate per me. È grazie all’Auto GP che sono rientrato nel giro delle monoposto e della GP2”. Cosa ti aspetti dal futuro e cosa vorresti per il prossimo anno?Cosa aspettarmi non lo so, è ancora presto ed è molto difficile capire cosa farò. Quello che vorrei è abbastanza ovvio, vorrei poter tornare in Formula 1 e con un sedile competitivo, per gareggiare sul serio e non tanto per partecipare. Altrimenti anche una stagione in GP2 sarebbe una buona opzione, soprattutto contando che nel 2009 per la chiamata della Renault F.1 ho dovuto abbandonare il campionato a metà quando ero in lotta per il titolo”. Consiglieresti l’Auto GP a un pilota che deve prepararsi per la GP2? “Considerando anche il fatto che la nuova GP2 non ha effetto suolo, credo che l’Auto GP per performance e prestazioni sia la macchina che si avvicina di più, per cui è decisamente una buona scuola”.
Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati Auto GP
Piloti Romain Grosjean
Articolo di tipo Ultime notizie
Tag immatricolazioni, produzione