Vilarino assapora il terzo titolo in quattro anni

Vilarino assapora il terzo titolo in quattro anni

Il campione spagnolo racconta una stagione entusiasmante e ricca di duelli con grandi piloti

Dopo un finale di stagione 2014 al cardiopalma, con un campionato perso per un solo punto, Ander Vilarino è tornato ad indossare la corona della NASCAR Whelen Euro Series conquistando tre vittorie, nove arrivi in Top Five e dodici in Top Ten.

Al termine di una stagione entusiasmante, il campione spagnolo ha esternato tutta la sua felicità: "Sono davvero contento. E' fantastico celebrare nuovamente con mia moglie, i miei figli ed il mio team. Questo titolo è il più bello sino ad ora conquistato, specie considerando come ho perso il campionato dello scorso anno, per un solo punto e per tanta sfortuna. Perdere in quel modo è stata dura da accettare".

"La cosa più importante è stata tornare a vincere nuovamente - ha dichiarato Vilarino - il campionato è stato molto duro da un punto di vista psicologico, ma anche molto eccitante specie considerando le dure lotte con piloti esperti come Anthony Kumpen, Frederic Gabillon, il mio compagno di team Romain Iannetta, Bert Longin ed anche contro alcuni giovani talenti come Eddie Cheever III, Nicolò Rocca e Alon Day".

La famiglia ha giocato un ruolo importante nel corso di una stagione dura come quella del 2015: "Tutta la mia famiglia mi ha sempre sostenuto. Mia moglie Irune è certamente la persona più importante per me. Capisce cosa rappresentino le gare, quanto si debba faticare e quante energie mentali vengono assorbite. Avere lei ed i miei figli al mio fianco è stato speciale. Spero che loro ricordino con affetto questi momenti così come io ricordo quelli passati in pista accanto a mio padre".

Guardando alla stagione appena conclusa, i 35 punti di vantaggio su Alon Day possono far credere che la stagione sia stata semplice per lo spagnolo, ma con sei differenti rivali che hanno vinto almeno una gara, il campionato non è stato per nulla facile per il pilota di Hondarribia.

Ciò che Vilarino ha apprezzato di più è stato il rispetto mostrato in pista da tutti i rivali: "E' stata una stagione da ricordare per le battaglie in pista. Tutti i rivali sono stati molto veloci, il mio compagno di team ha fatto un lavoro eccezionale, ma allo stesso tempo eravamo tutti molto rispettosi e, in tutta sincerità, posso affermare che vincere un titolo contro questi piloti è un valore aggiunto".

Vilarino ha un posto speciale nelle statistiche, essendo il pilota più vincente della NASCAR Whelen Euro Series: "Tutte questi numeri sono grandiosi, ma ciò che conta è essere competitivi. Le statistiche indicano che siamo stati veloci e in grado di lottare per la vittoria ad ogni appuntamento. Non credo molto nei numeri, ma ci sono circuiti che amo particolarmente come Valencia, dove ho vinto il maggior numero di gare con auto differenti, e Brands Hatch che ritengo sia il miglior evento nel calendario NASCAR Whelen Euro Series".

Il momento più difficile per lo spagnolo è arrivato nel corso delle semifinali italiane. Quando Nicolò Rocca è venuto fuori come rivale principale, lo spagnolo è uscito di pista alla seconda curva, riuscendo tuttavia a rientrare in gara e terminare quinto mantenendo il comando del campionato. Meno di un mese dopo, a Zolder, è stato protagonista di uno spettacolare incidente, mentre Rocca è stato costretto al ritiro.

"Con i doppi punti nelle ultime quattro gare - ha proseguito lo spagnolo - non era consentito commettere alcun errore. Siamo stati veloci e consistenti nel corso dell'intera stagione ma anche un pizzico fortunati. La fortuna che ci è mancata nel 2014 è tornata nel 2015. Sarà un grande onore avere la mia auto nella NASCAR Hall Of Fame e vedere il mio nome nella Whelen Hall Of Champions ancora una volta".

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati Altre Turismo
Piloti Ander Vilarino , Nicolo Rocca
Articolo di tipo Ultime notizie