Mini Challenge 2017: la classe Lite è l'entry level a basso costo

condivisioni
commenti
Mini Challenge 2017: la classe Lite è l'entry level a basso costo
Redazione
Di: Redazione
28 mar 2017, 07:33

Ecco la prima immagine della Mini Challenge Lite che, con cambio e centralina di serie, è disponibile pronta corse a 38 mila euro + iva. La versione Pro, invece, è stata rivista con un kit che è stato deliberato nei giorni scorsi a Misano. Scopriamo tutte le novità...

Il Mini Challenge nel 2017 raddoppia gli sforzi: la novità è che quest’anno potranno correre nel monomarca promosso da Mini Italia e gestito dalla Promodrive due diverse vetture. Oltre alla MINI Challenge Pro, vale a dire la protagonista dell’edizione 2016 dotata di un kit di aggiornamento, si affiancherà anche la nuova MINI Challenge Lite, con l’obiettivo di far entrare nel mondo delle corse piloti che possono essere attratti dai costi di acquisto e di gestione particolarmente contenuti, diventando una leva particolarmente interessante per i debuttanti.

Nei giorni scorsi sulla pista di Misano, Stefano Gabellini ha completato il lavoro di messa a punto e delibera del kit Pro che comprende un supporto aggiuntivo del gruppo motore-cambio e una nuova mappatura della centralina Bosch che permette al propulsore 2.0 Twin Power Turbo di erogare 265 cavalli, oltre a un nuovo leveraggio del cambio sequenziale che è a 6 marce e dalle diverse bandelle laterali dell’ala posteriore.

La MINI Challenge Lite, invece, per abbattere sensibilmente i costi è nata sempre sulla base della nuova John Cooper Works F56, visto che alla fine della scorsa stagione la vecchia Cooper S è andata meritatamente in pensione.

La Lite si differenzia essenzialmente per due aspetti: il cambio è rimasto quello manuale di serie manuale, proprio come la centralina, per il motore ha una potenza di 231 cavalli. Il MINI Challenge, quindi, proporrà due classi distinte che avranno classifiche e premi separati, ma a fare la grande differenza saranno i costi di partecipazione: la Pro circa 55 mila per la stagione, mentre il prezzo della Lite si aggira intorno ai 35 mila euro.

I promotori, inoltre, hanno studiato anche delle agevolazioni per chi corre con la Lite con costi d’iscrizione al campionato e alle gare che saranno minori. Va detto che la classe sarà costituita se ci saranno almeno cinque vetture al via: possiamo già anticipare che le prime cinque Lite deliberate sono state tutte vendute e Alberto Cioffi e Alessandro Suerzi, protagonisti l’anno scorso con le Cooper S, sono stati i primi iscritti nella categoria Lite.

Fra le iniziative apprezzabili del MINI Challenge 2017 è giusto mettere in rilievo il fatto che nel corso della settimana tutti i team che posseggono una vettura portano il loro motore all’Autotecnica per certificare che tutti i propulsori, che saranno verificati e piombati, rispondano alle caratteristiche tecniche previste, affinché non ci siano disparità di prestazioni, mettendo tutti i concorrenti alla pari. L’idea Promodrive è stata condivisa nel pieno accordo con le squadre.

MINI Challenge Pro
MINI Challenge Pro

Photo by: Mini

In funzione di queste novità è previsto che la griglia di partenza possa essere rimpolpata dall’arrivo di nuove strutture che stanno trattando il loro ingresso che verrà ufficializzato quanto prima, ma intanto si segnala il colpo del team campione 2016 con Ivan Tramontozzi: Superchallenge by A.C. racing ha definito un accordo con il giovane Simone Iaquinta che arriva dalla Carrera Cup Italia. Anche Luca Rangoni-Maurizio Losi aspettano di chiudere con A.C.racing, mentre è attesa la presenza dei dealer da corsa Luca Gori e Andrea Nember.

Progetto E20 ha formalizzato l’acquisto di una seconda vettura in versione Pro: sulla prima è confermata la coppia formata da Gianluca Calcagni e Filippo Zanin, mentre la CAAL Racing starebbe definendo la conferma di Alessio Alcidi, mentre tratta con un ex kartista che vuole debuttare con una Lite.

Il vincitore dell’edizione 2016 del Motor Show, Tobia Zarpellon, sta cercando una sistemazione per essere al via nella serie 2017, così come si attendono le presenze di Rachele Somaschini e Massimo Zanini

Il calendario 2017

  • 29-30 aprile         Imola
    3-4 giugno           Misano
    17-18 giugno       Monza
    29-30 luglio          Magione
    23-24 settembre Vallelunga
    7-8 ottobre           Mugello
Prossimo articolo Altre Turismo
Coppa Italia: Gunnella e Alborghetti si impongono a Magione

Articolo precedente

Coppa Italia: Gunnella e Alborghetti si impongono a Magione

Prossimo Articolo

Renzo Giorla DS e... tanto Ticino per la Scuderia Ravetto & Ruberti

Renzo Giorla DS e... tanto Ticino per la Scuderia Ravetto & Ruberti
Carica commenti

Su questo articolo

Serie Altre Turismo
Autore Redazione
Tipo di articolo Ultime notizie