Schothorst battistrada, ma è il... fratello Pieter

Schothorst battistrada, ma è il... fratello Pieter

A Silverstone esordio al comando per il consanguineo di Steijn con una RS01 dell'Equipe Verschuur

Un esordio col... botto, benché non in senso letterale. Alla prima uscita ufficiale nel Trofeo Renault Sport, Pieter Schothorst (Equipe Verschuur) ha infatti centrato il miglior tempo nei primi test collettivi dell'estate. A Silverstone, il pilota olandese ha battuto il fratello e leader della classifica Elite, Steijn Schothorst (Equipe Verschuur), e l'italiano David Fumanelli (Oregon Team). Nella categoria "Prestige", Richard Gonda (ART Junior Team) ha dominato invece le due sessioni precedendo Jeroen Schothorst (Equipe Verschuur) e Dario Capitanio (Oregon Team).

"Questa prima giornata non poteva andare meglio! È un buon inizio di week end. La macchina è impressionante, tanto più su un circuito che richiede parecchio carico aerodinamico e ha curve fluide da affrontare ad altissima velocità”, ha raccontato Pieter Schothorst. “Il mio collo ha sofferto molto, ma ne ho tratto per lo meno molto divertimento. La competizione sarà agguerrita, soprattutto con mio fratello che finora ha avuto una marcia perfetta in campionato, soprattutto da un punto di vista del punteggio. Il mio obiettivo sarà quello di salire sul podio".

In azione prima di tutti gli altri sulla pista britannica, Bas Schothorst (Zele Racing) si è rapidamente portato nella zona anteriore dell'ordine dei tempi, scambiando poi tale ruolo con il pilota di casa Luciano Bacheta (Oregon Team). A circa un terzo della sessione, Pieter Schothorst si è spostato al vertice, ma è stato in seguito battuto verso metà turno da Steijn Schothorst, che ha fermato il cronometro su 1'56”623. Pieter Schothorst e Indy Dontje (ART Junior Team) si sono collocati loro accanto sul foglio dei tempi. Quarto assoluto e leader delle vetture della categoria Prestige, Richard Gonda è stato virtualmente seguito da Dario Capitanio e Niccolò Nalio (Oregon Team).

"Questa pausa di undici settimane è stata interminabile! Sono molto felice di essere tornato in macchina, ancora di più di averlo fatto con mio fratello nella stessa squadra”, ammette Steijn Schothorst. “In squadra c'è adesso un eccellente compagno, con il quale potremmo certamente compiere ogni genere di progresso. Forse ho anche qualcosa di più da ottenere da questo fine settimana inglese. Lui può essere una minaccia per me da un punto di vista della capacità di mantenere il mio record del cento per cento di punti conquistati, ma mi concentrerò soprattutto sulla mia di prestazione. Abbiamo imparato molto oggi e non vedo l'ora di buttarmi a capofitto nel resto del fine settimana".

Nel pomeriggio, Pieter Schothorst ha stracciato il tempo di riferimento stabilito dal fratello. Il consanguineo di Steijn si è migliorato soltanto dopo la boa di metà sessione, con il tempo di 1'56”222. Il pilota olandese ha detenuto a lungo il miglior crono delle prove collettive, pur venendo brevemente surclassato da Adalberto Baptista (Oregon Team). Steijn Schothorst e David Fumanelli hanno completato la graduatoria dei top three. Richard Gonda è stato, ancora una volta, il migliore della specialità “Prestige”, davanti a Jeroen Schothorst e Dario Capitanio.

"Non vedevo l'ora di tornare in macchina, soprattutto su un circuito spettacolare come Silverstone. È stata una lunga estate di stop, ma io ho comunque continuato ad allenarmi in palestra!”, ha raccontato Richard Gonda. “Questo ritorno in azione è andato bene, sia per i tempi che abbiamo segnato che per la qualità dei nostri collaudi. Abbiamo estratto il massimo da un buon inizio di stagione, ma ci sono ancora un sacco di corse da disputare. L'obiettivo è quello di prendere la testa nella mia categoria e non aspetto altro che scendere in pista per le qualifiche!".

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati Altre Turismo
Piloti Pieter Schothorst , David Fumanelli , Steijn Schothorst , Dario Capitanio
Articolo di tipo Ultime notizie