Un giro del circuito di Silverstone per l’attivista disabile Claire Lomas

condivisioni
commenti
Un giro del circuito di Silverstone per l’attivista disabile Claire Lomas
Di: Daniela Piazza
12 set 2018, 10:11

La 38enne paraplegica è scesa in pista con una Ducati SuperSport S in occasione del round del British Superbike Championship e ha in programma di continuare a seguire il campionato, per effettuare un giro del tracciato in ogni tappa del calendario.

Non bisogna mai arrendersi. Mai darsi per vinti, nemmeno quando il tuo mondo cambia irrimediabilmente, o quando la tua grande occasione sembra essere ormai sfumata. Perché se trovi la forza di reagire la vita può sorprenderti, con occasioni che non ti saresti mai immaginato.

Il mondo dello sport è pieno di storie di persone incredibili. Come Alex Zanardi, che nella disabilità ha trovato la forza per tornare a gareggiare in auto e nel paraciclismo; Billy Monger, tornato a correre in monoposto a pochi mesi dall’amputazione delle gambe; o la meno nota Claire Lomas.

Paraplegica dal 2007 a causa di un incidente a cavallo, che l’ha lasciata paralizzata dal torace in giù, la 38enne del Leicestershire ha saputo reinventare la sua vita e domenica ha dato un’altra grande prova della sua tenacia: in sella a una Ducati SuperSport S, appositamente modificata, ha portato a termine un giro per beneficenza del circuito di Silverstone, durante il round del British Superbike Championship.

La prima di una serie di prove che porterà Claire a seguire il campionato anche nella prossima stagione, per disputare un giro su tutti i circuiti presenti nel calendario della BSB.

Un’impresa che Claire, forse, non avrebbe mai disputato se la sua caparbietà non l’avesse spinta a cercare una nuova sfida per raccogliere fondi, dopo che gli organizzatori del Manx Grand Prix avevano deciso di cancellarle il giro lungo le 37,733 miglia del circuito del Mountain, impensieriti dallo sforzo richiesto e dalla sua inesperienza.

La sua avventura nel mondo delle due ruote, del resto, è nata quasi come un gioco, quando Claire, dopo l’incidente, ha deciso di accettare l’offerta dell’ente benefico The Bike Experience e mettersi alla prova guidando una moto che nemmeno poteva sentire sotto di sé. Ma dopo un inizio incerto e tanta fatica, nel 2017 la britannica è finalmente riuscita a conseguire la sua licenza di guida.

E ora, grazie al sostegno del Direttore di gara e della BSB, Stuart Higgs, Claire potrà continuare a portare avanti la sua raccolta fondi per la Nicholls Spinal Injury Foundation, The Bike Experience e la Matt Hampson Foundation, con la speranza di convincere il Manx Motor Cycle club a farle coronare il sogno di percorrere un giro sull’Isola di Man.

Prossimo articolo ALTRE MOTO
MotoE: c'è anche Misano tra i cinque circuiti del calendario della stagione inaugurale

Articolo precedente

MotoE: c'è anche Misano tra i cinque circuiti del calendario della stagione inaugurale

Carica commenti

Su questo articolo

Serie ALTRE MOTO
Autore Daniela Piazza
Tipo di articolo Ultime notizie