Imola si tuffa nel passato con il revival della 200 Miglia

condivisioni
commenti
Imola si tuffa nel passato con il revival della 200 Miglia
Redazione
Di: Redazione
04 ott 2010, 17:42

Presenti campioni del calibro di Agostini e Roberts

Il mito e le emozioni della 200 Miglia sono tornati a rivivere all’Autodromo Internazionale Enzo e Dino Ferrari. In una giornata che rimarrà per sempre negli annali dei grandi eventi dell’impianto imolese, alcuni dei principali piloti che hanno scritto pagine indelebili di questa fantastica manifestazione ideata da Checco Costa, sono stati i protagonisti di un’esibizione revival che ha deliziato gli occhi e il palato del numerosissimo pubblico di appassionati presenti. Il momento clou è stato quando si è formato lo schieramento in griglia di questi incredibili campioni, con piloti del calibro di Giacomo Agostini, Kenny Roberts, Teuvo Lansivuori, Carlos Lavado, Paul Smart, Steve Baker, Mario Lega, Philippe Coulon, Christian Sarron e tanti altri protagonisti della 200 Miglia, che in sella a moto che hanno segnato un’epoca, si sono poi “lanciati” lungo i saliscendi dell’Enzo e Dino Ferrari, facendo vedere di sapere ancora aprire il gas. A fine esibizione, il 15 volte Campione del Mondo Giacomo Agostini ha offerto un’ulteriore spettacolo, effettuando alcuni giri in sella alla Yamaha YZR-R1 utilizzata da Valentino Rossi nel Campionato MotoGP di quest’anno. Una manifestazione, organizzata dalla DG di Christian Juspin e dal dott. Claudio Costa, davvero ben riuscita, come ha commentato il Direttore dell’Autodromo Walter Sciacca, che ha fatto gli onori di casa insieme al Sindaco della Città di Imola Daniele Manca. “La scorsa settimana abbiamo applaudito i campioni della SBK - ha detto Sciacca -, oggi ci siamo emozionati a vedere girare in pista piloti che hanno fatto la storia del motociclismo e che soprattutto su questa pista hanno realizzato imprese sportive leggendarie, in particolare nella 200 Miglia. Personalmente sono stati proprio Agostini, Roberts, Lucchinelli, Lega i non mai dimenticati Saarinen e Pasolini, a farmi amare il motociclismo e se sono qui oggi come Direttore di questo fantastico Autodromo è anche per la passione che mi hanno saputo trasmettere. Sono anche felice di come la Città di Imola abbia risposto con trasporto ed entusiasmo, sono stati davvero tanti gli appassionati che hanno affollato, paddock, pit lane e tribune in questa tre giorni davvero ben riuscita. Un appuntamento che faremo sicuramente di tutto per ripetere”.
Prossimo articolo ALTRE MOTO
Oggi Dario Marchetti rientra in Italia

Articolo precedente

Oggi Dario Marchetti rientra in Italia

Prossimo Articolo

Maxi rissa a Sarno nel Trofeo Malossi

Maxi rissa a Sarno nel Trofeo Malossi
Carica commenti

Su questo articolo

Serie ALTRE MOTO
Autore Redazione
Tipo di articolo Ultime notizie