Di.Di. Bridgestone Cup: l'ultima a Malagoli e Barbero

Di.Di. Bridgestone Cup: l'ultima a Malagoli e Barbero

La stagione 2015 del Trofeo riservato ai motociclisti disabili si è conclusa in bellezza nella cornice del Mugello

La Coppa Italia FMI che si è svolta lo scorso weekend al Mugello, ha ospitato la tappa riservata ai piloti italiani della Onlus Di.Di.: dopo il successo dell’evento internazionale corso a Vallelunga in giugno, sul tracciato toscano si sono misurati una quindicina di riders disabili divisi tra le classi 600 e 1000cc.

I Di.Di. si sono ritrovati nel box n°12, la loro casa in questo week end di fine agosto, e hanno iniziato a prendere confidenza con un circuito che per alcuni era già noto, mentre per altri è stata la prima occasione di confrontarsi con un tracciato mondiale.

Con il lunghissimo rettilineo, le curve velocissime e le staccate che richiedono forza e controllo del mezzo, il Mugello è una sfida per qualsiasi pilota normodotato. Tuttavia questo elemento non ha fatto altro che alimentare la carica di motivazione per i Di.Di. che hanno accettato la sfida, portando al limite i propri mezzi appositamente adattati in questo tempio della velocità.

I tempi segnati sono stati all’altezza di quelli ottenuti dai piloti in lizza per la Coppa Italia FMI, con i migliori che hanno segnato riferimenti cronometrici di poco superiori ai due minuti.

Le due sessioni di qualifica del sabato hanno delineato una griglia di partenza con la prima fila occupata da Mattia Buriani in pole, davanti a Barbero, incappato in due cadute nelle libere che gli hanno causato una forte contusione all’avambraccio, e Tagliabue, tutti nelle 1000.

Per la classe 600 buona la performance di Malagoli nonostante fosse febbricitante, che ha conquistato la prima posizione in sella alla sua Ducati 848 con livrea Althea Racing. A tallonare il bravo Emiliano, diviso tra il ruolo di organizzatore dell’evento e quello di pilota, è stato Sontacchi che ha preceduto Ubaldini, al suo esordio su questo tracciato e sulla Yamaha R6 allestita per lui appositamente da Bogani Moto e GD Racing Team. I piloti hanno anche potuto commentare i propri risultati delle qualifiche davanti alle telecamere della Rai, intervenute per raccontare con un ampio servizio televisivo il confronto in pista e le sensazioni dei protagonisti.

A osservare i monitor dei tempi, anche un grande amico dei Di.Di.: Niccolò Canepa, che insieme alla sua famiglia ha voluto portare il suo supporto ai ragazzi impegnati in gara. Niccolò si è legato molto alla Onlus, complice la 200 miglia del Mugello dello scorso anno che lo ha visto protagonista in equipaggio proprio con due Di.Di., Malagoli e Buriani, con cui ha ottenuto un ottimo 4° posto assoluto.

Prima gara in programma per la domenica, la Di.Di. Bridgestone Cup ha richiamato tantissimo pubblico di curiosi, appassionati e amici: il box 12 ha iniziato sin dalle prime ore a popolarsi di ospiti illustri, che hanno mantenuto la promessa di essere presenti per questa tappa finale del Campionato nonostante la levataccia: Giovanni Di Pillo e Dario Marchetti hanno così indossato casco e tuta per effettuare il giro d’onore del tracciato davanti al plotone di piloti pronti a darsi battaglia in gara. Le cavalcature per questi due graditissimi ospiti sono state le ammiratissime Bimota BB e Ducati 1098 messe a disposizione dal Team Superbike Mugello.

La lotta in pista è stata poi commentata dalla voce motociclistica per eccellenza, con Giovanni Di Pillo che svestiti i panni di apripista è salito in cabina di commento ed ha preso il posto dello Speaker raccontando le gesta in pista dei piloti Di.Di. con lo stesso entusiasmo che abitualmente riserva alle imprese di Rea e soci.

Una gara avvincente, dove la strategia è stata fondamentale. I piloti infatti hanno corso non solo per tagliare per primi il traguardo, ma anche per prendere più punti possibili per la classifica finale del Di.Di. Trophy, il trofeo che si corre insieme ai normodotati all’interno del Bridgestone Champions Challenge. Come se non bastasse, hanno dovuto tener conto dei coefficienti di disabilità per tutta la durata della gara, per calcolare i distacchi reali con gli avversari.

A tagliare il traguardo in solitaria è stato Mattia Buriani, seguito da Daniele Barbero distaccato di oltre 17 secondi. Poi Fabio Tagliabue ed Emiliano Alberti, questi ultimi protagonisti di una sfida avvincente in pista. A chiudere Di Vincenzo e Serena. Per le 600 è Emiliano Malagoli a presentarsi per primo sotto la bandiera a scacchi, seguito da Franco Ubaldini e Samantha Palmucci, unica ragazza in gara che ha relegato alle sue spalle Sontacchi, Aranciofebo, Arlati e Bitocchi,

Dopo dieci giri di confronto a viso aperto in pista, i piloti Di.Di. sono stati accolti sul podio per la cerimonia di premiazione raccontata da Di Pillo e Marchetti, tanto bravi ad annunciare le classifiche e consegnare le coppe, quanto lesti ad evitare lo Champagne.
Dopo elaborati calcoli, la classifica corretta dai coefficienti di disabilità ha assegnato il primo posto nella classe 1000cc a Daniele Barbero, seguito da Mattia Buriani e Emiliano Alberti, al suo esordio nel Team Di.Di. Premiati a podio anche Fabio Tagliabue, con un ottimo quarto posto che gli vale comunque il titolo 2015 del Di.Di.Trophy, e Gianluca di Vincenzo.

Cerimonia altrettanto importante per consegnare le meritatissime coppe ai vincitori della classe 600cc, dove i coefficienti non hanno influito sui primi 3 posti: Emiliano Malagoli pertanto conquista la prima posizione, seguito da Franco Ubaldini, premiato da Gianluca Liotta di Premier Helmet, e Samantha Palmucci, premiata da Loris Figoli, il Sindaco “bionico” di Riccò del Golfo. Quarto posto per Maximilian Sontacchi seguito da Giovanni Aranciofebo, Matteo Arlati e Fabio Bitocchi.

Un grande plauso deve essere indirizzato ai ragazzi disabili provenienti da tutta l’Italia che pur non competendo in pista, si sono dati appuntamento al Mugello per supportare i protagonisti della gara ed hanno sostenuto con il proprio tifo ed il proprio entusiasmo i riders in sella. Si è chiusa così un’altra stagione racing del Team Di.Di. che quest’anno, grazie al fondamentale supporto di Bridgestone Italia, è riuscita a far conoscere oltre i confini nazionali un progetto innovativo e concreto, nato appena due anni fa.

Prossimi appuntamenti per la Onlus e i suoi campioni saranno il “Lario Motor Show” che avrà luogo nella splendida location del Lago di Como dal 18 al 20 Settembre, e la 200 Miglia del Mugello, in programma a novembre, dove alcuni Di.Di. si cimenteranno per un ulteriore sfida sul circuito toscano Il successo di questo ultimo appuntamento del Campionato Di.Di. apre la strada a importanti novità che verranno presentate a Milano in occasione dell’Eicma in programma dal 19 al 22 novembre. In questa data verranno presentati fantastici progetti per una Stagione 2016 dei Di.Di. ancora più ambiziosa e carica di entusiasmo.

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati ALTRE MOTO
Articolo di tipo Ultime notizie