Althea torna in pista con tre nuovi progetti nel 2021

Il team di Genesio Bevilacqua riparte dai campionati nazionali, confermando Gabellini nel CIV Superbike e debuttando con Alex Sgroi nel National Trophy. Althea sarà protagonista anche di Moto dei Miti.

Althea torna in pista con tre nuovi progetti nel 2021

L’avventura nel mondiale Superbike si è conclusa lo scorso anno in maniera burrascosa per il team Althea, che però dal 2021 riparte con tre progetti diversi tra loro ma ugualmente stimolanti. La squadra di Civita Castellana infatti sarà impegnata nel CIV Superbike, nel National Trophy e nel progetto Moto dei Miti.

Il team gestito da Genesio Bevilacqua ha scelto i campionati nazionali per la ripartenza, con la conferma di Lorenzo Gabellini nella classe Superbike del CIV. Il riminese infatti aveva già corso nel Campionato Italiano Velocità con la Honda CBR 1000 RR-R SP. Per quanto riguarda il National Trophy, Categoria Superbike, Althea scenderà in pista con Alex Sgroi, 22enne da Catania che difenderà i colori della squadra laziale.

Alex Sgroi commenta quello che sarà il suo 2021: “Mi sento davvero fortunato a correre con un team come Althea Racing perché è un'opportunità per me importantissima. Sono completamente immerso in questo sogno ma allo stesso tempo tengo i piedi per terra e so che dovrò impegnarmi ogni giorno per mantenere i privilegi che mi sono stati concessi. Allenamento, pensiero positivo e voglia di assorbire tutto quello che c'è intorno a me. Questi gli elementi chiave del mio approccio a questa nuova avventura. Ringrazio Genesio Bevilacqua che mi ha accolto nella famiglia Althea”.

Ma Althea ha deciso di ripartire dedicandosi anche ad altro. Al di fuori dell’ambito delle gare, la squadra di Genesio Bevilacqua ha deciso di prendere parte al progetto Moto dei Miti, che è nata come collezione personale evolvendosi poi in Museo privato. Questo sta preparando il salto dimensionale ed è pronto a diventare la collezione internazionale più grande di alto livello. Althea farà parte di questa collezione con un ruolo di assoluta protagonista.

Genesio Bevilacqua esprime il proprio entusiasmo verso questi nuovi progetti: “In un periodo difficile per il nostro sport, i team partecipanti, gli sponsor e le aziende coinvolte, spesso anch’esse sotto pressione, anche in virtù delle poche possibilità che le case ufficiali offrono ai team privati di eccellere o comunque di partecipare ai campionati mondiali in modalità realmente competitiva, abbiamo fatto una scelta apparentemente contraddittoria, ovvero quella di potenziarci per ripartire dall'ambito tricolore. È una scelta ‘etica’ che ci consente di non andare alla ventura ma di pianificare insieme ai nostri partner una programmazione pluriennale, in attesa di una ribalta internazionale realmente valida”.

“Crediamo che guardare ad orizzonti plausibili piuttosto che alla visibilità momentanea, formare dei giovani piuttosto che ricercare un nome da cartellone, sia una forma di rispetto per tutti coloro che hanno creduto in Althea ma soprattutto per chi in Althea da anni lavora con professionalità. Le corse si fanno per vincerle, non solo per partecipare. Gli ostacoli sono fatti per essere superati, non per appoggiarcisi e guardare quelli che lo fanno. Althea si raccoglie per saltare quando sarà di nuovo il momento. Siamo sicuri che i progetti paralleli ad Althea Racing e quelli esterni, ma nemmeno troppo, spiegheranno la nostra visione costruttiva in maniera inequivocabile”.

condivisioni
commenti
Tragedia nel Motorally: è morta la 18enne Sara Lenzi

Articolo precedente

Tragedia nel Motorally: è morta la 18enne Sara Lenzi

Prossimo Articolo

La FIM MiniGP World Series arricchisce la Road to MotoGP

La FIM MiniGP World Series arricchisce la Road to MotoGP
Carica commenti

Riguardo questo articolo

Serie ALTRE MOTO , CIV Superbike
Team Althea Racing
Autore Lorenza D'Adderio