Filtri:

Campionato Pilota Team Evento Location Prime Tipo di articolo Data
2.716 articoli
Campionato
Loading...
Pilota
Loading...
Team
Loading...
Evento
Loading...
Location
Loading...
Prime
Tutto
Prime
Tipo di articolo
Loading...
Data

News and Analysis

Griglia
Lista

GP Francia: ecco i provvedimenti FIA anti furbi sulle gomme

Formalmente nessuno ha disatteso le regole, ma dopo l'indagine di Pirelli e FIA a seguito delle gomme cedute su Red Bull e Aston Martin nel GP dell'Azerbaijan, è emersa l'esigenza di effettuare controlli più ficcanti necessari a evitare che si possano ripetere i problemi di sicurezza visti a Baku. Ecco tutto quello che cambia a partire dal prossimo GP: chi porverà a fare il furbo verrà sanzionato.

Wolff: "Dobbiamo tornare a essere competitivi con due vetture"

Il team principal Mercedes non usa giri di parole per spiegare che si aspetta un ritorno alla competitività della squadra di Brackley dopo due gare sui circuiti cittadini nelle quali la Stella ha raccolto abbastanza: "Dobbiamo dare ad entrambi i nostri piloti una macchina che sia in grado di lottare per il successo, mentre a Monte Carlo e Baku ci siamo riusciti solo con una vettura".

Perez: "Ora ci sono due Red Bull per il Mondiale"

Il pilota messicano è tornato sulla bella vittoria di Baku, sottolineando che ora Red Bull può ambire a cose importanti con entrambe le sue vetture. Checo si è anche detto stupito del modo caloroso con cui gli ha dato il benvenuto Alex Albon, al quale di fatto ha "rubato" il posto.

Ferrari: al Paul Ricard la SF21 al vaglio dei curvoni veloci

La Scuderia lascia i circuiti cittadini di Monaco e Baku con il terzo posto nella classifica del mondiale Costruttori, di due punti davanti alla McLaren. Con il GP di Francia la F1 ritrova i curvoni veloci dove la SF21 deve ancora dimostrare il suo potenziale nel confronto con la MCL35 M. La Rossa sarà in grado di proseguire il momento positivo anche su una pista poco favorevole?

Sospetto gomme F1: chi controlla le pressioni del secondo treno?

Le analisi della Pirelli in collaborazione con la FIA sulle gomme che hanno ceduto nel GP dell'Azerbaijan aprono a una serie di interrogativi. Se è vero che nel paddock ci sono squadre che non rispettano le prescrizioni del fornitore unico è forse perché i controlli non sono sufficienti. E c'è chi sostiene che nei secondi set montati al pit stop ci sia unn maggiore grado di libertà.

F1: doppia gara ad Austin per tappare il buco di Singapore?

Il circuito texano ha già dato la propria disponibilità ad ospitare due GP consecutivi. Soluzione che appare probabile anche perché, oltre alla già avvenuta cancellazione di Singapore, sono a rischio anche Messico e Brasile. Se dovesse saltare anche il Giappone, si correrebbe ai ripari con una gara europea e si potrebbe chiudere la stagione con 21 GP.

Chinchero racconta Ricciardo (p. 1) - It's a long way to the top Prime

Chinchero racconta Ricciardo (p. 1) - It's a long way to the top

15esima puntata di It's a long way to the top, rubrica podcast di Roberto Chinchero in cui, la prima firma di F1 di Motorsport.com, racconta attraverso aneddoti la scalata alla F1 di Daniel Ricciardo. Buon ascolto! (Parte 1).

Bottas: senza rinnovo l'opzione è il ritiro dalla F1

Il finlandese sta attraversando il momento più difficile della sua carriera: Valtteri, consapevole di non ottenere la conferma in Mercedes, sta pensando di chiudere con i GP avendo come alternativa solo la Williams, dove non vuole tornare. Bottas cercherà uno sfogo nei rally?

Alguersuari esclusivo: "Torno in karting, ora mi sono ritrovato"

Lo spagnolo a 31 anni ha deciso di disputare il mondiale di karting: rientra nel Motorsport dopo il ritiro deciso nel 2015 quando correva in FE ed era svenuto a Mosca. La storia di Jaime merita di essere raccontata, perché ritorna dopo aver avuto il rifiuto per qualsiasi forma di motorsport. "Sono pronto a incontrare con un sorriso Marko e Horner nel paddock di F1". Perché l'ex pilota di F1 è uscito da una profonda crisi personale grazie alla musica.

Vettel riceve il tributo dei colleghi dopo il posto d'onore

Seb ha festeggiato il secondo posto con l'Aston Martin come se fosse una vittoria, sebbene in carriera sia salito 122 volte sul podio. Ma a colpire sono state le sincere congratulazioni degli avversari che sono andati a rendere merito al quattro volte campione del mondo. Il tedesco spera che le due ultime gare nei circuiti cittadini possano avere cambiato la dinamica della stagione, iniziata molto in salita.

Ferrari: pole illusoria, ma la Rossa è già terza forza sulla McLaren

La Scuderia recrimina per aver visto davanti a Baku un'Aston Martin e una AlphaTauri, ma i due piloti del Cavallino hanno portato a Maranello un parziale di punti migliore di quello ottenuto dalla McLaren, conquistando il terzo posto nella classifica Costruttori. Binotto: "Ci aspettavamo di più dopo la pole in qualifica ma è stata una corsa difficile nella quale non siamo stati perfetti in diverse aree”. Arriveranno ancora degli sviluppi sulla SF21.

Hamilton: un errore che manda in fumo un secondo posto

Il GP dell'Azerbaijan determina uno zero a zero fra i due pretendenti del mondiale. Se Verstappen ha pagato una gomma che si è afflosciata, Hamilton ha sprecato una grande occasione per guadagnare dei punti importanti sul rivale. Alla ripartenza del mini GP l'inglese è finito nella via di fuga alla prima curva per aver toccato inavvertitamente un comando che spostava la ripartizione di frenata per scaldare le gomme.

Chinchero: "Il peggior errore da quando Lewis è in Mercedes"

In questa nuova puntata podcast di Motorsport.com, Roberto Chinchero e Giacomo Rauli analizzano il pazzesco Gran Premio d'Azerbaijan. Buon ascolto!

Strategie F1: la Safety Car può stravolgere tutto

Teoricamente, il passaggio dalle gomme soft alle gomme hard dovrebbe arrivare tra l'11esimo ed il 15esimo giro, ma l'ingresso in pista della Safety Car potrebbe cambiare tutti gli scenari, aumentando eventualmente anche il numero delle soste.

Mercedes - Red Bull: una battaglia che è a tutto campo

Verstappen era il grande favorito per la pole con la Red Bull, mentre Hamilton sembrava condannato a un'altra gara diffivcile come Monaco. Le qualifiche, invece, ci hanno dipinto uno scenario del tutto diverso con il campione del mondo capace di cogliere un'inattesa prima fila davanti all'olandese. Scopriamo quali sono gli scenari in vista della gara, tenuto conto delle fibrillazioni che riguardano anche le ali flessibili.

Ferrari: pole strepitosa, pronta a cogliere l'occasione

Chi avrebbe scommesso che Leclerc avrebbe siglato a Baku un'altra pole position dopo quella di Monaco? Nessuno, nemmeno gli uomini più ottimisti di Maranello, ma la SF21 ha fatto un concreto salto in avanti che consolida il lavoro della squadra. La Scuderia si inserisce nella battaglia per il mondiale nel ruolo di outsider, la "rompiscatole" che cerca di sfruttare le opportunitù che gli si presentano, anche se in gara "sarà difficile mantenere la prima posizione".

Chinchero: "Ferrari vicina ai primi. Ora coglie le occasioni"

In questa nuova puntata podcast di Motorsport.com, Roberto Chinchero e Giacomo Rauli analizzano il sabato di qualifica del Gran Premio d'Azerbaijan. Buon ascolto!

Honda passa al motore 2 come Mercedes e Ferrari

Ieri sera c'entra molto lavoro da fare nel box di Red Bull e AlphaTauri, visto che la Honda ha deciso di mettere a disposizione delle due squadre la power unit 2 della stagione, mentre quella usata fino ad ora servirà solo nelle prove libere dal GP di Francia. La RB16B sembra la monoposto imprendibile a Baku, tanto che a svettare è stato Sergio Perez, ma i così a suo agio con la monoposto di Milton Keynes.

Perché la Mercedes non scalda più le gomme?

Hamilton 11esimo e Bottas 16esimo: le prove libere di Baku consegnano una Mercedes nei guai come a Monte Carlo. La W12 dominatrice a Barcellona non riesce più a mandare in temperatura le gomme e soffre nel giro lanciato, mentre sembra essere competitiva nel passo gara. Cosa sta succedendo alla freccia nera? Il team di Brackley cercherà delle risposte nel lavoro notturno al simulatore.

Ferrari meglio del previsto su una pista ostica come Baku

Sainz terzo e Leclerc quarto: il bilancio della Scuderia nelle libere del GP dell'Azerbaijan è sicuramente positivo con la SF21 più a suo agio sul circuit azero rispetto alle previsioni. Certo la crisi Mercedes ha facilitato il compito, ma sul giro secco le Rosse sono sembrate competitive, mentre sul passo gara c'è ancora da lavorare, ma la vettura sembra essere in linea con la McLaren.

Chinchero: "Sainz sorpresa a Baku. Ha finito l'apprendistato"

In questa nuova puntata podcast di Motorsport.com, Roberto Chinchero e Giacomo Rauli analizzano il venerdì di prove libere del Gran Premio dell'Azerbaijan. Buon ascolto!

In qualifica vietato rallentare per cercare la scia come a Monza

Michael Masi, direttore di gara della F1, ha inviato una direttiva alle squadre nella quale si sottolinea che non saranno tollerati rallentamenti eccessivi nel tratto finale della pista, ovvero dall’uscita della curva 16 fino all’arrivo. in rispetto dell'articolo 27.4 del regolamento sportivo.

Sainz: "Devo ancora cambiare qualcosa nel mio stile di guida"

Lo spagnolo poco soddisfatto del secondo posto di Monaco, ha cominciato ad apprezzare la piazza d'onore nel Principato quando ha smaltito la delusione di non essere stato in prima fila. Carlos è consapevole che la pista azero offrirà meno chance alla Rossa, ma conta di migliorare l'apprendimento della SF21: "Ho ancora bisogno di cambiare un paio di aspetti tecnici nella guida per sfidare Charles in qualifica".

Chinchero: "Ferrari? A Baku andrà bene se sarà terza forza"

Roberto Chinchero, prima firma di F1 di Motorsport.com, e Giacomo Rauli parlano degli scenari possibili al GP d'Azerbaijan, sesto appuntamento del Mondiale 2021 di Formula 1 in questa puntata podcast di Debriefing F1. Buon ascolto!

Leclerc: "A Baku la Ferrari tornerà un po' alla realtà"

Il monegasco ha cancellato la delusione del GP di Monaco saltato per gli effetti dell'incidente in prova dopo la pole: "Ogni volta che mi sono ritrovato a vivere un momento difficile ho sempre cercato di dimenticarlo il prima possibile, anche se ovviamente si impara sempre qualcosa che ci si porta dietro". Charles, però, non vuole alimentare troppe aspettative da parte dei tifosi del Cavallino...

Ricciardo: "Al simulatore per cambiare il mio stile di guida"

L'australiano si è concesso qualche giorno di relax dopo il deludente GP di Monaco e poi lunedì si è presentato a Woking per una sessione al simulatore McLaren: "Ho fatto un passo indietro - ha detto Daniel - per comprendere come va guidata la MCL35 M che va approcciata in modo molto diverso dalle altre F1. Vediamo a Baku se questo lavoro comincerà a dare i suoi frutti, ma non sono preoccupato che qualcuno si sia fatto dei dubbi su di me".

Verstappen: "Voglio sfatare Baku, come è successo a Monaco"

L'olandese arriva in Azerbaijan per la prima volta in carriera come leader del mondiale piloti. Con la Red Bull RB16B conta di proseguire il momento positivo del Principato: "Finora non ho avuto molta fortuna a Baku, però finora non ne avevo avuta neanche a Monaco. Quindi potrei ripetermi...".

F1: la precocità del karting brucia talenti troppo in fretta

Toto Wolff e Frederic Vasseur, team principal di Mercedes e Alfa Romeo, hanno sviscerato un tema importante per la F1 che è quello della formazione dei giovani piloti: per l'austriaco la scalata ai GP è troppo costosa e propone, quindi, di ridurre i costi a cominciare dal karting. Il francese, invece, ritiene che l'accesso all'automobilismo sia diventato troppo precoce e ci sia il bisogno di cambiare gli approcci nel karting perché a 12 anni si può correre un mondiale".

AlphaTauri: Tsunoda si trasferisce in Italia sotto tutela di Tost

Helmut Marko è molto deluso dal rendimento del rookie giapponese dopo l'eccellente avvio di stagione in Bahrain: Yuki è stato "convinto" da Red Bull a venire a vivere a Faenza per entrare sotto l'occhio vigile di Franz Tost che dovrà organizzargli l'esistenza, per ritrovare la fiducia che sembra aver perduto.

Vasseur: "Giovinazzi pilota di punta per il dopo Raikkonen"

In questa intervista esclusiva, Frédéric Vasseur ha parlato delle sfide che attendono la F1 nell'imminente futuro ed ha indicato in Antonio Giovinazzi il leader che potrebbe prendere il posto di Raikkonen quando il finlandese si ritirerà dalle corse.

Mercedes: ecco tutte le cause del disastro di Monaco

James Vowles, responsabile delle strategie del team Mercedes, spiega cosa non abbia funzionato nel weekend del GP di Monaco, dove Hamilton non è mai stato in grado di lottare per la vittoria e per il podio.

McLaren: un cambio di telaio per colmare la crisi di Ricciardo?

Daniel doppiato dal compagno di squadra Norris al GP di Monaco: la crisi del pilota australiano sta diventando macroscopica, segno che c'è qualcosa che non quadra nelle prestazioni di Ricciardo. Il nuovo acquisto della squadra di Woking sta soffrendo con la ML35 M e non è escluso che il team proceda alla sostituzione del telaio per Baku.

Ferrari: Sainz orgoglioso dei progressi della SF21

La Scuderia festeggia il primo podio della SF21 con il secondo posto dello spagnolo nel Principato. Binotto elogia la prestazione di Carlos prevedendo che il prestigioso piazzamento non sarà l'ultimo "... perché molti altri lo attendono in futuro". Riguardo a Leclerc il team principal ha messo in evidenza che il guaio sulla sua Rossa è emerso alla curva 6: "Ho apprezzato che Charles sia venuto al podio a festeggiare Carlos: c'è un grande spirito di squadra".

Ferrari: Sainz secondo attenua la delusione per Leclerc

La Ferrari aveva il potenziale per vincere nel Principato, ma il cedimento della SF21 di Leclerc ha privato la Scuderia di una macchina al palo. Sainz è stato bravo a conquistare un secondo posto brillante che sancisce la crescita della Rossa su piste ad alto carico aerodinamico. Il bicchiere è mezzo pieno, ma resta il rammarico di una grande occasione perduta.

Red Bull sugli scudi, Mercedes senza anticorpi per la sconfitta

Max Verstappen, vincendo il GP di Monaco, porta la Red Bull in testa alle classifiche dei due mondiali scavalcando una Mercedes molto vulnerabile nel Principato. La squadra di Toto Wolff mostra delle crepe nella gestione delle W12 in difficoltà nel mandare in temperatura le gomme. La squadra di Milton Keynes raccoglie un successo importante confermando il ruolo di grande favorita in questa stagione combattutissima.

Chinchero: "Leclerc KO, difficile credere alla teoria di Binotto"

Roberto Chinchero e Giacomo Rauli analizzano, in questa nuova puntata podcast, la gara del GP di Monaco, quinto appuntamento del Mondiale di F1. Buon ascolto!

Strategie GP Monaco: una sola sosta per il cambio gomme

Il molto tempo che si perde in pit lane a Monaco consiglia le squadre a puntare su una sola sosta per il cambio degli pneumatici: chi parte con le soft può passare alle medie (fra il giro 27 e 35) o alle hard (fra il giro 20 e 25).

Ferrari: salvato il cambio, Leclerc scatta dalla pole position!

Dal paddock del Principato arriva una buona notizia: la trasmissione di Charles Leclerc è salva, per cui il pilota monegasco non deve sostituire il cambio che gli sarebbe costato cinque posizioni in griglia. La Ferrari #16 potrà regolarmente scattare dalla pole position e il crash all'uscita della chicane delle Piscine non avrà ripercussioni sul weekend della Rossa...

Mercedes: duro chiarimento serale con Hamilton

Toto Wolff ieri sera ha spiegato che c'è stato subito l'auspicato meeting con Hamilton per chiarire cosa non ha funzionato nelle qualifiche e lo stesso Lewis ha ammesso: “Abbiamo avuto una discussione dura e onesta tra di noi come squadra, mi piace avere la conferma che possiamo essere onesti l'uno con l'altro". I tecnici della Stella hanno ammesso di non aver seguito le indicazioni del pilota per cercare di mandare in temperatura le gomme.

Ferrari resta in pole: sul cambio è meglio dormirci una notte

Le prime analisi sulla vettura di Leclerc non hanno evidenziato danni gravi, ma ulteriori controlli verranno fatti domani mattina. Come dire: la Ferrari resta in pole, ma c'è il fondato sospetto che la trasmissione debba essere sotituita in mattinata. Ecco come cambiano gli scenari con una decisione o l'altra.

La Mercedes non funziona, Hamilton critica la squadra

Il campione del mondo nel ruolo di comparsa a Monaco: Lewis è solo settimo dopo le qualifiche perché la sua Mercedes non manda le gomme nella giusta finestra di temperature. Hamilton accusa il team di non aver fatto tutto quello che era necessario e non capisce come Bottas sia stato in grado di arrivare a ridosso della Red Bull di Verstappen. L'epta campione è poco fiducioso per la gara.

Podcast F1, Chinchero: "Sainz deluso è termometro della forza Ferrari"

In questa nuova puntata podcast, Roberto Chinchero e Giacomo Rauli analizzano il sabato delle Qualifiche del GP di Monaco, quinto appuntamento del Mondiale di Formula 1. Buon ascolto!

Monaco: Mercedes e Red Bull affilano le armi per il weekend

Come da tradizione il venerdì le monoposto di Formula 1 non hanno girato sul tracciato ed il giorno di pausa è stato sfruttato dai due team di punta per affilare le armi in vista della qualifica e della gara.

Hamilton è ottimista, Verstappen poco soddisfatto (per ora)

Siamo abituati a vederli davanti e bisogna cercarli più in basso nella lista dei tempi delle prove libere del GP di Monaco, ma Lewis Hamilton e Max Verstappen sono consapevoli del potenziale delle loro monoposto e analizzano la giornata del Principato in modo diverso, certi che la musica sarà destinata a cambiare sabato per la qualifica. Una partenza in testa può valere mezza gara...

Ferrari spegne gli entusiasmi, ma la crescita è evidente

Nella Scuderia si godono il primo e secondo tempo di Leclerc e Sainz, ma non si illudono che questo risultato possa essere ripetuto sabato in qualifica. A Maranello sono sicuri che Mercedes e Red Bull faranno un salto importante sabato, ma le Rosse si sono avvicinate alla vetta. E per Charles ci sono ancora margini di crescita.

Podcast F1, Chinchero: "Ferrari si gioca la pole a Monaco"

Roberto Chinchero e Giacomo Rauli analizzano nel podcast i primi 2 turni di Prove Libere del GP di Monaco, quinto appuntamento del Mondiale 2021 di Formula 1. Buon ascolto!

Wolff: "Ali flessibili? Troppo tempo per mettersi in regola"

Toto Wolff e Andreas Seidl guidano la carica contro le "ali flessibili" della Red Bull, chiedendo alla Federazione di accelerare sui tempi di entrata in vigore delle nuove e più feree verifiche previste per il GP di Francia. Secondo il Team Principal Mercedes, in due settimane - quindi per Baku - si avrebbero già i tempi tecnici necessari per mettersi in linea con i regolamenti.

Verstappen favorito, ma il podio a Monaco è un tabù

Viste le caratteristiche della Red Bull, il pilota olandese è considerato il grande favorito sulle strade del Principato, anche se nella sua carriera non è mai salito suol podio a Monaco. Per questo, ma probabilmente anche per togliersi pressione, Max rifiuta questa etichetta.

Leclerc onora Chiron con un casco speciale

Il ferrarista riconosce un tributo all'unico pilota monegasco che ha corso in F1 prima di lui: Chiron vinse nel Principato nel 1926 ed è il conduttore più anziano ad aver partecipato a un GP nel 1955 quando aveva 55 anni e 290 giorni.

Mercato F1: fra Alpine e Ocon rinnovo in vista

La squadra francese ha iniziato le trattative mirate a rinnovare il contratto con Esteban Ocon per due stagioni. È il primo colpo a sorpresa del mercato piloti 2021, che premia l’ottimo inizio di stagione del pilota transalpino nel diretto confronto con Fernando Alonso.

Leclerc: "Non siamo da podio, ma da terza forza sì"

Charles aspetta la gara di casa con una certa curiosità: il monegasco vuole cancellare con una bella prestazione "...anche se negli ultimi anni qui ho avuto un po' di difficoltà". Il ferrarista, però, non vuole alimentare troppi entusiasmi fra i tifosi del Cavallino: "Realisticamente credo che l’obiettivo sia ancora quello di essere i primi del gruppo centrale". E Sainz si allinea al compagno di squadra: "Spero di migliorare la comprensione della Rossa".

Hamilton: "Monaco bellissima, ma in gara vedremo un trenino"

Il pilota della Mercedes ha sottolineato il paradosso del Principato: una pista esaltante per i piloti in qualifica, ma che ormai impone gare noiose per l'impossibilità di sorpassare. Lewis ha parlato anche del suo buon rapporto con Verstappen, aggiungendo che farà di tutto per evitare di avere contatti con il rivale della Red Bull, che vede come favorita per il weekend monegasco.

GP Monaco: il paddock sembra il deserto dei Tartari

Il nostro inviato Roberto Chinchero ci racconta qual è il clima del primo giorno a Monte Carlo: il paddock è ancora vuoto e l'effetto COVID si fa sentire. Non c'è l'Energy Station, l'hospitality galleggiante della Red Bull, e tutto per ora è sotto tono, in attesa delle conferenze del pomeriggio.

McLaren: Norris prolunga con un contratto pluriennale

Il giovane pilota inglese ha siglato un accordo che nel paddock si dice sia triennale anche se è stato ufficializzato come pluriennale. "E' stata una decisione naturale - ha detto il team principal Seidl - l'evoluzione di Lando è stata evidente". "Sono in questa squadra da quasi cinque anni - ha aggiunto Norris - mi sento parte della famiglia e non potevo pensare a proseguire la carriera in un altro team".

GP Monaco: torna la drivers parade prima della gara

Fra le novità che la Formula 1 introduce nel Principato c'è un tentativo di ritorno alla normalità: ci sarà un pubblico contigentato sulle tribune e, quindi, i piloti saranno invitati due ore e mezza prima del GP a fare il tradizonale giro di pista su due pullman scoperti per salutare i tifosi sulle gradinate. Anche nel paddock si dovrebbe lasciare un più libero accesso ai giornalisti. Sono prove di normalità...

Sorpresa F1: a Silverstone qualifiche alle 19 nel weekend della... garetta

Formula 1 insegue l'audience televisiva: a Silverstone nel primo weekend sperimentale con la sprint qualifying non ci sarà solo la qualifica anticipata al venerdì, ma anche lo spostamento dell'orario al tardo pomeriggio per agganciare gli appassionati che tornano a casa da una giornata lavorativa. Un altro esperimento che tocca uno dei momenti più vivi del fine settimana. Ma siamo sicuri che sia una novità che piace al pibblico o si distrugge il DNA della F1?

Calendario F1: salta la Turchia, doppio GP in Austria, Francia anticipa

Il GP all'Istanbul Park programmato per il 13 giugno in sostituzione del Canada è stato ufficialmente cancellato per il provvedimento del Governo inglese che ha inserito la Turchia nella lista rossa. Formula 1 però non si è persa d'animo e propone due gare al Red Bull Ring e l'anticipo della Francia di una settimana.

Chinchero racconta Max Verstappen - It's a long way to the top Prime

Chinchero racconta Max Verstappen - It's a long way to the top

14esima puntata di It's a long way to the top, rubrica podcast di Roberto Chinchero in cui, la prima firma di F1 di Motorsport.com, racconta attraverso aneddoti la scalata alla F1 di Max Verstappen. Buon ascolto!

Wolff: "15 persone e una sede non fanno una power unit vincente"

Il team principal Mercedes si è concesso in esclusiva a Motorsport.com: Toto esclude che la Mercedes possa lasciare la F1 e assicura che resterà azionista del team, mentre potrebbe cedere il ruolo di team principal e CEO. Secondo il manager austriaco fra i motori non ci sono più di 20 cavalli di differenza quest'anno. E sul fatto che Red Bull abbia pescato dei tecnici da Brixworth è lapidario...

Ferrari: fa bene al morale la crescita di Barcellona

La Scuderia ha confermato al Montmelò che ha le basi per puntare a essere terza forza della F1. La sfida con la McLaren è entusiasmante: il team di Woking ha cinque punti di vantaggio dopo quattro gare, ma in Spagna la SF21 ha mostrato doti interessanti specie nel tratto più guidato, alimentando delle aspettative per un podio che potrebbe arrivare a Monte Carlo.