Motor Show 2011: la mappa degli stand corsaioli

L'elenco completo per gli appassionati di corse

Motor Show 2011: la mappa degli stand corsaioli
L'edizione 2011 del Motor Show di Bologna pare avere diverse chicche per gli appassionati di corse, ed allora ecco la gallery completa di tutte le auto e moto presenti alla Fiera di Bologna. Sicuramente il polo più importante per chi segue il mondo delle competizioni e' il Paddock Show che riempie totalmente il Padiglione 36, dove sono presenti la Scuderia Etruria con tra le altre la Dallara-FPT di Formula 3 dell'Europa Corse, la Lola-Zytek con cui Franco Cinelli ha vinto quest'anno la Cronoscalata Svolte di Popoli ed il Trofeo Ludovico Scarfiotti e la Bmw M3 guidata da Andrea Baccinel CITE e vincitrice di diverse gare. C'e' poi la Toro Rosso con in esposizione una sua vettura di Formula 1 e si può anche sfidarsi al simulatore presente. Subito di fronte e' presente la Ford Focus di Vaccari protagonista con Simone Di Mariodel CITE. Alle spalle dell'hospitality della squadra romana compare la prima moto, l'Honda RC212V di Toni Elias, che in quanto sponsorizzata Playboy e' anche in buona compagnia. :-) Continuanto a girare per la grande area dedicata al motorsport spunta anche la bella Bmw 550i della Habitat Racing con cui Bruno Bollini ha corso in passato nella Superstars, Di fronte spunta l'Aprilia 125 della Gabrielli Racing con cui Romano Fenati ha ottenuto 4 successi nel CIV 2011 e vinto l'Europeo, stretta tra la Porsche 997 Cup di GT Cup della Antonelli Motorsport guidata Andrea Bellini e Alessandro Baccaninel Campionato Italiano Gran Turismo e la Maserati Quattroporte di Alessandro Pier Guidi, compagno di squadra di quell'Andrea Bertolini che ha vinto l'International Series della Superstars. Pochi passi e si arriva al primo modello da rally, una Peugeot 207 S2000 della Vieffecorse con i colori degli sponsor storici di Luca Pedersoli. Poco lontana la Ginetta G50 del monomarca omonimo, mentre spostandosi in direzione dell'Area 48 si può godere della vista dell'Osella FA30-Zyteck del supercampione delle salite italiane ed internazionali Simone Faggioli, affiancata nella tenda dalla Porsche della Carrera Cup Italia di Proietti, dalla Renault Clio di Stefano Zanini e dalla Porsche Cayman S GT4 che ha vinto il Giro d'Italia Automobilistico con Pitorri-Gagliardini-Bernardini. A chiudere il lungo elenco delle vetture presenti nel Padiglione 36 c'è infine il Team Piloti Forlivesi, che mette in mostra diverse vetture e una moto. Uscendo ci si può incamminare lungo il Padiglione 26, dove allo stand Geox e' presente una Red Bull F1 ed un simulatore dove divertirsi all'interno dell'abitacolo di una monoposto totalmente meccanizzata in modo da muovere la vettura a seconda di quello che accade nello schermo. Più avanti si può vedere una Lamborghini SuperTrofeoe la Lexus ISF della MRT by Nocentini che ha corso questa stagione nella Superstars. Spostandosi al vicino Padiglione 29 si trova la Mercedes F1allo stand della casa della stella a tre punte, mentre di fronte alla Kia si può vedere la Venga che ha dato vita alla Green Scout Cup, mentre in fondo al padiglione c'è la Ford Fiesta RS WRC con cui Jari-Matti Latvala ha corso nel Mondiale Rally (e al suo fianco ci si può divertire con il simulatore, tra l'altro con il sedile dinamico che aumenta il realismo dell'esperienza). Spostandosi verso il Padiglione 30, quello dedicato alla propulsione elettrica, si può vedere nel tunnel che collega le due strutture la Ferrari F430 GT2 della AF Corse. Costeggiando l'area 44 dove e' presente una pista prove della Renault si arriva al Padiglione 16, quello dedicato al Gruppo Volkswagen. Appena entrati si gode subito fortissimo alla vista della splendida Audi R18 TDI con cui Benoit Treluyer, Andre Lotterer e Marcel Fassler hanno vinto la 24 Ore di Le Mans 2011, mentre poco dopo e' presente il mock-up della Volkswagen Polo R WRC che debutterà nel Mondiale Rally in mano a Sebastien Ogier nel 2013. A questo punto la visita guidata alle bellezze corsaiole del Motor Show 2011 consiglia di spostarsi al Padiglione 19, dove ci sono le case italiane. Sosta obbligatoria allo stand Ferrari, dove oltre alla F10 con cui la casa di Maranello ha corso nel Mondiale di Formula 1 della passata stagione si può vedere tre differenti versioni della 458 Italia: GT2, GT3 e Challenge. Si resta sempre in zona Modena, ma si passa al tridente Maserati, dove e' esposta la GranTurismo MC Trofeo che da' vita al monomarca omonimo. Dall'altra parte della struttura si trova lo stand della Petronas, dove si puo godere di un gradevole pot-pourri di motori, con esposte una Formula Abarth,la Mercedes C-Klasse DTM di Jamie Green, la Yamaha M1 con cui Jorge Lorenzo ha corso quest'anno in MotoGp e la Lotus Evora GT4che ha visto questa stagione alternarsi alla sua guida il nostro Edoardo PiscopoGreg e Leo Mansell. Al Padiglione 22 e' presente la Mahindra protagonista nel Motomondiale classe 125 Gp, oltre che l'Abarth 500 con cui Alex Campani si e' laureato campione del Trofeo Abarth 500 Europe, due Porsche GT3 protagoniste della Targa Tricolore, le Ferrari 458 Italia della Kessel Racing che hanno corso nel GT Open e un'altra Red Bull Formula 1. Il passo e' breve e si arriva al Padiglione 21, dove si può vedere dal vivo la nuova DR1 Rally, che parteciperà nel 2012 al Campionato Italiano Rally, l'ennesima Ferrari 458del Challenge,questa volta e' quella di Dario Caso e anche l'inaspettata e interessante Dacia Duster "No Limits" che ha partecipato alla Pikes Peak 2011, chiudendo sul podio alla sua prima partecipazione alla storica gara in salita su terra americana. Da urlo la raccolta di vetture da rally allo stand di Quattroruote, con nove fantastiche vetture che hanno fatto la storia dei rally, come la Fiat 131 di Markku Alen, la Toyota Celica di Carlos Sainz o l'Audi 80 quattro di Stig Blomqvist. La gita chiude col botto al Padiglione 31, totalmente dedicato all'ASI - Automotoclub Storico Italiano, che mette in mostra splendide vetture che hanno fatto la storia delle corse su strada ma non solo, come le Lancia Stratos, 037, S4 e Delta, o le due Alfa Romeo
condivisioni
commenti
Raccolti oltre 40.000 euro dal Club Clay Regazzoni

Articolo precedente

Raccolti oltre 40.000 euro dal Club Clay Regazzoni

Prossimo Articolo

Walter Sciacca lascia l'autodromo di Imola

Walter Sciacca lascia l'autodromo di Imola
Carica commenti