La FMI festeggia il suo centenario

Ecco l'agenda degli eventi organizzare per celebrare questo compleanno storico

La FMI festeggia il suo centenario
La FMI veniva fondata il 29 aprile 1911. Ora, al termine del 2011, al 100. compleanno, si presenta come una delle Federazioni nazionali sportive più importanti in Italia e tra le primissime Federazioni motociclistiche nel mondo, sia per numero di Tesserati che per volume economico generato. Il primo appuntamento ufficiale si svolge venerdì 16 dicembre presso l’Hotel Rome Cavalieri Waldorf Astoria di Roma, dove il Presidente Paolo Sesti tiene una conferenza stampa di commento su questo lungo ed esaltante periodo che ha portato ad un traguardo di assoluto prestigio, cogliendo poi l’occasione per presentare le prime considerazioni operative sul prossimo futuro della Federazione. A seguire, un incontro ufficiale con alcune tra le massime autorità del mondo sportivo e motociclistico, tra cui il Presidente della Federazione Motociclistica Internazionale Vito Ippolito, il Segretario Generale Guy Maitre, il Presidente Onorario della FIM e della FMI Francesco Zerbi. Graditissima la presenza del Segretario Generale del Coni, Raffaele Pagnozzi, in rappresentanza dell’Ente che vigila sull’intero sport italiano, a dimostrazione di quanto sia ritenuto importante il motociclismo nell’ “economia” agonistica nazionale. Il movimento sportivo italiano sarà idealmente rappresentato dall’intervento di Giacomo Agostini, fantastico detentore di 15 titoli di Campione del Mondo. Accanto a lui una rappresentanza di tutte le specialità sportive, grazie all’intervento di Campionissimi quali Emilio Ostorero, Mario Rinaldi, Diego Bosis, Armando Castagna. Sabato 17 dicembre, il Centro Congressi dell’Autodromo di Vallelunga ospita inoltre la Premiazione dei Campioni 2011, che assume un particolarissimo significato nell’occasione del Centenario. Verranno consegnati i riconoscimenti relativi alla stagione appena terminata, ma anche e soprattutto sarà il momento per riunire in un abbraccio ideale tutti i piloti che hanno contribuito a scrivere la storia del motociclismo sportivo italiano nel mondo. Saranno presenti molti dei piloti che hanno fatto la storia del motociclismo italiano nelle diverse specialità, e tutti riceveranno un riconoscimento ufficiale, in considerazione del ruolo avuto nello sport italiano e della gratitudine della FMI e di tutti gli appassionati per le tantissime emozioni che ci hanno regalato.
condivisioni
commenti
Walter Sciacca lascia l'autodromo di Imola

Articolo precedente

Walter Sciacca lascia l'autodromo di Imola

Prossimo Articolo

Paolo Sesti chiude le feste per i 100 anni di FMI

Paolo Sesti chiude le feste per i 100 anni di FMI
Carica commenti