IGTC: sarà K-Pax il team di Lamborghini alla 8h di Indianapolis

Nel secondo round del 2021 le Huracán con supporto ufficiale sono del team californiano e non di FFF: Pepper/Caldarelli/Bortolotti e Mapelli/Venturini/Lewis le formazioni, in attesa di sapere i nomi delle altre due auto di TR3.

IGTC: sarà K-Pax il team di Lamborghini alla 8h di Indianapolis

Sarà la K-Pax Racing il team che schiererà le Lamborghini nella 8h di Indianapolis, secondo round dell'Intercontinental GT Challenge che si svolge il prossimo fine settimana negli Stati Uniti.

La scuderia californiana va in scena nell'evento di casa del 15-17 ottobre con le Huracán #3 di Jordan Pepper/Andrea Caldarelli - freschi vincitori di titolo nel GT World Challenge America - coadiuvati da Mirko Bortolotti, e #6 di Marco Mapelli/Giovanni Venturini/Corey Lewis.

In precedenza si pensava che potesse essere la Orange 1 FFF Racing ad occuparsi delle auto di Sant'Agata Bolognese, ma all'ultimo momento si è verificato un cambio di programma, dovuto al fatto che è stata rifiutata la richiesta di far correre Caldarelli in due equipaggi differenti (FFF e K-Pax) contemporaneamente. Fra l'altro, il Toro avrà probabilmente altre due macchine in gara, gestite dalla TR3 Racing, altro team del GTWC America.

"Abbiamo dei conti in sospeso con Indianapolis - afferma Darren Law, Programme Manager di K-PAX Racing - L'anno scorso la macchina molto veloce ed eravamo in testa alla gara quando siamo stati buttati fuori dalla lotta da una GT4".

"Dopo una stagione intera con la Lamborghini ci sentiamo sempre più a nostro agio ogni fine settimana con il set-up e quant'altro serva per ottenere il massimo dalla vettura. La concorrenza sarà estremamente forte e non vediamo l'ora di affrontare la sfida".

"La nostra formazione di piloti per questa gara è forte come qualsiasi altra squadra che arriva a questo evento. Siamo molto orgogliosi delle prestazioni che abbiamo mostrato in questa stagione e anche molto grati per il sostegno e la fiducia che Lamborghini Squadra Corse ha riposto in K-Pax Racing. Rappresentare la Lamborghini in questa gara e contribuire a sostenere il suo impegno nell'Intercontinental GT Challenge significa molto".

Pepper ha aggiunto: "Ho alcuni ricordi davvero buoni di Indianapolis, dove però i risultati non sono mai stati un gran che, quindi ci tengo a rifarmi. La squadra vuole vincere questa gara in tutti i modi e vogliamo competere al vertice come accaduto per tutto il 2021".

"Ciò che renderà questa edizione più interessante è che ci saranno più auto in pista rispetto allo scorso anno, quindi le battaglie saranno più intense. Dovremmo essere abbastanza forti con il pacchetto che abbiamo".

"Non è una pista così vecchia scuola come si potrebbe pensare, visto che gireremo nella parte interna, ma penso che già l'atmosfera di Indy sia speciale: sai esattamente dove stai correndo e questo lo rende unico e particolare. Ci sono leggere differenze nel layout del tracciato che saranno molto interessanti, soprattutto nel primo settore. È un buon circuito, veloce, speriamo che vada tutto bene".

"È un bene che abbiamo passato una stagione nel GTWC America con la Lamborghini: la squadra conosce bene la macchina, e dal punto di vista della guida, anche io sono in queste condizioni. Condividere la macchina con Andrea e Mirko, che hanno grande esperienza con questa auto, mi fa pensare che saremo forti".

condivisioni
commenti
IGTC: tre Ferrari al via della 8h di Indianapolis
Articolo precedente

IGTC: tre Ferrari al via della 8h di Indianapolis

Prossimo Articolo

IGTC: la 12h di Bathurst aprirà a marzo la stagione 2022

IGTC: la 12h di Bathurst aprirà a marzo la stagione 2022
Carica commenti