IGTC: la 12h di Bathurst aprirà a marzo la stagione 2022

La mitica gara sul Mount Panorama torna a fare parte del calendario, anche se bisognerà vedere l'evoluzione della situazione pandemica. Niente tappa a Suzuka, confermate Spa, Kyalami e Indianapolis.

IGTC: la 12h di Bathurst aprirà a marzo la stagione 2022

La 12h di Bathurst tornerà a far parte del calendario dell'Intercontinental GT Challenge nel 2022 come round d'apertura della prossima stagione.

La 'classica' australiana era stata annullata nel 2021 causa pandemia da COVID-19, ma ancora non è del tutto certo che si possa effettivamente disputare perché sono ancora in vigore ferree restrizioni sui viaggi in Oceania.

Per questo motivo, il promoter SRO Motorsport ha cercato di posticipare il più possibile l'evento, fissandolo dopo metà marzo anziché a fine gennaio, in modo da dare a tutti il tempo per prepararsi e organizzarsi anche in base all'evoluzione della situazione sanitaria.

Confermatissime le gare a Spa-Francorchamps, Indianapolis e Kyalami, non si andrà invece in Giappone per la 10h di Suzuka, sia per le difficoltà sui viaggi in Asia e sia perché il promotore locale aveva già detto che avrebbe voluto rendere questa corsa valida per la serie nazionale, come era in passato.

Non è quindi escluso che si possa trovare una alternativa alla tappa nipponica, ma per il momento SRO ha pubblicato quello che è un calendario a quattro round.

Intercontinental GT Challenge - Calendario 2022

18-20 marzo: 12h di Bathurst
28-31 luglio: 24h di Spa
7-9 ottobre: 8h di Indianapolis
24-26 novembre: 9h di Kyalami

condivisioni
commenti
IGTC: sarà K-Pax il team di Lamborghini alla 8h di Indianapolis

Articolo precedente

IGTC: sarà K-Pax il team di Lamborghini alla 8h di Indianapolis

Prossimo Articolo

IGTC: trionfo per l'Audi-Saintéloc alla 8h di Indianapolis

IGTC: trionfo per l'Audi-Saintéloc alla 8h di Indianapolis
Carica commenti