Trionfo della Bentley alla 6 Ore del Paul Ricard

Soucek, Soulet ed Abril hanno centrato il successo in terra francese grazie ad una strategia indovinata ed hanno preceduto sul traguardo la Ferrari di Rigon, Molina e Viktor, secondi a 1 minuto, e l'Audi di Rast, Garcia e Muller.

Trionfo della Bentley alla 6 Ore del Paul Ricard
#8 Bentley Team M-Sport, Bentley Continental GT3: Andy Soucek, Maxime Soulet, Vincent Abril
#48 Team HTP Motorsport Mercedes AMG GT3: Kenneth Heyer, Indy Dontje, Patrick Assenheimer
#63 GRT Grasser Racing Team Lamborghini Huracan GT3: Andrea Caldarelli, Christian Engelhart, Mirko Bortolotti
#24 Reiter Young Starts Lamborghini Reiter Gallardo R-EX: Caitlin Wood, Marko Helistekangas, Tomas E
#78 Barwell Motorsport Lamborghini Huracan GT3: Leo Matchitski, Miguel Ramos, Richard Abra
#55 Kaspersky Motorsport Ferrari 488 GT3: Giancarlo Fisichella, Marco Cioci, James Calado
#4 Mercedes-AMG Team Black Falcon Mercedes AMG GT3: Adam Christodoulou, Yelmer Buurman, Luca Stolz
#37 BBT Ferrari 488 GT3: Anthony Liu, Davide Rizzo, Toni Vilander

Andy Soucek, Maxime Soulet e Vincent Abril hanno regalato alla Bentley la prima vittoria nel Blancpain Endurance Series trionfando alla 6 Ore del Paul Ricard e conquistando anche la vetta della classifica.

Il trio ha avuto la meglio sulla Ferrari del team SMP di Davide Rigon, Miguel Molina e Viktor Shaytar, scattati dalla seconda posizione e giunti nello stesso ordine sotto la bandiera a scacchi. 

Buona parte del merito di questo successo è dovuto alla scelta di effetturare una sosta da parte del team M-Sport nelle prime battute di gara in occasione di un periodo di full course yellow. Tale opzione ha consentito alla Bentley di prevalere sulla Mercedes scattata dalla pole ed affidata a Yelmer Buurman.

Il team HTP ha mantenuto la strategia predefinita, ma tale scelta non è stata la migliore e, subito dopo aver effettuato il pit, l'equipaggio composto da Buurman, Adam Christodoulou e Luca Stolz è retrocesso in terza piazza per poi abbandonare definitivamente la gara e consegnare il terzo posto all'Audi di Rene Rast, Antonio Garcia e Nico Muller.

Il pilota impegnato anche nel DTM è stato bravo nel finale ad attaccare con successo la Nissan di Alex e la Mercedes di Daniel Juncadella per conquistare il terzo gradino del podio e giungere con un distacco di 49 secondi dalla Ferrari seconda classificata.

Ai piedi del podio ha così chiuso l'equipaggio composto da Juncadella, Renger van der Zande eFelix Serralles, mentre la Nissan di Buncombe, Katsumasa Chiyo e Matt Simmons ha colto la quinta posizione al termine delle sei ore precedendo l'Audi di Robin Frijns, Jake Dennis e Stuart Leonard.

Decisamente complicata, ma si era già capito sin dalle Libere, la gara del Grasser Racing con Mirko Bortolotti, Andrea Caldarelli e Christian Engelhart che hanno chiuso in tredicesima posizione dopo essere stati puniti con uno stop and go di un minuto per un contatto.

Patrick Kujala, Martin Kodric e Adrian Amstutz hanno centrato il successo in Pro Am al volante della Lamborghini del team Barwell precedendo l'Aston Martin di Salih Yoluc joined Jonny Adam e Ahmad Al Harthy.

 

condivisioni
commenti
Yelmer Buurman centra la pole per la 6 Ore del Paul Ricard
Articolo precedente

Yelmer Buurman centra la pole per la 6 Ore del Paul Ricard

Prossimo Articolo

Tom Blomqvist alla 24 Ore di Spa con la BMW della Rowe

Tom Blomqvist alla 24 Ore di Spa con la BMW della Rowe
Carica commenti