Spa, 3a Ora: Audi-WRT balza al comando con la pioggia

Dopo l'incidente da brividi al Raidillon, la gara è stata funestata da un acquazzone e il duo Muller-Frijns si è portato davanti alla McLaren-Jota, incalzata da Bortolotti con la Lamborghini dopo aver passato la Mercedes-AKKA #88 di Juncadella-Marciello.

Spa, 3a Ora: Audi-WRT balza al comando con la pioggia

La 24h di Spa-Francorchamps ha già riservato le prime emozioni e anche un brivido quando i piloti di GT World Challenge Europe - Endurance Cup ed Intercontinental GT Challenge hanno completato i primi 180' di gara.

La partenza aveva visto Raffaele Marciello tenere il comando dalla Pole Position con la sua Mercedes-AMG #88 griffata AKKA ASP, tallonato dalla Lamborghini #63 di Mirko Bortolotti (Orange 1 FFF Racing Team), ma al 30' minuto c'è stato un terrificante incidente in cima al "Raidillon" che ha causato una lunghissima neutralizzazione, prima con il Full Course Yellow e poi dietro alla Safety Car.

Jack Aitken ha perso il controllo della sua Lamborghini #114 andando contro le barriere, ma rimbalzando in pista è stato centrato dal compagno Franck Perera, mentre Davide Rigon e Kévin Estre sopraggiungevano senza poter evitare i detriti.

Nonostante lo spavento, tutti e quattro sono risultati solamente acciaccati e giusto per Aitken e Rigon i medici hanno imposto ulteriori controlli di routine all'opedale.

Leggi anche:

La ripartenza è avvenuta al giro 21 dopo 1h20' tracorsa sul cronometro, ma qui ci si è subito messa la pioggia a rimescolare le carte. Qualcuno ha provato a proseguire con le slick, pagando a caro prezzo l'azzardo con testacoda e lunghi in frenata, mentre altri si sono immediatamente fermati per montare le Pirelli scanalate.

Di fatto tutta la classifica ha subìto cambiamenti, anche quando a metà della seconda ora si è manifestato nuovamente qualche raggio di sole, portando il tracciato delle Ardenne a riasciugarsi.

Al comando è quindi salita l'Audi R8 LMS #37 del Team WRT su cui sono saliti per ora Robin Frijns/Nico Muller, con un buon vantaggio di 20" sulla McLaren 720 S #38 di Ben Barnicoat/Rob Bell (Jota), incalzata da un Bortolotti in grande spolvero dopo aver passato di prepotenza la Mercedes di Marciello/Daniel Juncadella.

Grande risalita per la Ferrari #51 di Iron Lynx condotta da Come Ledogar/Alessandro Pier Guidi, che ha riguadagnato la Top5 assoluta e PRO con dietro le Mercedes #89 di Felipe Fraga (AKKA ASP) e #4 di Maro Engel/Luca Stolz (HRT).

Ottava la BMW M6 #35 di Thomas Neubauer/Martin Tomczyk, nona la Mercedes #90 di Ezequiel Perez-Companc/Rik Breukers (Madpanda Motorsport), leader della Classe Silver Cup.

Hanno invece dovuto osservare un Drive Through per troppi track-limits non rispettati le Porsche #54 e #56 di Dinamic Motorsport, e #47 di KCMG, oltre alla Audi #30 del Team WRT.

Tornando alla Classe Silver, sul podio virtuale c'è la Lamborghini #14 di Alex Fontana/Ricardo Feller (Emil Frey Racing) e la Mercedes #57 di Winward Racing affidata a Philip Ellis/Mikael Grenier, che si tengono dietro per una manciata di secondi la Bentley #107 di CMR e l'Audi #99 della Attempto Racing.

In Classe PRO-AM svetta la BMW #10 di Boutsen Ginion Racing, seguita dalla Mercedes #2 della GetSpeed e dal trio di Ferrari della AF Corse (#52), Sky Tempesta Racing (#93) e AF Corse #53, anche se qui la graduatoria è in via di definizione perché sono cominciate le nuove girandole di soste.

In Classe AM la Porsche #166 della Haegely by T2 Racing è saldamente davanti alla #23 di Hubert Motorsport.

Intanto è stato decretato un nuovo Ful Course Yellow per il testacoda di Tim Kohmann con la Ferrari #11 della Kessel Racing, ultimo in PRO-AM.

condivisioni
commenti
24h di Spa: terribile botto al Raidillon, i piloti sono ok
Articolo precedente

24h di Spa: terribile botto al Raidillon, i piloti sono ok

Prossimo Articolo

Spa, 6a Ora: gran duello Ferrari-Lamborghini per la vetta

Spa, 6a Ora: gran duello Ferrari-Lamborghini per la vetta
Carica commenti