Iscriviti

Sign up for free

  • Get quick access to your favorite articles

  • Manage alerts on breaking news and favorite drivers

  • Make your voice heard with article commenting.

Motorsport prime

Discover premium content
Iscriviti

Edizione

Italia

GT2 | Maserati in trionfo anche nelle gare di casa a Misano!

Le Maserati GT2 di LP Racing e TFT Racing sono protagoniste sul 'Marco Simoncelli', dove Tamburini/Gorini, Prette e Leroy centrano Pole, podi e vittorie assolute e di categoria, candidandosi ai titoli 2024.

#1 LP Racing, Maserati GT2: Leonardo Gorini, Carlo Tamburini

Altro fine settimana trionfale per le Maserati impegnate nel GT2 European Series, giunta al secondo appuntamento stagionale di Misano.

Sul terreno di casa, le vetture del Tridente preparate da LP Racing e TFT Racing non hanno deluso le aspettative, conquistando Pole, podi e successi come già accaduto all'esordio al Paul Ricard.

Già dal giovedì nel paddock romagnolo erano diversi i curiosi che sostavano davanti alle tende delle due squadre, situate proprio a sinistra dopo l'ingresso e con la MCXtrema a fare bella mostra di sè poco distante tra le varie supercars esposte.

Philippe Prette ha subito mostrato un'ottima velocità andando a prendersi la Pole Position per Gara 1, fermando il cronometro sull'1'35"561 al termine della Q1 che ha visto il monegasco della LP Racing mettere la sua Maserati #2 davanti a tutti anche nella Classe AM, battendo la Mercedes di Gilles Vannelet (Akkodis-ASP) per appena 0"085 e con il suo compagno di squadra Leonardo Gorini terzo a +0"214 come migliore dei PRO/AM.

Molto bene anche Alexandre Leroy al volante della Maserati #24 di TFT Racing, quarto in scia a Gorini e terzo per quel che riguarda la Classe AM, andando quindi a completare le prime due file dello schieramento con tutte e tre le auto emiliane presenti, lasciandosi alle spalle le temibili KTM.

Per la LP Racing le soddisfazioni sono proseguite poco dopo, quando in Q2 è toccato a Carlo Tamburini prendere il posto di Gorini sulla macchina #1 e volare in Pole in 1'34"404, beffando per appena 2 millesimi la KTM #812 di Reinhard Kofler (Team MZR), oltre alle vicinissime Mercedes di Loris Hezemans (#98 Motorsport) ed Audi di Eric De Doncker (#18 LP Racing), più la Mercedes di Ludovic Badey (#61 Akkodis-ASP) per una Top5 tutta PRO/AM.

Prette ha invece proseguito a dettare legge in AM girando in 1'35"363, battendo Jörg Viebahn (Mercedes-NM Racing) e Leroy per questione di pochissimi centesimi.

#2 LP Racing, Maserati GT2: Philippe Prette

#2 LP Racing, Maserati GT2: Philippe Prette

Foto di: SRO

GARA 1: Gorini-Tamburini di rimonta

Nella prima prova da 50' Prette ha inizialmente perso la leadership per mano di Vannelet, capace di scavalcarlo nelle prime curve, mentre Gorini ha tenuto il terzo posto tra le mani respingendo gli attacchi dei rivali e Leroy a prendersi il 5° posto.

Una breve interruzione di Safety Car per recuperare la KTM di Jan Krabec finita K.O. non ha creato scompigli alla ripartenza e la maggior parte dei protagonisti ha atteso l'apertura della finestra per effettuare il pit-stop con rifornimento e cambio pilota, rientrando al giro 12.

Prette, che al giro 10 era riuscito a riscavalcare Vannelet, è stato l'ultimo a prendere la corsia dei box alla 17a tornata, seguito proprio dalla Mercedes del rivale, e all'uscita si è ritrovato nuovamente alle spalle della AMG #87 di Akkodis-ASP, passata in mano a Jean-Luc Beaubelique.

Nel frattempo, Tamburini si era ritrovato in prima posizione grazie ad ottimi giri uscito dai box e la seconda parte di gara è stata piuttosto accesa per giocarsi le rimanenti posizioni sul podio assoluto e di categoria.

Beaubelique ha perso terreno e Prette ne ha approfittato per tornargli davanti, ma verso fine gara ha dovuto incrociare le armi con la KTM di Kofler, che poi ha avuto la meglio andando a tagliare il traguardo secondo generale dietro a Tamburini festante e fuggito a +21"882.

Prette ha comunque potuto gioire per il terzo posto assoluto e il successo in Classe AM, dove Beaubelique ha difeso la piazza d'onore dall'arrivo di Leroy negli ultimi momenti.

"E' stato un vero e proprio lavoro di squadra, il team ha fatto benissimo, così come me e Leo, vincere con LP e la Maserati qui è veramente fantastico", ha commentato Tamburini a fine gara.

Gorini ha aggiunto: "Sono partito bene, rimanendo calmo dietro ad un paio di macchine e ce l'abbiamo fatta!"

#1 LP Racing, Maserati GT2: Leonardo Gorini, Carlo Tamburini

#1 LP Racing, Maserati GT2: Leonardo Gorini, Carlo Tamburini

Foto di: SRO

GARA 2: che volata per Leroy

Domenica mattina, con il cielo nuvoloso a minacciare pioggia (senza colpo ferire, comunque), la partenza è stata subito da brividi con una carambola multilpa alla prima variante innescata da un erroraccio di Badey che ha tamponato Beaubelique infilatosi al suo interno coinvolgendo nell'incidente anche gli incolpevoli Prette e Viebahn. Il monegasco di LP Racing uscito illeso, ma comprensibilmente scombussolato vista la botta ricevuta.

Safety Car in pista che ha tenuto tutti raggruppati per tre giri, poi Tamburini (che era stato colto in fallo per partenza anticipata con punizione di 5" da scontare a fine gara) ha ripreso da leader, ritrovandosi però attaccato da Kofler che ha completato il sorpasso al giro 12, subito prima che l'alfiere di LP Racing rientrasse ai box per il cambio pilota.

I 5 giri che il ragazzo di MZR ha effettuato in più hanno consentito successivamente al suo compagno Martin Koch di uscire in testa con un ampio vantaggio e restarci, nonostante il finestrino sinistro aperto a sporcare l'aerodinamica della sua X-Bow e un Gorini scatenato che prima ha superato tre auto e poi le ha provate tutte pur di riprenderlo, ma giunto sotto la bandiera a scacchi a 2"5 dall'avversario, comunque con un ottimo secondo posto PRO/AM e punti preziosi in classifica.

Con Prette fuori causa, il successo in Classe AM è andato all'altrettanto freddissimo Leroy, autore di un bel recupero e di una difesa strenua all'ultimo giro dall'attacco della KTM di Olbert, sconfitta in volata per appena 0"077!

"Sono veramente contentissimo perché non avevo mai corso a Misano, per cui vincere già nella seconda gara è un grande risultato", ha affermato il francese.

"Come penso di proseguire la stagione? Ovviamente cercherò di imparare ancora tanto e allenarmi bene fisicamente, perché un pilota deve essere in forma se vuole rendere bene".

#24 TFT Racing, Maserati GT2: Alexandre Leroy

#24 TFT Racing, Maserati GT2: Alexandre Leroy

Foto di: SRO

Grande soddisfazione anche per Giovanni Sgro, Capo di Maserati Corse: “Un altro weekend di grandi successi per la Maserati GT2, è la dimostrazione che la nostra vettura è in grado di collezionare prestazioni eccellenti. L’impegno di Maserati nel motorsport è spinto dal desiderio di coinvolgere i nostri clienti, mettendo a disposizione prodotti pensati e realizzati senza compromessi".

"Insieme alla Maserati GT2, sviluppata partendo dalla MC20, ne è un esempio anche la Maserati MCXtrema, la nostra vettura da corsa non omologata per uso stradale dedicata ai gentleman drivers: la più estrema delle Maserati da pista".

"La vittoria e il terzo posto in Gara 1, uniti al secondo posto in Gara 2 a Misano consolidano la nostra capacità di sviluppare una tecnologia superiore, unita a prestazioni eccezionali per lasciare il segno in pista e in strada".

"Non vediamo l’ora di ripeterci nei prossimi appuntamenti del campionato quando in griglia si aggiungeranno altri team, che hanno già acquistato la nostra vettura".

Be part of Motorsport community

Join the conversation
Articolo precedente Gallery GT2 | Maserati subito grandi protagoniste al Paul Ricard
Prossimo Articolo Gallery GT2 | Maserati ancora sugli scudi: che gioie a Misano

Top Comments

Non ci sono ancora commenti. Perché non ne scrivi uno?

Sign up for free

  • Get quick access to your favorite articles

  • Manage alerts on breaking news and favorite drivers

  • Make your voice heard with article commenting.

Motorsport prime

Discover premium content
Iscriviti

Edizione

Italia