GT World Challenge Europe Endurance

GTWC Endurance: pazza Imola, trionfa l'Audi WRT di Bortolotti

condivisioni
commenti
GTWC Endurance: pazza Imola, trionfa l'Audi WRT di Bortolotti
Di:
26 lug 2020, 15:38

Una 3h pazzesca condita da colpi di scena a non finire viene vinta dalla R8 #31 davanti alla Porsche #12 della GPX e alla Mercedes #88 di AKKA ASP. In Silver festeggia la Lamborghini #78 di Barwell Motorsport, PRO-Am alla Aston #188 della Garage59.

E' una vittoria incredibile quella che il Belgian Audi Club Team WRT ha centrato ad Imola nella prima gara stagionale del GT World Challenge Europe.

Al termine delle 3h del round di Endurance Cup, Mirko Bortolotti ha tagliato il traguardo in festa al volante della R8 LMS #31 condivisa con Kelvin Van Der Linde e Matthieu Vaxiviere, ma è successo veramente di tutto nell'arco dei 180' e fino a pochissimi giri dal termine il punto interrogativo sull'esito finale aleggiava dentro l'Enzo e Dino Ferrari.

Basti pensare che sono state ben cinque le neutralizzazioni con Full Course Yellow e ingresso della Safety Car a raggruppare tutti, ma soprattutto a rimescolare le carte più e più volte.

Al via il poleman Frédéric Vervisch ha tenuto il primato con l'Audi #66 della Attempto Racing, ma già al "Tamburello" ecco una collisione tra la Porsche #12 della GPX Racing condotta da Matt Campbell e la Mercedes #4 di Maro Engel, con il portacolori della HRT a tagliare la variante finendo fuori dalla Top10.

Vervisch ha provato la fuga approfittando di un James Calado piuttosto lento con la Ferrari #51 della AF Corse, tallonato dalla Mercedes #88 di Raffaele Marciello (AKKA ASP), Campbell e Vaxiviere.

Ma ecco il primo rallentamento obbligato con il FCY per via del botto da parte di Christian Hook con la Mercedes #44 di SPS Automotive Performance, in sbandata all'uscita della "Rivazza" e costretto ad alzare bandiera bianca.

La gara è ripresa dopo 5 passaggi e subito Marciello ne ha approfittato per scavalcare Calado proprio all'ultima variante, ma la festa è durata poco perché al 15° giro nuovo FCY per un doppio incidente che ha visto la Mercedes #87 di Jean-Luc Beabelique (AKKA ASP) venire spedita a muro alla "Rivazza" dalla Mercedes #74 della Ram Racing con sopra Remon Vos, che poco prima aveva causato lo stesso incidente alla "Tosa" con la Bentley Continental #107 dell'incolpevole Petru Razvan Umbrarescu (CMR).

E qui si è verificato il primo episodio che nel complesso della gara è stato decisivo perché chi era a centro gruppo ne ha approfittato per rientrare ai box effettuando una sosta anticipata.

La ripartenza al giro 19 è durata in realtà qualche metro perché la Lamborghini #23 di Giovanni Venturini (Imperiale) è stata centrata nella discesa della "Rivazza" da un rivale, che gli ha causato il distacco della posteriore destra e la fermata nell'erba.

Altra Safety Car e praticamente Top10 tutta a rientrare in pit-lane per la sosta; in questo frangente, clamoroso errore del leader Vervisch che arriva stortissimo nella sua piazzola, costringendo i meccanici della Attempto a sistemarla perdendo parecchio tempo.

Si riprende la corsa al giro 26 con parecchie carte rimescolate perché al comando si ritrova a sorpresa la Ferrari #51 che Nicklas Nielsen ha ereditato da Calado, ma soprattutto seguita dalla 488 #78 della SMP Racing condotta da Sergey Sirotkin, mentre Timur Boguslavski mantiene terza la Mercedes #88 davanti all'Audi #31 di Kelvin Van Der Linde; il sudafricano ci mette pochissimo a sbarazzarsi del rivale griffato AKKA ASP, facendo poi lo stesso con Sirotkin al giro 33 e Nielsen al giro 34, balzando al comando.

Intanto dalle retrovie la Lamborghini #63 di Dennis Lind (prima) e Marco Mapelli (poi) risale fino all'11° posto accodandosi ad un gruppetto agguerritissimo che combatte per il sesto posto, al quale è posizionato un Louis Delétraz tutt'altro che irresistibile con la Porsche #40 della GPX Racing.

Il nuovo colpo di scena arriva invece dalla direzione gara, che ravvisa velocità troppo elevate in regime di FCY: a farne le spese sono almeno una quindicina di vetture, fra cui troviamo l'Audi #66 della Attempto, le Ferrari #51 e #78 di AF Corse e SMP Racing, la BMW #10 della Boutsen Ginion che comanda in Classe PRO-Am e la Lamborghini #163 di Emil Frey Racing che è in ottava assoluta.

Al 49° passaggio, Patrick Pilet comincia a dire la sua e risale terzo scavalcando Boguslavski, mentre dietro di lui Delétraz comincia a dover cedere il passo a chi insegue, primo fra questi Andy Soucek sulla Bentley #9 della K-Pax Racing.

Al giro 56 Van Der Linde rientra ai box per l'ultima sosta cedendo il volante a Bortolotti, che comincia ad esperimere tutto il suo talento spingendo come un disperato e scavando un solco di oltre 18" nei confronti degli inseguitori.

Ma dopo la successiva girandola di cambi, non poteva mancare un altro incidente e conseguente FCY: questa volta a prendersi sono Alvaro Parente (#9) e Fabian Schiller (#100), quest'ultimo incolpevole a perdere il sesto posto rimanendo in ghiaia alla "Rivazza" dopo la tamponata dello sciagurato portoghese.

Le auto vengono raggruppate e Bortolotti perde il vantaggio sulla Porsche #12 guidata ora da Mathieu Jaminet, che però alla ripartenza non riesce a sbarazzarsi subito della BMW #10 di Karim Ojjeh; il pilota della M6 fa da tappo a tutti e crea sia la nuova fuga di Bortolotti, ma anche un bel caos alle sue spalle.

Siamo al giro 72 e la M6 alla "Variante Alta" finisce in testacoda, con dietro gente che taglia la chicane e chi invece non riesce ad evitare la collisione, come Sandy Mitchell che con la Lamborghini #77 della Barwell Motorsport frana addosso alla Aston Martin #159 di Valentin Hasse Clot (Garage 59).

Altro FCY, mentre la gara perde altri due protagonisti per problemi tecnici: prima la Lamborghini #63 di Orange1-FFF (sospensione) e poi l'Audi #66 che Mattia Drudi stava riportando a punti.

L'ultima ripartenza avviene ad 11'30" dalla bandiera a scacchi: Bortolotti scappa via un'altra volta, si accendono le scintille tra Jaminet, Felipe Fraga (Mercedes #88) e Dries Vanthoor (Audi #32) per il podio, ma le posizioni non cambiano e a stappare lo champagne per primi sono i ragazzi del Belgian Audi Club Team WRT, Bortolotti-Vaxiviere-Van Der Linde.

Campbell-Pilet-Jaminet chiudono secondi con la Porsche GPX, seguiti dalla Mercedes di Marciello-Fraga-Boguslavski, che beffa in volata l'Audi di Vanthoor-Mies-Weerts.

In Top5 troviamo anche la R8 #25 della Saintéloc Racing (Markus Winkelhock-Christopher Mies-Charles Weerts), seguita a distanza dalla Porsche #99 di Dirk Werner-Julien Andlauer-Klaus Bacheler (Rowe Racing).

La miglior Ferrari, fra le mille difficoltà, alla fine è proprio la #51 di Pier Guidi-Calado-Nielsen e in questo caso è stato bravo Alessandro a risalire la china nello stint finale che lo ha riportato settimo.

Ottavo posto per la Optimum Motorsport con la McLaren #69 di Oliver Wilkinson-Rob Bell-Joe Osborne, che batte per un soffio la Porsche di Romain Dumas-Louis Deletraz-Thomas Preining (#40 GPX) e la Lamborghini di Franck Perera-Giacomo Altoè-Albert Costa, in rimonta fino alla Top10 precedendo per 3 decimi la Porsche di Matteo Cairoli-Christian Engelhart-Sven Muller (#54 Dinamic Motorsport).

Fra le mille bagarre che hanno visto a lungo lottare nella Top10 assoluta anche la Lexus della Tech1 Racing, alla fine la vittoria in Silver Class se la portano a casa i ragazzi della Barwell Motorsport con la Lamborghini #78 di Patrick Kujala-Alex MacDowall-Frederik Schandorff, che battono la Aston Martin #159 della Garage59 (Valentin-Andrew Watson) e la Porsche #56 di Dinamic Motorsport (Andrea Rizzoli-Adrien De Leener-Mikkel O. Pedersen).

Garage59 può festeggiare anche in Classe PRO-Am con il successo di Chris Goodwin-Alex West-Jonathan Adam sulla Vantage #188, con podio completato da Chris Froggatt-Jonathan Hui-Eddie Cheever (Ferrari #93-Tempesta Racing) e Michaël Blanchemain-Clément Seyler-Arthur Rougier sulla Audi #26 della Saintéloc Racing.

GT WORLD CHALLENGE ENDURANCE - Imola: Gara

Scorrimento
Lista

#488 Rinaldi Racing Ferrari 488 GT3: Pierre Ehret, Rino Mastronardi, Daniel Keilwitz

#488 Rinaldi Racing Ferrari 488 GT3: Pierre Ehret, Rino Mastronardi, Daniel Keilwitz
1/30

Foto di: SRO

#33 Team WRT Audi R8 LMS GT3: Rik Breukers, Benjamin Goethe, Stuart Hall

#33 Team WRT Audi R8 LMS GT3: Rik Breukers, Benjamin Goethe, Stuart Hall
2/30

Foto di: SRO

#25 Sainteloc Racing Audi R8 LMS GT3: Markus Winkelhock, Dorian Boccolacci, Christopher Haase

#25 Sainteloc Racing Audi R8 LMS GT3: Markus Winkelhock, Dorian Boccolacci, Christopher Haase
3/30

Foto di: SRO

#163 Emil Frey Racing Lamborghini Huracan GT3 Evo: Albert Costa, Franck Perera, Giacomo Altoè

#163 Emil Frey Racing Lamborghini Huracan GT3 Evo: Albert Costa, Franck Perera, Giacomo Altoè
4/30

Foto di: SRO

#15 Tech 1 Racing Lexus RC F GT3: Timothé Buret, Thomas Neubauer, Aurélien Panis

#15 Tech 1 Racing Lexus RC F GT3: Timothé Buret, Thomas Neubauer, Aurélien Panis
5/30

Foto di: SRO

#3 K-Pax Racing Bentley Continental GT3: Rodrigo Baptista, Maxime Soulet, Jules Gounon

#3 K-Pax Racing Bentley Continental GT3: Rodrigo Baptista, Maxime Soulet, Jules Gounon
6/30

Foto di: SRO

#31 Team WRT Audi R8 LMS GT3: Mirko Bortolotti, Matthieu Vaxiviere, Kelvin van der Linde

#31 Team WRT Audi R8 LMS GT3: Mirko Bortolotti, Matthieu Vaxiviere, Kelvin van der Linde
7/30

Foto di: SRO

#40 GPX Racing Porsche 911 GT3-R: Romain Dumas, Louis Deletraz, Thomas Preining

#40 GPX Racing Porsche 911 GT3-R: Romain Dumas, Louis Deletraz, Thomas Preining
8/30

Foto di: SRO

#51 AF Corse Ferrari 488 GT3: Alessandro Pier Guidi, Nicklas Nielsen, James Calado

#51 AF Corse Ferrari 488 GT3: Alessandro Pier Guidi, Nicklas Nielsen, James Calado
9/30

Foto di: SRO

#69 Optimum Motorsport McLaren 720S GT3: Oliver Wilkinson, Rob Bell, Joe Osborne

#69 Optimum Motorsport McLaren 720S GT3: Oliver Wilkinson, Rob Bell, Joe Osborne
10/30

Foto di: SRO

#78 Barwell Motorsport Lamborghini Huracan GT3 Evo: Frederik Schandorff, Alex Macdowall, Patrick Kujala

#78 Barwell Motorsport Lamborghini Huracan GT3 Evo: Frederik Schandorff, Alex Macdowall, Patrick Kujala
11/30

Foto di: SRO

#74 Ram Racing Mercedes-AMG GT3: Remon Vos, Tom Onslow-Cole

#74 Ram Racing Mercedes-AMG GT3: Remon Vos, Tom Onslow-Cole
12/30

Foto di: SRO

#14 Emil Frey Racing Lamborghini Huracan GT3 Evo: Norbert Siedler, Mikäel Grenier, Riccardo Feller

#14 Emil Frey Racing Lamborghini Huracan GT3 Evo: Norbert Siedler, Mikäel Grenier, Riccardo Feller
13/30

Foto di: SRO

#3 K-Pax Racing Bentley Continental GT3: Rodrigo Baptista, Maxime Soulet, Jules Gounon

#3 K-Pax Racing Bentley Continental GT3: Rodrigo Baptista, Maxime Soulet, Jules Gounon
14/30

Foto di: SRO

#31 Team WRT Audi R8 LMS GT3: Mirko Bortolotti, Matthieu Vaxiviere, Kelvin van der Linde

#31 Team WRT Audi R8 LMS GT3: Mirko Bortolotti, Matthieu Vaxiviere, Kelvin van der Linde
15/30

Foto di: SRO

#5 Haupt Racing Team Mercedes-AMG GT3: Hubert Haupt, Sergey Afanasiev, Finlay Hutchison

#5 Haupt Racing Team Mercedes-AMG GT3: Hubert Haupt, Sergey Afanasiev, Finlay Hutchison
16/30

Foto di: SRO

#4 Haupt Racing Team Mercedes-AMG GT3: Vincent Abril, Luca Stolz, Maro Engel

#4 Haupt Racing Team Mercedes-AMG GT3: Vincent Abril, Luca Stolz, Maro Engel
17/30

Foto di: SRO

#32 Team WRT Audi R8 LMS GT3: Christopher Mies, Dries Vanthoor, Charles Weerts

#32 Team WRT Audi R8 LMS GT3: Christopher Mies, Dries Vanthoor, Charles Weerts
18/30

Foto di: SRO

#63 Orange 1 FFF Racing Team Lamborghini Huracan GT3 Evo: Andrea Caldarelli, Marco Mapelli, Dennis Lind

#63 Orange 1 FFF Racing Team Lamborghini Huracan GT3 Evo: Andrea Caldarelli, Marco Mapelli, Dennis Lind
19/30

Foto di: SRO

#66 Attempto Racing Audi R8 LMS GT3: Mattia Drudi, Frederic Vervisch, Kim-Luis Schramm

#66 Attempto Racing Audi R8 LMS GT3: Mattia Drudi, Frederic Vervisch, Kim-Luis Schramm
20/30

Foto di: SRO

#99 ROWE Racing Porsche 911 GT3-R: Julien Andlauer, Klaus Bachler, Dirk Werner

#99 ROWE Racing Porsche 911 GT3-R: Julien Andlauer, Klaus Bachler, Dirk Werner
21/30

Foto di: SRO

#9 K-Pax Racing Bentley Continental GT3: Andy Soucek, Jordan Pepper, Alvaro Parente

#9 K-Pax Racing Bentley Continental GT3: Andy Soucek, Jordan Pepper, Alvaro Parente
22/30

Foto di: SRO

#66 Attempto Racing Audi R8 LMS GT3: Mattia Drudi, Frederic Vervisch, Kim-Luis Schramm

#66 Attempto Racing Audi R8 LMS GT3: Mattia Drudi, Frederic Vervisch, Kim-Luis Schramm
23/30

Foto di: SRO

#66 Attempto Racing Audi R8 LMS GT3: Mattia Drudi, Frederic Vervisch, Kim-Luis Schramm

#66 Attempto Racing Audi R8 LMS GT3: Mattia Drudi, Frederic Vervisch, Kim-Luis Schramm
24/30

Foto di: SRO

#72 SMP Racing Ferrari 488 GT3: Sergey Sirotkin, Davide Rigon, Miguel Molina

#72 SMP Racing Ferrari 488 GT3: Sergey Sirotkin, Davide Rigon, Miguel Molina
25/30

Foto di: SRO

#100 GetSpeed Performance Mercedes-AMG GT3: Fabian Schiller, Maximilian Buhk, Alessio Lorandi

#100 GetSpeed Performance Mercedes-AMG GT3: Fabian Schiller, Maximilian Buhk, Alessio Lorandi
26/30

Foto di: SRO

#87 AKKA ASP Mercedes-AMG GT3: Jean-Luc Beaubelique, Fabien Barthez, Jim Pla

#87 AKKA ASP Mercedes-AMG GT3: Jean-Luc Beaubelique, Fabien Barthez, Jim Pla
27/30

Foto di: SRO

#72 SMP Racing Ferrari 488 GT3: Sergey Sirotkin, Davide Rigon, Miguel Molina

#72 SMP Racing Ferrari 488 GT3: Sergey Sirotkin, Davide Rigon, Miguel Molina
28/30

Foto di: SRO

#72 SMP Racing Ferrari 488 GT3: Sergey Sirotkin, Davide Rigon, Miguel Molina

#72 SMP Racing Ferrari 488 GT3: Sergey Sirotkin, Davide Rigon, Miguel Molina
29/30

Foto di: SRO

#66 Attempto Racing Audi R8 LMS GT3: Mattia Drudi, Frederic Vervisch, Kim-Luis Schramm

#66 Attempto Racing Audi R8 LMS GT3: Mattia Drudi, Frederic Vervisch, Kim-Luis Schramm
30/30

Foto di: SRO

GT World Challenge Europe: pole per l'Audi dell'Attempto a Imola

Articolo precedente

GT World Challenge Europe: pole per l'Audi dell'Attempto a Imola

Prossimo Articolo

GTWC: podio e rammarico per le Ferrari a Imola

GTWC: podio e rammarico per le Ferrari a Imola
Carica commenti