Team Italia Velocità: al via una nuova era

Team Italia Velocità: al via una nuova era

Lo sforzo della FMI per promuovere i talenti nostrani sarà davvero su tanti fronti

Si è svolto a Roma il primo incontro del gruppo di lavoro del Team Italia Velocità 2011. Un progetto importante, con tre obiettivi: supportare piloti italiani promettenti nel percorso di avvicinamento al professionismo, dimostrare la validità del vivaio azzurro su pista, iniziare un percorso di formazione pluriennale che permetta a giovani piloti di salire alla ribalta internazionale. Il Progetto Team Italia riveste una particolare importanza per la FMI, come dimostra la decisione di essere presenti in modo molto articolato in tre settori della velocità nazionale ed internazionale: MONDIALE GP Tutti da seguire i debutti del 17enne marchigiano Alessandro Tonucci e del 16enne laziale Luigi Morciano nel Campionato del Mondo 125 GP, dove correranno con le Aprilia del Team Italia FMI, continuando in ambito iridato il percorso iniziato tre anni fa. DERIVATE DI SERIE Il Team Italia sarà presente con Danilo Petrucci, ternano classe 1990, nel CIV e nella Coppa del Mondo Superstock 1000 con la Ducati del Barni Racing Team; il 18enne casertano Riccardo Russo sarà nel CIV e nel Campionato Europeo Superstock 600 in sella alla Yamaha del Team Trasimeno. CAMPIONATO ITALIANO VELOCITA' Il Gabrielli Racing Team debutta con i colori federali gestendo le Aprilia guidate dai giovanissimi (14 anni entrambi) Niccolò Antonelli, di Cattolica, e Romano Fenati, di Ascoli Piceno. Altri due talenti in erba (15 anni), affrontano invece la Coppa Italia 125 SP sempre con le Aprilia del Team Gabrielli: il romagnolo Michael Ruben Rinaldi e Manuel Pagliani, di Padova. Tre ex-piloti d’eccezione seguiranno i giovani Azzurri in questa avventura, supportati dal Direttore Tecnico Generale FMI, Giorgio Bonfigli. Cristiano Migliorati nella Stock 600 e 1000, Roberto Locatelli nella 125 GP, Ezio Gianola nella 125 SP CIV e Coppa Italia, hanno infatti ricevuto l’incarico di dirigenti sportivi del Team Italia nelle varie categorie, dove metteranno a disposizione la loro esperienza, con il compito di far fare ai ragazzi il salto di qualità a livello tecnico, sportivo, umano e professionale. “Uno sforzo notevolissimo – ha commentato il Presidente FMI, Paolo Sestiche dimostra ampiamente come la Federazione voglia “recuperare” in fretta la differenza che ci separa dal ritorno alla tradizione vincente che ci contraddistingue da ormai 100 anni…”. “Ci siamo impegnati molto, ed ora è il momento di mettere a disposizione del settore Velocità l’esperienza maturata con i Team Italia fuoristrada – aggiunge Fabio Larceri, Presidente del Settore Tecnico FMI - Dovremo dare ai piloti gli strumenti necessari per la loro crescita sportiva. Ci aspettiamo metodo, serietà e dedizione. Dovranno imparare l’inglese e andare bene negli studi, perché devono assicurarsi un futuro che vada oltre la carriera sportiva. Prima che professionisti dovranno essere persone responsabili. Questa è la sfida…”. “Il Progetto ha l’obiettivo di vincere con il Team Italia – ha detto Alfredo Mastropasqua, Coordinatore Settore Velocità FMI – Un percorso che nasce oggi, caratterizzato da un programma pluriennale nelle categorie GP, SP e Superstock, che in futuro puntiamo a fare arrivare nel mondiale Superbike e Supersport. Il Team Italia torna a calcare le piste e per noi è un motivo d’orgoglio: dai tecnici ai responsabili, ai piloti e agli stessi genitori, dovremo tutti remare nella stessa direzione, avendo tutti regole chiare e precise”.
Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati 125 GP
Articolo di tipo Ultime notizie