WSBK 2010, Phillip Island Test Day/2

WSBK 2010, Phillip Island Test Day/2

Dominio Ducati sulla pista australiana. Solo la Honda di Rea al passo...

Ducati conferma di essere davvero in palla con le 1098R messe a punto per la staguione 2010: dopo averne messe sei nei primi dieci ieri, oggi sono quattro nelle prime quattro posizioni, con il plus di essere state le uniche ad essere riuscite a girare comodamente sotto al '32. Una prestazione incredibile, sopratutto perchè ad andare forte non è stato solamente l'ufficiale Fabrizio, ma anche tutta la "gang" dei privatio ha fatto vedere che quest'anno i conti bisognerà farli con loro: Byrne, infatti, ha girato a 12 millesimi dalla Rossa del Team Xerox, riuscendo a mettersi dietro di un soffio la bicilindrica di Smrz. Molto veloce anche Checa, con un tempo a tre decimi dalla vetta sufficiente per tenere a bada la Honda di Rea e la Ducati di un Haga meno veloce del previsto: è probabile che il giapponese si sia concentrato sulla definizione di un assetto ideale per la corsa. Settimo posto per la quattro cilindri giapponese (Suzuki) di Haslam, che ha impressionato nei test di Portimao, mentre Biaggi non riesce a scrollarsi di dosso il distacco che aveva già accumulato ieri. Alle sue spalle è arrivato anche Camier e la cosa fa presupporre che, come Haga, anche il romano non abbia voluto forzare troppo la mano. Chiude la classifica del top-ten Neukirchner, che su questa pista riesce a guidare molto bene la sua CBR100RR difendendosi dagli attacchi di un ritrovato Xaus. Le strigliate di Tardozzi, evidentemente, iniziano a fare effetto ed i tempi si stanno progressivamente abbassando: c'è da fare, però, in casa BMW per portare avanti una moto su cui ci sono ancora molti dettagli da mettere a punto ed il 13esimo di Corser (sulla sua pista) lo conferma. Misteriosamente indietro, invece, le Yamaha: Toseland è solo 12esimo, mentre Crutchlow non è andato oltre a un 17esimo ad 1.2 secondi dalla vetta. Nel gruppone anche Lanzi, Guintoli, il si spera arrembante Vermeulen e l'altalenante Sykes, che sembrano soffrire i problemi prestazionali della ZX-10R nonostante gli annunci bellicosi fatti subito dopo i test di Portimao. Indietro, anche se i secondi dalla vetta sono "solo" due, anche le BMW S1000RR private di Pitt e Resch: come per le ufficiali, c'è da fare. Rivedremo il mondiale WSBK il prossimo weekend su questa pista: in programma c'è la prima corsa della stagione. Stay tuned. WSBK 2010, Phillip Island Test Day/2 22/02/2010 1 84 Fabrizio M. (ITA) Ducati 1098R 1'31.650 2 67 Byrne S. (GBR) Ducati 1098R 1'31.662 3 96 Smrz J. (CZE) Ducati 1098R 1'31.680 4 7 Checa C. (ESP) Ducati 1098R 1'31.959 5 65 Rea J. (GBR) Honda CBR1000RR 1'32.175 6 41 Haga N. (JPN) Ducati 1098R 1'32.247 7 91 Haslam L. (GBR) Suzuki GSX-R1000 1'32.279 8 3 Biaggi M. (ITA) Aprilia RSV4 1000 F. 1'32.474 9 2 Camier L. (GBR) Aprilia RSV4 1000 F. 1'32.621 10 76 Neukirchner M. (GER) Honda CBR1000RR 1'32.691 11 111 Xaus R. (ESP) BMW S1000 RR 1'32.714 12 52 Toseland J. (GBR) Yamaha YZF R1 1'32.781 13 11 Corser T. (AUS) BMW S1000 RR 1'32.819 14 57 Lanzi L. (ITA) Ducati 1098R 1'32.830 15 50 Guintoli S. (FRA) Suzuki GSX-R1000 1'32.869 16 77 Vermeulen C. (AUS) Kawasaki ZX 10R 1'32.870 17 35 Crutchlow C. (GBR) Yamaha YZF R1 1'32.880 18 66 Sykes T. (GBR) Kawasaki ZX 10R 1'33.202 19 88 Pitt A. (AUS) BMW S1000 RR 1'33.699 20 25 Brookes J. (AUS) Honda CBR1000RR 1'33.710 21 123 Resch R. (AUT) BMW S1000 RR 1'33.943 22 31 Iannuzzo V. (ITA) Honda CBR1000RR 1'34.945 23 15 Baiocco M. (ITA) Kawasaki ZX 10R 1'35.663 24 95 Hayden R. (USA) Kawasaki ZX 10R 1'35.763

Diventa parte di qualcosa di grande

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati WSBK
Piloti Fabrizio Michel
Articolo di tipo Ultime notizie