WSBK 2010, Phillip Island, Team BMW: Corser c'è

WSBK 2010, Phillip Island, Team BMW: Corser c'è

...male, invece, Xaus: quattro cadute lo inducono al ritiro pre-corsa

E' stato un inizio di stagione "discreto" per il team BMW Motorrad Motorsport: il settimo posto in gara 2, dove Corser è riuscito a mettersi dietro anche Max Biaggi, ed il nono in gara 1 ottenuto dallo stesso pilota australiano sono risultati sostanzialmente in linea con il programma di sviluppo del team tedesco, che per la stagione in corso mira a darsi una nuova organizzazione puntando a qualche podio laddove le condizioni lo permettano. Condizioni che, visti gli appena 12 secondi presi in gara 2, non si sono avverate in Australia per molti motivi oltre la competitività della moto. Xaus, ad esempio, sta deludendo ogni aspettativa: dopo un 2009 da buttare, il 2010 si è aperto con una media di incidenti elevatissima - 4 in tre giorni - che l'hanno addirittura portato alla drammatica scelta di saltare le corse del pomeriggio. Presto per dire se Tardozzi correrà ai ripari, anche perchè un pilota di un top-team non si cambia dalla mattina alla sera, ma se anche a Portimao Ruben confermerà questo trend sarà dura per lui tornare in sella alla S1000RR... "Ho fatto una bella partenza - ha dichiarato Troy Corser - nella prima corsa guadagnando molte posizioni. Purtroppo la gomma posteriore mi ha mollato molto velocemente e non sono riuscito a spingere come volevo, ma il risultato è comunque buono. In gara 2 ho apportato delle piccole modifiche al setup. trovandomi subito meglio: sono riuscito ad avere un passo più costante anche se ho faticato molto per sbarazzarmi di Toseland. C'è ancora molto da fare ma sono convinto che possiamo fare bene in futuro." "Nel corso del warm-up - ha dichiarato Xaus -, quando mi sono ritrovato in scia di Haga, mi sono sentito improvvisamente "aspirato" dalla sua scia e non sono riuscito ad evitare il contatto. Sono molto dispiaciuto per me, perchè non me la sono sentita di andare avanti con le corse, per Nori che si è infortunato nell'incidente, ma anche per il mio team e per la BMW. Mi devo assolutamente riprendere." "Il nostro weekend - ha dichiarato Berthold Hauser, Direttore di BMW Motorsport - è stato come una montagna russa. Abbiamo avuto un sacco di difficoltà con cui lottare, a partire dalla pressione sul team per arrivare al ritiro dalla competizione di Ruben. Siamo comunque riusciti a concentrarci ed alla fine abbiamo ottenuti un risultato in linea con le nostre aspettative di inizio stagione. Vorrei ringraziare il team e Corser, che è stato davvero fantastico in gara 2."

Diventa parte di qualcosa di grande

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati WSBK
Piloti Corser Troy , Rubén Xaus Moreno
Articolo di tipo Ultime notizie