WSBK 2010, Phillip Island, Q1: Checa primo

WSBK 2010, Phillip Island, Q1: Checa primo

Quattro Ducati nei primi cinque posti. Sesto Biaggi

Nella mattina australiana, quando in Italia era notte fonda, il caldo intenso con temperatura dell'aria di 33° ha caratterizzato la prima sessione di prove ufficiali della gara di Phillip Island, round di apertura del Campionato Mondiale Superbike 2010. Carlos Checa con la Ducati 1098R dell'Althea Racing ha spiccato il miglior tempo sfruttando al meglio i nuovi pneumatici Pirelli. Un risultato che premia lo sforzo fatto dalla squadra di Civita Castellana (VT) guidata da Genesio Bevilacqua che fin dai primi test ha dimostrato di voler essere protagonista in questa stagione 2010 della Superbike. Alle sue spalle Michel Fabrizio a solo un decimo con la Ducati Xerox ufficiale che nel finale ha anche tentato l'attacco alla pole. Leon Haslam con la Suzuki-Alstare ha mostrato un ottimo passo che potrebbe inserirlo tra i migliori e che gli ha permesso di realizzare il terzo tempo a due decimi da Carlos Checa. Max Biaggi con l'Aprilia-Alitalia, vittima anche di una scivolata senza conseguenze, è sesto davanti alla Honda Ten Kate di Jonathan Rea, che ha avuto qualche problema con il set-up della ciclistica. Due le cadute importanti: Toseland con la Yamaha ufficiale è stato letteralmente disarcionato dalla sua R1 e ha riportato una forte botta al polso sinistro ma senza frattura, come evidenziato dall'esame radiologico, mentre proprio nelle ultime battute Byrne, con l'altra Ducati Althea, cercando di migliorare il suo già ottimo quarto crono è caduto battendo la schiena ma senza conseguenze. "Sono soddisfatto dell'esito dei test odierni – ha dichiarato Carlo Checa -. Ho lavorato molto bene con i tecnici della mia squadra ed abbiamo potuto provare diversi tipi di gomme e diversi assetti. Conquistare la pole position provvisoria è sempre un ottimo risultato che dà morale a tutta la squadra. Ad ogni modo la gara non si corre oggi, ma domenica, quando probabilmente avremo differenti condizioni climatiche e differenti temperature. Però quello odierno è un senza dubbio un ottimo punto di partenza". "Abbiamo provato varie gomme stamattina – ha spiegato Michel Fabrizio - e varie soluzioni di setting in accordo con il mio ingegnere. Sono scivolato ma fortunatamente senza conseguenze. Oggi pomeriggio abbiamo trovato la via giusta con la gomma che potrebbe essere quella da gara e i tempi sono stati incoraggianti. Durante il giro veloce ho perso un paio di decimi nell'ultimo curvone ma sono comunque molto contento; abbiamo lavorato molto bene e sono soddisfatto dei risultati. Abbiamo un buon passo gara ma dipenderà molto delle condizioni meteorologiche domenica." Per il secondo turno di qualifiche ufficiali (ore 0:45 italiane) le condizioni atmosferiche dovrebbero cambiare. La Superpole prenderà il via alle 15:00 locali (ore 5 italiane).

Diventa parte di qualcosa di grande

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati WSBK
Piloti Carlos Checa
Articolo di tipo Ultime notizie