WSBK 2010, Phillip Island, Gara 1: Haslam al photofinish

WSBK 2010, Phillip Island, Gara 1: Haslam al photofinish

Il pilota inglese vince la corsa in volata su Fabrizio

La prima gara del Campionato Mondiale Superbike 2010 rimarrà nella storia e non solo per la prima vittoria in carriera di Leon Haslam. Il pilota della Suzuki infatti ha preceduto di appena 4 millesimi Michel Fabrizio, conquistando però un successo meritato dopo 22 giri di leadership. L'inglese ha privato del primato per il margine più piccolo sul diretto inseguitore un mostro sacro come Carl Fogarty, che nel 1999 vinse a Monza con soli 5 millesimi di vantaggio nei confronti di Colin Edwards. Scattato dalla pole, Haslam è stato bravo a rintuzzare gli attacchi delle due Ducati ufficiali di Fabrizio e di un Noriyuki Haga davvero grintoso, nonostante una caduta nel warm up, per tutta la durata della corsa. Bella anche la lotta per la quarta posizione, che ha visto coinvolto un quartetto giunto al traguardo con una decina di secondi di ritardo dai primi tre: alla fine l'ha spuntata Jonathan Rea, riuscendo a mettere in fila Max Biaggi, Sylvain Guintoli e Carlos Checa. Sfortunato invece Leon Camier, anche lui in lotta per la medaglia di legno per diversi giri, ma poi costretto ad accontentarsi dell'undicesima piazza a causa di un lungo. “L'arrivo è stato vicinissimo e per un pò non sapevo di aver vinto - ha spiegato il vincitore -. Non potrò mai ringraziare abbastanza la mia squadra sono stati concreti sin dal primo giorno e averli ripagati è grande. Sono davvero senza parole. Ho cambiato il mio stile verso la fine e ho guidato nel miglior modo possibile. Ha funzionato, ma ero vicino alla fine”. L'ennesima piazza d'onore del weekend, arrivata poi in maniera così beffarda, non ha tolto il sorriso a Michel Fabrizio: “Pensavo di aver vinto la gara. Quando dopo il traguardo ho visto sullo schermo la mia famiglia e il capo meccanico che festeggiavano ho pensato che fosse vero”. “Non ho avuto alcuna seria conseguenza dopo la caduta nel warm-up, salvo un po' di gonfiore al braccio destro. Il mio personal trainer mi fatto un buon massaggio prima della gara e ho fatto alcune iniezioni di antidolorifico – ha raccontato a fine gara il vice-campione del mondo -. La gara è stata dura e mi si è gonfiato il braccio e questo mi ha fatto fare qualche errore in frenata. Ma è stato divertente correre davanti!”. WSBK 2010, Phillip Island, Gara 1 - 28/02/2010 1 91 Haslam L. (GBR) Suzuki GSX-R1000 34'13.435 (171,442 kph) 2 84 Fabrizio M. (ITA) Ducati 1098R 0.004 3 41 Haga N. (JPN) Ducati 1098R 0.769 4 65 Rea J. (GBR) Honda CBR1000RR 10.201 5 3 Biaggi M. (ITA) Aprilia RSV4 1000 F. 10.782 6 50 Guintoli S. (FRA) Suzuki GSX-R1000 11.079 7 7 Checa C. (ESP) Ducati 1098R 11.208 8 96 Smrz J. (CZE) Ducati 1098R 16.522 9 11 Corser T. (AUS) BMW S1000 RR 20.291 10 57 Lanzi L. (ITA) Ducati 1098R 26.352 11 2 Camier L. (GBR) Aprilia RSV4 1000 F. 29.775 12 76 Neukirchner M. (GER) Honda CBR1000RR 30.155 13 66 Sykes T. (GBR) Kawasaki ZX 10R 31.951 14 67 Byrne S. (GBR) Ducati 1098R 31.957 15 88 Pitt A. (AUS) BMW S1000 RR 55.082 16 31 Iannuzzo V. (ITA) Honda CBR1000RR 1'10.932 17 15 Baiocco M. (ITA) Kawasaki ZX 10R 1'11.237 18 95 Hayden R. (USA) Kawasaki ZX 10R 1'17.357 19 25 Brookes J. (AUS) Honda CBR1000RR RET 35 Crutchlow C. (GBR) Yamaha YZF R1 RET 77 Vermeulen C. (AUS) Kawasaki ZX 10R RET 52 Toseland J. (GBR) Yamaha YZF R1

Diventa parte di qualcosa di grande

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati WSBK
Piloti Leon Haslam
Articolo di tipo Ultime notizie