Dovi: "Quattro piloti forti? Un bene per lo sviluppo"

Andrea ha accolto molto bene la decisione della Ducati di ingaggiare anche Spies e Iannone

Dovi:
L'annuncio dell'arrivo di Ben Spies ed Andrea Iannone a rimpolpare la formazione 2013 della Ducati sembra aver fatto felice Andrea Dovizioso. Il pilota italiano, che l'anno prossimo prenderà il posto di Valentino Rossi nella squadra ufficiale, sa che c'è tanto lavoro di sviluppo da fare sulla Desmosedici, quindi pensa che avere quattro piloti di alto livello potrà dare una bella mano. "Non mi aspettavo che Spies venisse in Ducati: è positivo, perché è un pilota veloce e con una buona esperienza alle spalle. Per quanto riguarda Iannone, ovviamente non conosce la MotoGp, ma è uno rapidissimo: insomma, la Ducati ha quattro piloti forti ed è un bene per lo sviluppo" ha spiegato "Dovipower" alla Gazzetta dello Sport. Andrea sta continuando anche la discussione relativa alla scelta dei tecnici che lo seguiranno in questa nuova avventura: "Per quanto riguarda i tecnici ho fatto le mie richieste e in Ducati sono apertissimi a costruire la squadra insieme a me". Intanto questo weekend si corre proprio in casa della Ducati e per lui quindi sarà la prima occasione di mettere in mostra davanti ai suoi futuri tifosi: "I ducatisti sono tifosi particolari e anomali perché per loro prima viene la moto poi il pilotama io spero di essere accolto bene".
Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati MotoGP
Piloti Ben Spies , Andrea Dovizioso , Andrea Iannone
Articolo di tipo Ultime notizie