A Jerez i pneumatici asimmetrici non servono

A Jerez i pneumatici asimmetrici non servono

Lo assicura la Bridgestone, che ha migliorato la mescola media delle posteriori

Dopo il primo appuntamento del Campionato del Mondo di MotoGP disputatosi in Qatar e il rinvio del Gran Premio del Giappone al 3 ottobre, in seguito alla cancellazione di numerosi voli a causa dell’eruzione del vulcano islandese, il Motomondiale ritorna in Europa in occasione del Gran Premio di Spagna, sul tracciato di Jerez, secondo round del Campionato domenica 2 maggio. Non ci sono stati cambiamenti nella configurazione del tracciato rispetto allo scorso anno. Nel 2009 i pneumatici Bridgestone slick mostrarono un eccellente rendimento e le mescole utilizzate nella scorsa edizione sono state confermate anche quest’anno. La Casa giapponese porterà quindi per l’anteriore la tipologia di pneumatici con mescola media e dura, mentre per il posteriore sono state scelte la mescola soft e media. L’unica differenza rispetto allo scorso anno riguarda un miglioramento della mescola della gomma utilizzata per il posteriore per garantire un più ampio range di temperature di utilizzo. Il pneumatico posteriore con mescola media era stato utilizzato in Qatar, mentre con il rinvio del Gran Premio del Giappone, il Gran Premio di Spagna sarà la prima occasione per utilizzare in gara il nuovo pneumatico slick posteriore con mescola soft. Il tracciato di Jerez con le sue tredici curve, di cui otto a destra e cinque a sinistra, presenta una configurazione bilanciata e ciascuna spalla dei pneumatici è utilizzata equamente. Molti sono i tratti della pista che favoriscono i sorpassi. I saltellamenti dovuti alle ondulazioni dell’asfalto richiedono moto maneggevoli e ben bilanciate, stabili in frenata per attaccare nelle curve più veloci. Si prevede una temperatura della pista più elevata rispetto a quella del Qatar: basti ricordare che lo scorso anno nel corso della gara si sfiorarono i 45°C. Per le temperature elevate il riscaldamento dei pneumatici non rappresenta un’eccessiva preoccupazione perché i pneumatici raggiungono naturalmente la temperatura ottimale in maniera più veloce. Tohru Ubukata, Responsabile Sviluppo di Bridgestone Motorsport spiega qualcosa in più sulle caratteristiche delle gomme che verranno utilizzate in Andalucia: "Jerez è un circuito interessante per i test e presenta una configurazione con diverse tipologie di curve. Il tracciato richiede una tipologia di pneumatico con carattere molto bilanciato in grado di garantire un buon handling, passando da una velocità ridotta ad una sostenuta e da curve piatte a tratti sopraelevati". Tra le cose più curiose, c'è la scelta di non utilizzare i pneumatici asimmetrici: "La configurazione del tracciato non genera carichi particolarmente elevati per la sezione centrale del pneumatico e sia la spalla dell’anteriore sia quella del posteriore sono utilizzati equamente. Su questo tracciato il pneumatico posteriore asimmetrico non è richiesto". "In precedenza il tracciato era piuttosto sconnesso, mentre dopo il rifacimento del manto stradale, lo scorso anno, il circuito è più lineare e pertanto i pneumatici sono meno sollecitati nell’assorbimento delle asperità dell’asfalto. La superficie del tracciato è piuttosto abrasiva. Solitamente nel corso del weekend di gara la temperatura della pista è elevata e questo influisce sulla durata e sull’usura dei pneumatici, anche se il tracciato di Jerez non è il più severo dal punto di vista delle performance dei pneumatici". "Quest’anno porteremo un pneumatico slick posteriore che presenta una mescola migliorata con una più ampia gamma di temperature di utilizzo, in grado di garantire un miglior riscaldamento in condizioni di temperature basse e migliore consistenza in condizioni di temperature elevate. I piloti hanno dato un feedback positivo dopo aver utilizzato in Qatar la nuova mescola media, quindi pensiamo che la più ampia gamma di temperature operative sia apprezzata dai piloti e che assisteremo ad un’altra gara entusiasmante sul tracciato di Jerez".

Diventa parte di qualcosa di grande

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati MotoGP
Articolo di tipo Ultime notizie