Jerez incorona Toni Elias

Jerez incorona Toni Elias

Lo spagnolo vince una gara combattutissima dopo la bandiera rossa

Alla vigilia aveva detto che arrivava alla gara di Jerez de la Frontera solo al 70% della sua condizione fisica: se fosse veramente così, gli avversari di Toni Elias devono veramente cominciare a preoccuparsi, perchè lo spagnolo è andato a prendersi la vittoria nella gara di casa della neonata Moto2. La corsa è stata accorciata ad appena 17 giri a causa di una maxi carambola avvenuta nel corso del primo giro, che ha portato alla bandiera rossa. Shoya Tomizawa è scivolato nel tentativo di infilare Simone Corsi: il carter della sua moto ha ceduto e quindi una perdita d'olio ha fatto cadere almeno altri otto concorrenti. Al restart però è stata di nuovo battaglia allo stato puro, con 17 giri di vero spettacolo ed una corsa decisa solo all'ultima curva, con Elias che ha saputo difendersi con le unghie dal ritorno del leader del mondiale Tomizawa, ripartito regolarmente dopo il "botto". Terzo gradino del podio per l'elvetico Thomas Luthi, leader della gara per diversi passaggi nel finale, che l'ha spuntata anche lui in volata sull'altro giapponese Yuki Takahashi. In quinta piazza invece troviamo il grande deluso di giornata: Simone Corsi. L'italiano aveva azzeccato una partenza a razzo al primo start che lo aveva portato al comando. Nel secondo è invece scivolato al diciassettisimo posto, rendendosi poi autore di una grande rimonta, che però lo ha riportato troppo tardi sui primi. Kenny Noyes raccoglie meno di quanto avrebbe meritato. Il funambolico americano chiude al settimo posto, dopo aver regalato al pubblico delle staccate veramente mozzafiato e dei traversoni d'autore nella prima fase della corsa. Rimane a guardare Alex De Angelis, fermato dai medici dopo una caduta nel warm-up di questa mattina. Forse in questo caso i dottori sono stati un pò troppo prudenti: il sammarinese ha commentato la corsa su Italia 1 ed ha assicurato di sentirsi bene. Da segnalare, infine, la polemica tra Mattia Pasini e la sua squadra: l'italiano si è ritirato spiegando che stava rischiando la vita in sella ad una moto inguidabile. Piccata la reazione di Gianluca Montiron: "Il suo compagno di squadra sta davanti con la stessa moto. Se non gli va bene, può anche cercarsi qualcos'altro da fare". MOTO2, Jerez de la Frontera, 2/05/2010 Classifica finale 1. Toni ELIAS - Moriwaki - 29'58.726 2. Shoya TOMIZAWA - Suter - +0"190 3. Thomas LUTHI - Moriwaki - +0"261 4. Yuki TAKAHASHI - Tech 3 - +0"558 5. Simone CORSI - Motobi - +1"449 6. Sergio GADEA - Pons Kalex - +1"496 7. Kenny NOYES - Promoharris - +2"215 8. Julian SIMON - RSV - +2"576 9. Gabor TALMACSI - Speed Up - +3"825 10. Yonny HERNANDEZ - BQR-Moto2 - +6"691 11. Jules CLUZEL - Suter - +8"123 12. Roberto ROLFO - Suter - +11"965 13. Dominique AEGERTER - Suter - +12"190 14. Stefan BRADL - Suter - +12"295 15. Anthony WEST - MZ-RE Honda - +12"545 16. Scott REDDING - Suter - +12"678 17. Ratthapark WILAIROT - Bimota - +13"548 18. Claudio CORTI - Suter - +15"642 19. Axel PONS - Pons Kalex - +16"740 20. Raffaele DE ROSA - Tech 3 - +19"368 21. Fonsi NIETO - Moriwaki - +20"956 22. Mike DI MEGLIO - RSV - +21"129 23. Vladimir IVANOV - Moriwaki - +31"224 24. Robertino PIETRI - Suter - +31"275 25. Alex DEBON - FTR - +33"283 26. Lukas PESEK - Moriwaki - +34"090 27. Bernat MARTINEZ - Bimota - +38"705 28. Karel ABRAHAM - RSV - +39"384 29. Arne TODE - Suter - +43"839 30. Amadeo LLADOS - AJR - +46"896 31. Valentin DEBISE - ADV - +47"080 32. Alex BALDOLINI - I.C.P. - +47"216 33. Yannick GUERRA - Moriwaki - +47"777 34. Mashel AL NAIMI - BQR-Moto2 - +56"595 La classifica del campionato: 1. Tomizawa 45; 2. Elias 38; 3. Luthi 25; 4. Cluzel 21; 5. Debon 20; 6. Corsi 19; 7. Gadea 16; 8. Rolfo 15; 9. Talmacsi 14; 10. Takahashi 13.

Diventa parte di qualcosa di grande

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati Moto2
Piloti Toni Elias
Articolo di tipo Ultime notizie