Sauber ammette la visita di Nicolas Todt

Sauber ammette la visita di Nicolas Todt

Il francese è stato a Hinwil la scorsa settimana: la Art tratta l'acquisto della squadra

Peter Sauber ha ammesso che la scorsa settimana Nicolas Todt ha fatto visita alla sede del team. Il titolare svizzero ha aggiunto, però, che la squadra attualmente non è in vendita. Una dichiarazione inevitabile da parte di un imprenditore che sta cercando di convincere degli investitori a coprire il budget per l'attuale attività in Formula 1. Se si sparge la voce che la ART è interessata a rilevare il team di Hinwil (che ha strutture tecniche molto interessanti e all'avanguardia), ci sarebbe il fuggi fuggi, ma i bene informati sostengono che la trattativa è in piedi. Nicolas Todt è in eccellenti rapporti con Sauber perché Felipe Massa, il pilota del quale è manager, è stato un conduttore titolare del team elvetico per tre stagioni, ma non ha altri rapporti per giustificare una visita in Svizzera. In realtà la ART ha l'ambizione legittima di voler entrare in F.1 e ha presentato la sua candidatura alla 13. iscrizione che la Fia vuole concedere per la prossima stagione. Il problema è che Nicolas Todt, figlio del presidente FIA è socio di Frederic Vasseur. Nel Circus sono molti a ritenere che sarebbe inopportuna la scelta da parte del Consiglio Mondiale FIA di un team collegato in modo diretto a Jean Todt. E allora per mettere a tacere le possibili accuse di conflitto di interesse, avrebbe senso che l'ingresso della ART in F.1 avvenisse rilevando una iscrizione già esistente. Sarebbe legittimo, tanto più che il team ha vinto con regolarità in Gp2 e Formula 3 Euroseries e si meriterebbe il salto di categoria.

Diventa parte di qualcosa di grande

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati Formula 1
Articolo di tipo Ultime notizie