La Renault cerca la Art per i motori

La Renault cerca la Art per i motori

Ma il team di Nicolas Todt potrebbe puntare sui V8 della Ferrari

La Renault è intenzionata a fornire i suoi motori V8 ad un team aggiuntivo nel 2011. Attualmente i propulsori di Viry-Chatillon sono montati sulla monoposto del team di Enstone e sulle Red Bull. Il fatto che la Rb6 con Webber e Vettel abbia ottenuto ben sei pole position su sei Gp, testimonia che almeno in parte lo strapotere che era atteso dai V8 della Mercedes non c'è stato, ma anzi che l'unità transalpina da quando ha beneficiato delle modifiche concesse dalla Fia, sembra il propuslore più competitivo: potente e parco nei consumi. A Barcellona c'erano stati contatti degli uomini Renault con Epsilon Euskadi e Williams, mentre a Montecarlo si sono intensificate le chiacchiere con il team ART, dopo che la struttura di Nicolas Todt e Frederic Vasseur, protagonista da anni in Gp2 e in F.3 Euroseries, ha ammesso di aver presentato la richiesta per diventare l'anno prossimo il tredicesimo team in F.1. Remi Taffin, responsabile dell'area motori della Renault ha ammesso ad Auto Hebdo: "Oggi, non c'è nulla di fatto, ma è abbastanza probabile che la Renault fornisca un'altra squadra la prossima stagione. Non sarebbe un problema: abbiamo la capacità sia in termini di tecnologia che di produzione". Frederic Vasseur non nega i contatti, ma aggiunge: “Abbiamo buone relazioni anche con Ferrari e Mercedes, oltre che con Renault”. Ricordiamo che Nicolas Todt è il manager di Felipe Massa e il pilota di punta del team Gp2 è Jules Bianchi, gioiello del Ferrari Driver Accademy. È più probaile, quindi, prevedere che la Art possa pensare ad un futuro in Formula 1 stringendo ancor più la collaborazione del Cavallino rampante grazie alla fornitura del motore V8 siglato 056.

Diventa parte di qualcosa di grande

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati Formula 1
Articolo di tipo Ultime notizie