Mercedes SLS AMG safety car 2010 della F1

Mercedes SLS AMG safety car 2010 della F1

Con 571 CV la "ali di gabbiano" tedesca è la safety car più potente della Formula 1

Bernd Maylander, il pilota a cui è affidato il delicato compito di condurre la safety car in Formula 1, ha la sua nuova auto. Va in pensione la SL 63 AMG impiegata nelle stagioni 2008 e 2009 e a partire dal 2010 arriva la nuova SLS AMG, che con i suoi 571 CV è la safety car più potente finora impiegata. Più che sufficienti, insieme ad una accelerazione 0-100 km/h di 3,8 secondi, per tenere il passo delle nervose monoposto del Circus, che a bassa velocità rischiano di surriscaldare il motore e raffreddare troppo gomme e freni. La SLS AMG safety car del 2010 è infatti nella meccanica praticamente uguale alla versione di serie, con l'unica eccezione di un terminale di scarico più aperto che migliora l'erogazione e regala agli spettatori qualche nota piacevole. Esternamente la SLS AMG di sicurezza si differenzia solo per la grafica F1, retrovisori in carbonio e la barra luminosa con telecamera integrata, posizionata su un cupolino in carbonio di nuova generazione. La sua forma è stata testata in galleria del vento per non vanificare il lavoro delll'alettone posteriore che fuoriesce automaticamente a partire da 120 km/h. Inoltre le luci di sicurezza per la prima volta sono interamente a LED. Dentro, invece, Maylander e il funzionario della FIA Pete Tibbets sono assicurati ai sedili a guscio in pelle da cinture a sei punti e controllano lo svolgimento del Gran Premio attraverso due monitor nella consolle e nel display centrale della strumentazione. Maylander vede la fila di monoposto dietro di sé attraverso uno speciale specchietto retrovisore ad ampio raggio, mentre nel coperchio dello scomparto portaoggetti è integrato il cosiddetto "sistema Marshalling": qui pilota e copilota vedono esattamente gli stessi segnali che i piloti di Formula 1 vedono nei loro cockpit, con diversi LED che indicano quando vengono sventolate le bandiere gialle o verdi. Confermata invece la C 63 AMG station wagon come Official F1 Medical Car. La familiare di Stoccarda è ormai arrivata al terzo anno di militanza nella massima serie con alla guida il pilota sudafricano Alan van de Merwe, mentre copilota è il belga Dr. Gary Hartstein, primario ufficiale dei Grand Prix FIA. Dietro trovano invece posto i due assistenti medici del circuito ospitante. Nel vano bagagli da 45 litri della C 63 AMG station wagon c'è spazio per l'attrezzatura d'emergenza, incluso il defibrillatore e l'apparecchio per la respirazione artificiale. Quattro sedili a guscio sportivi AMG con cinture a sei punti, due monitor integrati nella consolle centrale per il monitoraggio della corsa e una radio per comunicare con il direttore di gara differenziano l'abitacolo della Medical Car dalla C 63 AMG station wagon di serie.

Diventa parte di qualcosa di grande

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati Formula 1
Articolo di tipo Ultime notizie
Tag formula 1